il labirinto del fauno regia di Guillermo del Toro Messico, Spagna, USA 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il labirinto del fauno (2006)

 Trailer Trailer IL LABIRINTO DEL FAUNO

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL LABIRINTO DEL FAUNO

Titolo Originale: EL LABERINTO DEL FAUNO

RegiaGuillermo del Toro

InterpretiIvana Baquero, Doug Jones, Sergi Lˇpez, Ariadna Gil, Maribel Verd˙

Durata: h 1.52
NazionalitàMessico, Spagna, USA 2006
Generefantastico
Al cinema nel Novembre 2006

•  Altri film di Guillermo del Toro

•  Link al sito di IL LABIRINTO DEL FAUNO

Trama del film Il labirinto del fauno

Spagna. Subito dopo la vittoria di Francisco Franco, una famiglia si trasferisce nella Spagna del nord in un vecchio casolare di campagna. Ofelia, la figlia dodicenne scopre le rovine di un antico labirinto e si crea un mondo tutto suo per sfuggire alla realtÓ...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,81 / 10 (390 voti)7,81Grafico
Voto Recensore:   8,50 / 10  8,50
Miglior fotografiaMigliore scenografiaMiglior trucco
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior fotografia, Migliore scenografia, Miglior trucco
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il labirinto del fauno, 390 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

Sestri Potente  @  03/03/2019 19:37:41
   7½ / 10
Non è propriamente il mio genere, ma ci ho trovato innanzitutto una bella storia da raccontare, piena di passione e di fantasia, e poi una scenografia stupenda,
Insomma, la voglia di sfuggire dalla guerra attraverso gli occhi (e la mente) di una bambina.

jek93  @  12/11/2018 10:30:20
   8 / 10
Il labirinto del fauno rappresenta un'opera artistica, fotografica, cinematografica ed umana al tempo stesso: grandissimo ed affascinante lavoro da parte di tutti, dal regista, al cast, alla produzione.
Godetevelo, non vi deluderà.

DogDayAfternoon  @  22/08/2018 14:03:40
   6 / 10
Come altri film che ho visto di Del Toro, tanta (e ottima) forma, ma poca sostanza.

Visivamente il meglio di sé lo offre nelle scene più fantasy, anche se a livello di trama era la parte che mi interessava meno. Per quanto riguarda invece la parte più storica e terrena, ho trovato degli aspetti molto positivi ed altri meno: alcune scene (le più violente) sono ben fatte e pure coinvolgenti, in altre invece la regia e la recitazione mi sono sembrati un po' da soap opera, oltre al fatto che non mi è piaciuto molto come è stato caratterizzato il capitano, in cui viene troppo estremizzata la sua indole burbera e cattiva.

Verso il finale ho avvertito anche un po' di noia, mai comunque come ne "La forma dell'acqua". Non ho un gran feeling con questo regista.

Strix  @  30/03/2018 01:09:05
   7½ / 10
Molto bello. Figo il fauno.

Un po' lento per la mia soglia di attenzione, ma certo non un mattone.

Finale tra i più belli mai visti.

Il problema è che non si possono non cogliere parallelismi con "La vita è bella", nel fatto di doversi inventare qualcosa per sfuggire agli orrori del regime.

Film sicuramente reazionario negli intenti, dato che molti dei personaggi



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  23/10/2017 22:29:46
   7½ / 10
<un buon film, con un finale imprevisto.

Colibry88  @  28/08/2017 13:25:09
   5 / 10
Più che un fantasy, l'ho trovato molto intriso di politica e retorica. Inoltre, sebbene le sequenze fantasy e visionarie siano state realizzate in maniera impeccabile, il ritmo del film è piuttosto lento e, a mio avviso, poco coinvolgente. Molte le parti noiose, violenza gratuita e dialoghi scialbi. La piccola protagonista l'ho trovata scarsa nel modo di recitare, oltre che lievemente antipatica. Buona la fotografia e l'atmosfera ma onestamente non mi ha convinto.

Light-Alex  @  07/05/2017 12:17:19
   6 / 10
Molto più storico e meno fantasy di quello he mi aspettassi dal trailer e da spezzoni visti online.
Credo che la cosa che mi abbia convinto di meno sia l'estrema prevedibilità del tutto. Cioè sin dall'inizio si sa esattamente cosa accadrà nel film:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Quindi diciamo he ho trovato il tutto un po' piatto e non molto coinvolgente.
Riconosco però l'ottima fattura del film, in particolar modo nella parte fantasy, con un certo gusto dark veramente ben sviluppato. Trucco, costumi ed effetti speciali molto belli.
Tra tutte direi la scena dell'orco mangia-bambini e la resa del fauno sono le cose che restano più impresse.

Segnalo che il film in diverse scene ha delle rese abbastanza "violente" e crude.

daaani  @  16/03/2017 19:46:43
   7 / 10
bello ma mi aspettavo qualcosa in più

adrmb  @  14/07/2016 11:14:17
   9 / 10
(Attenzione, contiene spoiler)

Tre volte visionato, e tre volte non ha perso un briciolo del suo smalto, questo film. Fantasy (ma erratissimo definirlo tale, molto meglio "film storico con spruzzate di fantastico") scritto e diretto magnificamente da Guillermo del Toro che qui riesce a coniugare splendidamente la componente realistica a quella fantastica facendo al contempo emergere un grandissimo messaggio di denuncia. Tutte caratteristiche, queste, estremamente depotenziate nel suo precedente film, 'La spina del diavolo' (che pur godeva di un'atmosfera riuscita) che se non altro ha avuto il merito di gettare le basi per questo.

Storia semplicemente incredibile dunque, accompagnata mirabilmente dalle scelte fotografiche di Guillermo Navarro e registiche dello stesso Del Toro: ricoprire il mondo fantastico di colori caldi quali giallo e arancio e mostrarlo pian piano, con movimenti di macchina accentuati, contrapposto a quello reale, non solo "banale" (le inquadrature sono statiche), ma anche ostile data la p resenza al contempo di colori freddi. Un contrasto visivo decisamente riuscito, sì. Questa barriera col prosieguo della pellicola verrà abbattendosi e l'uno e l'altro mondo saranno continuamente influenzati a vicenda: quale realtà, quale fantasia? Il regista sembra lasciare un velo d'ambiguità su questo (ed è proprio per questo che ho mal sopportato quel paio di passaggi narrativi più ingenuotti nei quali la questione sembra propendere verso la prima interpretazione [si vedano i momenti nei quali Ofelia riesce a scappare dalla camera con un "gesso magico" o durante la fuga nel labirinto passaggi si aprano magicamente solo a lei]). Al di là di tutto comunque, peccatucci veniali di un film veramente bello-bello).
Mirabilissima una delle ultime inquadrature con il generale immerso nel blu, freddo della notte che dà le spalle allo spettatore, lui rivolto alla combriccola di ribelli, vittoriosi, ciascuno reca con sè una torcia, il cielo in alto schiarito, un nuovo giorno e una nuova vita. Contrasto, quello di questa specifica inquadratura, magistrale.

Da canto mio posso dire di prediligere l'interpretazione più pessimistica secondo la quale il mondo fantastico in sé altro non era che la proiezione dell'inconscio di Ofelia (ragazzina cresciuta a pane e libri di fiabe, come si buon ben vedere dall'incipit del film), la cui concretizzazione simboleggia la fuga dalla realtà opprimente e cinica dove è costretta a vivere. Quel cinismo che pervade la figura del patrigno, percepibile sin dall'inizio anche dal piccolo gesto della stretta di mano. Da lasciare davvero senza fiato. Curioso anche come il mondo fantastico dipinto dalla bambina assuma decisamente i tratti gotici e orrorifici, propri della dimensione dell'incubo: ma non è forse meglio dimenarsi tra difficili sfide contro esseri spaventosi (memorabile su tutto e tutti il segmento dell'Uomo Pallido, memorabile la sua stessa figura, la magia del trucco&parrucco) nella speranza di una profezia consolatrice, che un mondo dove di questa si son perse completamente le tracce. Straziante come, reciso l'ultimo legame affettivo del mondo reale, una disperata Ofelia si abbandoni completamente all'abbraccio con il Fauno, l'ultimo suo appiglio...

https://www.youtube.com/watch?v=qzZgNKJxmgs#t=4m45 La musica, le gocce di sangue, la morte. Il regista nel caso della protagonista opta per la via più consolatoria, fosse ancora frutto della sua immaginazione, l'estremo sforzo mentale per la concretizzazione della sua aspettativa.

Film pensati e realizzati così genuinamente, scevri da ogni pudore nel mostrare la cattiveria e l'horror andrebbero solo apprezzati e pubblicizzati.

Spotify  @  03/04/2016 23:49:14
   7 / 10
Particolare fantasy diretto da Guillermo del Toro nel 2006. Nel suo genere è sicuramente tra i più originali, se non il più originale, uscito nell'ultima decade. E' la storia di una ragazzina, Ofelia, che, in pieno post-guerra civile spagnola, si ritrova insieme alla madre, a raggiungere Vidal, patrigno della giovane e crudele capitano di guerra, in una casa sperduta in mezzo alla campagna, allo scopo che la madre possa partorire in serenità il figlio avuto dallo stesso VIdal. Mentre imperversano i combattimenti tra la brigata del capitano e gli ultimi ribelli, Ofelia cercherà di sfuggire a tutta questo male, attraverso l'immaginazione. Del Toro realizza un progetto molto ambizioso, pieno di cenni storici e filosofici. Un'opera per niente facile da concepire, vista la difficoltà di unire due generi cinematografici completamente doversi fra loro, vale a dire il fantastico e lo storico/guerra. Almeno in parte, riesce nell'intento e invece riesce benissimo a rappresentare il lato morale e psicologico della vicenda e cioè che non è assolutamente possibile che una ragazzina assista a tanta barbarie, e dato questo può usufruire di un'arma che gli adulti si sognano, visto l'attaccamento alle cose materiali, vale a dire la fantasia, che in certe situazioni si rivela un'amica fedele. Attraverso essa, Ofelia scappa da tutto quell'orrore e quei morti, da un patrigno violento e da una madre completamente succube di quest'ultimo. Scopre un mondo fantastico, e si rifugia completamente in esso, in attesa che tutto finisca in fretta, ma con l'obiettivo finale di entrare a far completamente parte di quello strano mondo. Quindi Del Toro esalta proprio la capacità d'immaginazione dei bambini che può quantomeno aiutarli nelle situazioni più difficili, perchè i bambini, non meritano di vivere alcun tipo di guerra o conflitto. Altro tema che il regista rappresenta bene, è la violenza che imperversa in queste situazioni, una violenza cieca, sanguinaria e illogica. Vedi ad esempio il triste epilogo tra il capitano Vidal e i due sfortunati cacciatori che si imbattono sul suo cammino. In queste situazioni, ci viene fatto vedere come la cattiveria dell'uomo non abbia limiti, specialmente poi, se l'uomo in questione è un superbo e sadico signore della guerra. Le scene di violenza appunto, sono molto marcate, c'è tanto sangue, anche più di quanto si possa pensare, ma sono necessarie, in quanto il director tiene a far arrivare il suo messaggio forte e chiaro. E poi tecnicamente, sono di una perfezione cristallina, parecchio suggestive. Notevole direzione degli attori, tutti fatti calare bene nel clima del conflitto, ogni personaggio è studiato profondamente, mi è piaciuto molto in particolare il lavoro fatto con Ivana Baquero e Sergi Lopez. Effetti speciali grandiosi, molto realistici e usati solo quando necessario, allo scopo di rendere l'opera più reale possibile. Anche il trucco merita elogi, il fauno è realizzato in maniera pazzesca, arricchito di tanti particolari, il primo impatto con esso colpisce parecchio. Realizzate altrettanto bene le altre creature fantastiche. La narrazione è articolatissima, in quanto il regista cerca di creare due storie parallele ma che poi, inevitabilmente, si intrecciano. Ci riesce abbastanza bene, nonostante qualche sbavatura legata al ritmo (che spiegherò dopo), che un po', influisce. Analizzando invece le vicende di Ofelia e di Vidal individualmente, il director si comporta decisamente meglio, in quanto riguardo alla prima, realizza una delle vicende fantasy migliori degli ultimi anni e riguardo alla seconda, concepisce con personalità una storia di guerra. Fatte benissimo le sequenze dei combattimenti, molto reali, ed non mancano degli ottimi momenti di suspense (vedi spoiler). La scenografia occupa un ruolo molto importante, innanzi tutto è davvero affascinante, fatta con cura ed evoca un'atmosfera particolare. L'ambiente fantastico rappresenta praticamente uno pseudo rifugio per Ofelia, nonostante sia comunque cupo e tetro, mentre quello reale, rappresenta la triste verità dalla quale la nostra protagonista intende scappare. Da segnalare anche qui un intrecciamento, riuscito, tra le due location. La fotografia evoca un clima molto lugubre, esalta i toni più drammatici della pellicola ed è usata benissimo dal regista. Il finale è uno dei momenti più belli del film, pieno suspense, triste, imprevedibile fino all'ultimo istante e infine ha un altro bel messaggio. Girato con maestria. Il cast è validissimo: molto bravo Sergi Lopez, impersona da capo a piedi la cattiveria umana, riesce ad essere tremendamente odioso e senza scrupoli. Le espressioni sono perfide (e riuscitissime) e l'interpretazione dei dialoghi è superba e prepotente. Una prova davvero convincente. Brava anche la Baquero, essa impersona tutta l'innocenza e la spensieratezza che può avere una bambina della sua età. Riesce anche ad essere molto profonda, drammatica e intensa. Anche per lei poi, grande l'esplicazione dei dialoghi. La sceneggiatura ha una struttura imponente e per certe cose è presso che perfetta mentre per altre meno: ha uno sviluppo dei personaggi approfondito, con la possibilità di osservare le condizioni psicologiche delle persone in queste situazioni, i momenti fantasy sono descritti perfettamente e i dialoghi sono potenti, cinici, drammatici e mai banali. Descritte bene anche le situazioni in cui è protagonista Vidal, dense di tensione. Buoni anche i colpi di scena. Ciò che non mi ha convinto invece, è stato per certi versi, l'impianto narrativo, nel quale ho notato un eccessiva quantità di "carne al fuoco", e infatti a volte si esce un po' troppo fuori dai binari consoni della vicenda, cercando di trattare più cose insieme, però perdendo di vista il nocciolo centrale. Forse si è cercato di strafare. In particolare ho notato che tutto il lato fantasy della trama, in diversi frangenti, viene totalmente abbandonato. Anche il ritmo, come avevo accennato prima, non mi ha fatto una grande impressione. Parecchi si, sono i momenti concitati, ma ci sono anche momenti dove succede ben poco. Si ha la sensazione che il tutto si sarebbe potuto accorciare un po' di più.

Conclusione: un buon film, originalissimo nel suo genere e con tanti temi trattati attraverso la storia di una bambina. Purtroppo certi errori lo limitano e fanno si che, dal mio punto di vista, non ne esca un qualcosa di eccezionale. Una visione però la merita. 7+.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mildhouse  @  29/03/2016 01:03:17
   7½ / 10
Molto suggestivo, bellissimi il trucco del fauno e del "mostro mangiabambini" ed è stata geniale l'idea di integrare le fantasie di una bambina in un contesto tanto drammatico quanto quello della guerra civile spagnola

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/04/2016 15.21.46
Visualizza / Rispondi al commento
Filman  @  20/11/2015 14:57:56
   9 / 10
Il genio di Del Toro non è chiaramente solo in grado di concepire nuove idee categoricamente di genere, ma fa soprattutto affidamento a quella capacità di far convergere le sue tantissime ispirazioni con coerenza, dimostrando così di essere un grande neoclassicista, per operare a proprio piacimento su determinati caratteri. EL LABERINTO DEL FAUNO è il capolavoro di Guillermo Del Toro che riesce nell'intento di creare un film fantasy "sui generis" come non si era mai visto, ovvero riversando in un contesto razionale, storico e drammatico un mondo immaginifico e surreale partorito dal proprio ego visionario. Gli elementi facenti parte del proprio marchio di fabbrica inglobano sia il tratto visivo di questa brillante pellicola, sia quello stilistico, non solo a livello di storytelling e montaggio, ma anche riguardo alle tematiche affrontate, con la figura dei nazisti nella Spagna Franchista ad ammutolire la fantasia recondita della bambina protagonista, unica ed isolata dal resto del mondo per il suo modo di vivere al di fuori di una certa realtà, incupita dalla malvagità umana, per viverne dentro un'altra forse non meno reale.

eruyomŔ  @  22/04/2015 20:38:44
   9 / 10
Assolutamente da vedere Il labirinto del fauno.
L'avevo colpevolmente scansato quando uscì, snobbandolo come il solito banale fantasy commercialissimo. Quanto sbagliavo! Mi ha stupito moltissimo, e son contenta me l'abbian fatto scoprire.
Ha dei difetti, anche vistosi, di sceneggiatura e altro, inoltre il budget immagino sia stato decisamente basso. Paradossalmente penso il film ne abbia beneficiato, un po' di effetti "artigianali" ormai li preferisco al profluvio di effettoni speciali e fuochi d'artificio megagalattici che ormai mi dan la nausea da quanto sono perfetti. E asettici.
Comunque passa tutto in secondo piano rispetto al coinvolgimento emotivo che ho provato. I due aspetti reale/onirico si alternano in maniera davvero straniante, quasi disturbante. L'atmosfera è claustrofobica, e qua e là ho vissuto veri momenti di angoscia.
Non è un film per bambini, ma ha tanto a che fare con l'infanzia. Col sogno, ma anche con la sua parte più oscura. Con la perdita dell'innocenza e della purezza, sporcate dalle miserie umane, dal materiale, dal dolore e dalla guerra (il contesto storico della Spagna franchista, tra le altre cose, ricostruito decisamente bene, in modo crudo e realistico. Però è anche la parte più debole. Quella visionaria è invece perfetta e stupefacente. Veramente meravigliosa).
Che dire, non era assolutamente ciò che mi aspettavo, mi ha spiazzato e mi è piaciuto tantissimo.

8 risposte al commento
Ultima risposta 25/07/2015 00.42.25
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  31/03/2015 02:32:35
   7 / 10
Non si piazzerà sicuramente tra i miei film preferiti, era da immaginarlo, ma sicuramente è un bel film nel suo genere...
La amalgama tra dramma storico e dark-fantasy funziona molto bene, il film è intrigante e significativo...l'ho seguito con interesse senza nessun momento di noia nonostante l'atmosfera si faccia più volte "pesante".
La realizzazione è eccellente e non a caso si è portato a casa tre Oscar meritatissimi, in specie la fotografia satura e corposa è una delle sue peculiarità...effetti speciali di ottima fattura, buona colonna sonora e scenografie oltre che i costumi (che siano fantasy o che siano storici).
Recitazione interessante, Sergi López su tutti con il suo cattivissimo Capitano Vidal.
Mi hanno stupito le tante sequenze crude e realistiche riguardanti la guerra civile spagnola e la tristezza che permea la pellicola, personalmente ho appunto gradito le parti storico-drammatiche rispetto al versante fantasy nonostante quest'ultimo vanti delle sequenze riuscitissime.
E' un film che va digerito e metabolizzato...e probabilmente visto più volte per apprezzarlo appieno.
Bello

Cianopanza  @  13/01/2015 01:11:39
   7½ / 10
La crudezza della guerra civile spagnola unita a fantasia e magia, una via di fuga da tanta crudeltà. Film molto interessante, anche se estremamente drammatico e con scene crude e per nulla adatte ad un pubblico giovane. Un fantasy a tinte fosche per adulti.

Urasawa  @  24/11/2014 13:25:41
   7½ / 10
Il film è originale, interessante e molto coraggioso. Alle volte ti chiedi come sia saltata in mente al regista una certa scena. Ad ogni modo il film lascia libere mille interpretazioni che ognuno di noi può divertirsi ad elaborare. Forse però potevano risparmiarci certe scene un po' molto pesanti dal punto di vista emotivo. Un po' troppo sangue.

TheLory  @  19/11/2014 09:24:59
   6 / 10
Mah... non è che abbia gridato al miracolo. Caruccio, ma non va oltre la sufficienza, anche se i temi trattati non sono per niente leggeri. Anzi, a tratti l'ho trovato noioso, quasi una puntata della soap Il Segreto+qualche mostriciattolo!

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/10/2015 00.12.23
Visualizza / Rispondi al commento
luis 98  @  16/11/2014 03:51:36
   9½ / 10
Emozionante,sconvolgente,uno spettacolo per gli occhi.... Questo è il labirinto del fauno.
Uno dei miei film preferiti ..da guardare 2 o 3 volte minimoo !!!!

uito  @  15/03/2014 07:00:34
   8½ / 10
Rappresentazione fedele e cruda del franchismo con tutti i suoi orrori che fa da controaltare alla purezza e alla voglia di evasione dal mondo reale della piccola Ofelia attraverso il suo viaggio onirico nel labirinto del fauno. In questo il film trova il suo equilibrio e la sua sublimazione.... un labirinto tuttavia da cui si può uscire ma da cui non si può più rientrare...

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  17/12/2013 23:31:56
   8 / 10
Questo film rappresenta la summa del cinema autoriale di Del Toro contiene tutte le tematiche e i riferimenti che abbiamo trovato sparpagliati in tutta la sua filmografia, sembra quasi il continuum de 'La Spina Del Diavolo' stessa Spagna franchista, stessa psiche infante soggetta alla realtà bellica, Ofelia (tramite tra i 2 mondi) novella Anna Frank, per evadere ma anche per custodire la sua fanciullezza senza che le venga sottratta dallo scorrere del tempo della dura realtà bellica, si lascia condurre in un mondo fantasy gotico onirico pieno di significati come il Labirinto di kubrickiana memoria non solo mera citazione ma anche porta verso il rifugio (mentale) fantastico, l'albero della vita e il sacrificio (per redimere i peccati dell'umanità). Poesia permea quest'opera narrata con grande sensibilità da un autore che firma il suo testamento e lo consegna agli albori, e anche nel finale irto di trappole non abbassa mai i toni verso un epilogo a lieto fine con la cavalleria 'all'arrivano i nostri', spinge a fondo sul lato drammatico e pessimista (lapidaria allegoria sulla natura dei bambini dall'anima talmente pura ed innocente da arrivare a preferirne la morte per preservarla piuttosto che corromperla con l'avvento dell'età adulta).

GianniArshavin  @  03/12/2013 12:56:54
   7½ / 10
Il primo film di Del Toro che ho visto è anche quello più famoso e acclamato fra quelli realizzati dal cineasta Messicano. Il Labirinto Del Fauno è un titolo,che a 7 anni ormai dalla sua uscita,conserva ancora una qualità eccelsa,un fascino magnetico e un pubblico di sostenitori vastissimo.
Era da un po che personalmente volevo vedere questo lavoro,visto le tante critiche ultra-positive e alla fine non me ne sono pentito per nulla.
Questa è un'opera di altissimo valore,che mischia sapientemente una grande vastità di generi senza accavallarsi su se stessa ed è una di quelle pellicole che durante la visione ti portano a provare su te stesso una serie di emozioni variegate ed intense.
La vicenda si svolge durante la seconda guerra mondiale,in Spagna,con la popolazione vessata dal Franchismo. La protagonista è una bambina,Ofelia,che per sfuggire alla brutalità della guerra (perfettamente riprodotta nel film,senza censure o buonismi)si rifugerà in un mondo fantastico che solo lei può vedere e contattare.
La trama si dipana quindi fra le cruda realtà storica e il mondo fantastico di Ofelia,il primo brutalmente rappresentato dal patrigno di quest'ultima,lo spietato e violento Vidal e il secondo popolato da creature fantastiche realizzate perfettamente da effetti d'alto livello.
Durante le quasi due ore del film vari sentimenti hanno percosso la mia persona,come l'accettazione della realtà meschina e violenta del mondo,che tutti prima o poi dobbiamo affrontare,oppure il desiderio di viaggiare con Ofelia nel suo mondo mitico e fantasioso,lontano dalle brutture della realtà;alla fine proprio i viaggi della piccola bambina (interpretata magistralmente dalla spagnola Ivana Baquero) rappresentano il fulcro della storia, con l'evasione di una piccola donna da un mondo che la spaventa e alla fine non conta se quello che la protagonista vede sia reale o meno,l'importante è avere la forza di volare via,di combattere anche in questo modo le angherie che la vita propone,cosa che poi la nostra eroina farà ampiamente.
In finale è un tocco di classe,con un giusto epilogo che comprende entrambi i mondi e che non delude certamente lo spettatore.
Se proprio vogliamo trovare qualche difetto,il film in alcuni punti può risultare lento e alcuni personaggi non attirano come dovrebbero,ma queste sono piccolezze che non intaccano la riuscita di questa favola moderna sempre in bilico fra realtà e fantasia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

horror83  @  01/08/2013 20:45:52
   6½ / 10
ne avevo sentito parlare molto bene e quindi mi aspettavo un film stile "alice nel paese delle meraviglie" ovviamente con creature fantastiche diverse e invece no! c'è questa bambina che immagina un mondo molto povero di contenuti,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER però capisco che è un mondo che si è creato la bimba per sfuggire allo schifo di vita reale che aveva intorno

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER però secondo me se il mondo fantastico era più ricco era più bello il film e poi mi sembra che la parte della realtà duri molto di più della parte fantastica e secondo me dovevano fare l'incontrario (il regista e la sua compagnia). finale drammatico

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
cmq tutto sommato per me è un film da vedere almeno una volta! quindi la sufficienza glie la dò!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  16/07/2013 21:20:35
   4½ / 10
Andro controcorrente, e molto probabilmente mi beccherò anche qualche insulto per questo, ma il film a me non è piaciuto.
L'idea alla base in se è molto originale, nulla da dire su questo. Ma il film non mi ha entusiasmato per nulla, anzi, a tratti mi ha davvero annoiato, sono arrivato alla fine con estrema fatica. Certamente questo fantasy con piccoli schizzi di sangue non è malaccio tecnicamente, l'atmosfera non male, gli attori se la cavano e la storia onirica apparentemente promette bene.... ma il tutto in ogni caso non mi ha convinto appieno. Capisco che possa essere definito da molti un capolavoro, ed è stato senza dubbio anche acclamatissimo dal pubblico. Ma io non ci ho visto affatto nulla di così memorabile.
Nemmeno l'intreccio tra mondo reale e fantastico non mi ha convinto al 100%. Il finale non mi è dispiaciuto, anche se francamente mi sarei aspettato qualcosina di più.
Forse sarà colpa mia, magari non avrò capito fino in fondo lo spessore e il messaggio che la pellicola di Del Toro vuole trasmettere allo spettatore e forse rivedendolo una seconda volta potrebbe anche migliorare la mia opinione, ma visto la fatica che ho fatto nel finirlo (non è assolutamente un film da prendere alla leggera) credo che per il momento il mio voto sia questo.
Consiglio di darci nonostante tutto un'occhiata perché potrebbe risultare interessante, anche se per me i capolavori sono altri.

5 risposte al commento
Ultima risposta 17/07/2013 21.43.57
Visualizza / Rispondi al commento
rox special  @  14/07/2013 02:53:17
   9 / 10
Devastante e inaspettato capolavoro di Del Toro.
Mi pento di averlo recuperato solo di recente, ed essendo abituato ad altre pellicole leggere dello stesso regista come blade 2, i due hellboy e il recentissimo pacific rim pensavo ingenuamente di andare incontro ad un semplice film fantasy in stile Big fish di Burton. Di conseguenza l'effetto è stato doppiamente devastante.

Difficile e impossibile catalogarlo come semplice fantasy. Il labirinto del fauno è molto di più. E' un film crudo e spietato che non lascia scampo. Un analisi sul franchismo attraverso un viaggio onirico indimenticabile, che mette in luce un'innocenza stuprata. Altro che narnia....

MonkeyIsland  @  16/06/2013 17:14:12
   9½ / 10
Capolavoro!!!
Il miglior film di Del Toro.

sagara89  @  26/05/2013 23:32:05
   6½ / 10
non mi ha convinto molto a dispetto dei premi oscar e dei voti..

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  26/05/2013 12:56:53
   8½ / 10
La violenza del cinema, arte perversa, colpisce se la si contestualizza. In un film dichiaratamente iper-violento poco faccio caso all'aspetto che ne costituisce la struttura e cerco di capire altri elementi, altri spunti, altre inquadrature rivelatrici di un disegno generale di senso. Ma quando in un film relativamente "commerciale" (nel senso, di ampia distribuzione) si inseriscono scorci di brutalità degna dell'underground, allora sì che mi stupisco. Ieri commentavamo che alla prima scena della ferinità omicida di Vidal avremmo portato via dal cinema un eventuale bambino al seguito. C'è un tipo di violenza che i bambini possono tollerare, ma non questa. Ed è proprio in ciò, nell'interrogarsi su cosa un bambino deve VEDERE della realtà e della finzione (Vidal - Il mostro con gli occhi nelle mani), che sta la riuscita di questo gioiello. Una storia tristissima, come tutto nella realizzazione tecnica. Ogni quantum di tecnica, ogni atomo costitutivo di questa pellicola trasuda la tristezza della storia, della vita, dell'infanzia. Alla fine ci troviamo a supplicare troppo spesso la morte dei protagonisti, immersi in una spirale di violenza dove la fine è un'eutanasia risparmiatrice. Mentre i fascisti operano una scelta di fine di civiltà, tutti gli altri, i buoni (una categoria molto più ambigua di quanto sembri), devono soccombere ognuno a proprio modo. Non risalta la dimensione della partigianeria, che avrebbe fatto di questo un film banalotto, ma piuttosto la quantità enorme di extra-dimensioni, di miti e leggende solo accennate, di luoghi visti solo di sfuggita, un suggerimento di evasione che può ancora essere attuale. Alla fine ci rimane una bella morte, e un compianto funebre che ci traghetti al di là.

8 risposte al commento
Ultima risposta 02/06/2013 23.18.55
Visualizza / Rispondi al commento
jack98  @  13/03/2013 17:30:37
   9 / 10
Film magnifico, dal trailer mi ero immaginato una storia completamente diversa (anche perchè dura 1 min, mi aspettavo una storia completamente fantastica con un sottofondo di horror alla guillermo del toro. Invece mi ritrovo un film che mista realtà e fantasia (di due storie che avrebbero retto benissimo da sole) in un mix eccellente.
Assolutamente da vedere

Dracula  @  26/02/2013 17:10:58
   10 / 10
Capolavoro di rara magnificenza.

Un intreccio di cruda realtà e innocente fantasia... Uno dei film più intensi e potenti che io abbia visto.
Commovente.
Non servono altre parole.

ferzbox  @  20/02/2013 13:43:14
   9 / 10
Questo film mi ha totalmente spiazzato..vi confesso che ero sicuro di vedere una storia Fantasy dai caratteri grotteschi/visionari e nonostante non mi sia allontanato troppo dalla verità non avevo minimamente preventivato che lo spirito del film,in realtà,era rivolto verso uno scenario crudo e realistico..
Sinceramente non so quanto dire del film...perchè sono del parere che sia giusto visionarlo senza avere troppi preannunci,ma mi sento in dovere di sottolineare che questa pellicola ha dei risvolti molto maturi e concreti,non solo,sappiate che gli elementi fantasiosi ci stanno,ma sono giustificati in modo eccellente....una storia che mi ha messo addosso una malinconia imprevista ..
Davvero un lavoro ben concepito..dall'ottima regia e dalla bellissima fotografia..un ibrido tra il drammatico e l'onirico che mi ha lasciato il segno...
Bravissimo Del Toro,davvero un grande film...

Wallace  @  01/02/2013 02:20:30
   9 / 10
Film artisticamente ed emotivamente grandioso. A differenza di altri io non lo vedo come un film fantasy in quanto le ambientazioni ed i personaggi fantastici sono soltanto una proiezione della mente della bambina che vuole fuggire dalla realtà. film che lascia poco da dire se non altro che deve essere assolutamente visto.

Crazymo  @  25/11/2012 14:36:49
   9 / 10
Un film stupendo che mischia tramite un semplice espediente la cruda realtà al mondo della fantasia, il tutto tramite gli occhi di una bambina innocente continuamente circondata da un mondo che non le appartiene, pregno di tristezza ed ingiustizia... il mondo parallelo del "Labirinto del Fauno" è come una via di fuga dalla realtà, dalla razionalità, dalla tristezza; è un'uscita dal mondo.
Del Toro dipinge questo mondo fantastico in modo impeccabile, facendoci appassionare fin dal primo momento alla storia, la quale mette subito in chiaro che non è il solito fantasy per le famiglie, è un film profondo che vuole fare riflettere sul mondo che ci circonda, è un film crudo e al tempo stesso dolcissimo... Del Toro è riuscito a mischiare il tutto con una sensibilità incredibile e con un sacco di idee e tocchi visionari ineccepibili. Un film che che fa crescere e che fa riflettere, un colpo deciso allo spettatore... vi è stato un grande coraggio da parte del regista di mischiare così tanti argomenti difficili in un unico film. Può piacere o meno ma secondo me a partire da tutto ciò che vuole farci arrivare è un film unico nel suo genere, difficilissimo da valutare e da guardare all'infinito. Bellissimo!

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  08/11/2012 14:31:01
   8½ / 10
Originale, magico, intrigante. Pregevolmente girato. Non manca nulla. Filmone.

WongKarWai  @  22/10/2012 23:13:50
   6½ / 10
Francamente mi aspettavo qualcosa di più. Intendiamoci, è un buon film e l'idea di fondo, l'unione tra la cruda realtà del regime franchista e la fuga nel mondo fantastico della bambina, è sicuramente originale ed intrigante. Penso però che l'aspetto che molti hanno sottolineato come il punto forte del film, cioè la commistione di vari generi,dallo storico al fantasy, dal drammatico all'horror sia invece un punto che va a sfavore della pellicola. Insomma si ha l'idea di troppa carne al fuoco, dalla situazione problematica della madre, alla situazione storica, dalla crudeltà del generale al mondo fantasy-horror del fauno. Se da un lato questa contrapposizione è interessante, come ad esempio nell'ottimo finale (che mi ha fatti rivalutare buona parte del film), per lunghi tratti i due fili conduttori sembrano invece sconnessi tra loro, portando a un misto tra un film storico piuttosto crudo e "Le cronache di Narnia" o uno dei film meno riusciti di Tim Burton. La fotografia è molto buona, la regia interessante anche se in alcuni parti ridondante ed eccessivamente computerizzata, i personaggi caratterizzati in modo troppo manicheista, come nei peggiori film per ragazzi. Il risultato è un film partigiano, un po' confusionario, forse sopravvalutato rispetto a quanto effettivamente comunica. Il messaggio di fondo comunque è chiaro e il finale ben fatto e coraggioso.

TheShadow91  @  15/08/2012 01:57:53
   8½ / 10
Film molto bello e particolare.Lo stile e' evocativo e ha la stessa bellezza che hanno i classici del genere fantasy,ma qui c'e' anche una netta distinzione a causa di ingredienti ben diversi: il cupo,la guerra e perfino lo splatter.La trama ci fa vedere fantasie e sogni di questa ragazzina sognatrice,con scarsa importanza se gli eventi a cui assiste siano reali o no...ma dando invece importanza al fatto che siano una via di fuga dagli orrori che ella vive a causa della guerra che vive e dell'incredibilmente malvagio patrigno(come fa a nn esserci in nessuna classifica dei cattivi??!!).Stupendo poi il finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER .Comunque qualche difetto c'e': per gran parte del tempo sembra troppo un film di guerra: gli eventi delle battaglie avrebbero dovuto essere un contorno e invece occupano quasi 3 quarti di film.Che odio queste "furbate" registiche

momo  @  11/08/2012 16:27:05
   7½ / 10
Tra i film di genere fantastico questo è sicuramente un ottimo lavoro, ottime ambientazioni, trucco da oscar, un film creativamente molto entusiasmante. Forse quello che stupisce di questo film è la sua ubiquità tra i generi cinematografici (anche se si percepisce più il tentativo che il dato di fatto) ha un ambientazione storicizzata, componenti di film horror (forse il film a cui si avvicina di più è "Il mistero di Sleepy Hollow") una violenza alla Tarantino (assolutamente non per bambini...). Alla fine tirando le somme si tratta di una fiaba per adulti, le citazioni mitologicho-religiose (che sicuramente hanno fatto presa nei paesi latini) hanno più una funzione evocativa anche se è possibile attribuivi qualche senso [vedi spoiler dopo aver visto il film per capire tutto! ;-)].

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ide84  @  02/08/2012 23:12:35
   8 / 10
Veramente, ma veramente, ma veramente un bel film....ma veramente nè.

GTX33guitar  @  21/07/2012 17:16:41
   8½ / 10
Mi aspettavo un' altro film...sono rimasto comunque piacevolmente sorpreso..molto bello

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  01/05/2012 02:54:57
   8 / 10
(Spoiler qua e là)
Difetto capitale è il congegno troppo visibile, talvolta anche scontato. Ma si tratta di una pecca perdonabile, perché deriva da una spassionata ricerca di semplicità narrativa. Gli esiti tragici sono confessati sin dalla prima scena, nel sangue che illusoriamente si prosciuga sul volto della protagonista. Ofelia, un nome che scalpita di suggestioni e racconta già l' epilogo fatale.
La limpidezza della storia contrasta piacevolmente lo stile a dir poco imprudente, un calderone di sensibilità che stupisce per la bellezza dell'insieme. "Il labirinto del fauno" è forse un film che si gusta di più aguzzando meno la vista, un po' come quei dipinti che vanno ammirati da lontano. Ciò non impedisce ai bei dettagli di saltar su a meravigliare. Quella catasta di scarpe infantili, nella stanza del banchetto a pochi passi dal mostro, genera una confusa inquietudine.

mauro84  @  14/02/2012 11:28:38
   7½ / 10
rimasi stupito quando lo vedi.. davvero una bella fiaba in versione dark.. cupa.. al punto giusto.. storia intrecciata tra avvenimenti reali e fantasy.. non è per nulla la solita fiaba per bambini.

forse il finale e la caratterizzazione della bambina Opelia lascia un po' li però.. nel complesso è stato il tutto espressamente generato bene e piace.

CavaliereOscuro  @  18/01/2012 18:45:14
   8 / 10
Fantasia o realta? Questa domanda ridonda nella mente dello spettatore dall'inizio alla fine del film. Affascinante, cupo, poetico e allo stesso tempo spaventoso. Scenografia e fotografia degni degli Oscar ricevuti. Ottima recitazione. La coinvolgente trama gioca sempre sul filo del rasoio tra illusione e vita reale, lasciando ad ogni spettatore la propria interpretazione. A tratti degno del migliori horror movie grazie ad alcune scene davvero terrificanti. Film da vedere assolutamente!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  27/12/2011 16:14:43
   8 / 10
Difficilissimo da valutare, Il Labirinto del Fauno è uno di quei film che una volta visti si imprimono nella memoria. Ma vederlo non è facile, e devo ammettere con una certa vergogna di averlo ripreso in più sessioni in quanto mi sono addormentato un paio di volte (anche per stanchezza regressa). Questo perché è un film in cui ti aspetti qualcosa che però non si verifica, non è catalogabile: la scissione dei piani della realtà e della fiaba è netta e separata sempre e comunque, e questo depista lo spettatore.
Quindi va detto che è un lavoro da rivedere più volte per apprezzarlo appieno, perché merita: Del Toro ha un grande talento visionario che credo sia ancora potenzialmente inespresso e che in futuro potrà dare grandi frutti, portandoci un nuovo Tim Burton più violento e senza peli sulla lingua.
Perché questo Labirinto è un film estremamente violento, dove la realtà è nerissima e spietata come non mai mentre la fiaba dark prosegue su un binario completamente diverso. Il personaggio magistrale e cattivissimo del colonnello è il Male incarnato, poco da dire.
Manca comunque di qualcosa poiché procede poco spedito e con fatica si arriva al bellissimo e struggente finale, lasciando molti temi tutt'altro che banali su cui riflettere.

E finalmente una fiaba dark solo per adulti! I bambini lo dovrebbero vedere col binocolo.

francesco81  @  23/11/2011 09:24:09
   8 / 10
Il Labirinto del Fauno è una favola dark. La piccola Ophelia incontra un'ambigua creatura sotterranea, che le propone di divenire la principessa del suo mondo, qualora riesca a superare tre ardue prove. Il Labirinto del Fauno è una drammatica riflessione sulla guerra. Nella Spagna fascista la giovane Ophelia giunge con la madre in un casolare in campagna, ove risiede il presunto padre, un crudele capitano franchista. Qui la bimba conosce gli orrori e le violenze di quel periodo. Film a episodi quindi? Tutt'altro. Ophelia non può comprendere la realtà che la circonda, perciò si "rifugia" in un'avventura dai tratti fiabeschi, inseguendo la magia di trasformarsi in una principessa. Parallelamente, nel mondo reale si spezzano vite, si consumano tradimenti, si esercitano poteri ed oppressioni.

Sbrillo  @  11/11/2011 21:57:33
   10 / 10
film di ottima fattura e ben confezionato....perfetti i costumi e le musiche, le ambientazioni interessanti e avvincente la trama che altro non è che un misto tra favola e realtà!!!
c’è chi può considerare questo film come una bella fiaba e niente di più, ma chi è in grado di andare oltre le apparenze scoprirà che vuole lasciarci un profondo significato, più di quanto noi stessi possiamo immaginare..
E concludo con la bellissima frase del finale:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  09/11/2011 17:28:56
   8 / 10
film molto interessante che traccia una linea netta fra bene e male, fra la società dilaniata dalla guerra e il mondo delle favole e fra gli adulti ed i bambini che cercano rifugio nell'immaginazione per scappare.
La tematica è approfondita in maniera soddisfacente, e nel complesso è una storia diversa dai soliti fantasy proprio perchè si ha questa fusione fra realtà e fantasia, che si alternano in maniera continua.
Difetto: ci sono alcune scene che sono davvero troppo violente: la bocca sfregiata del padre nazista oppure la scena del risveglio del mostro sulla tavola...
Avrei resto questo film più accessibile ,, cioè anche ad un pubblico minore.
Perchè questo è un fantasy, ma è un fantasy realisto, e quindi molto violento!

edgeofglory  @  07/11/2011 14:41:13
   7½ / 10
Ieri ho avuto il piacere di vedere questo film che mi ha davvero affascinato. Perfetto il connubio tra generi, suggestiva l'ambientazione, emozionante l'intreccio realtà-fantasia. Un piccolissimo disappunto: troppo violento in alcuni punti.

david briar  @  04/11/2011 18:52:36
   6½ / 10
Ci sono certi film difficili da valutare. Quei film che hanno indiscutibili pregi,ma che lasciano anche perplessi,e ci si chiede se fosse fra le intenzioni del regista.
E' il caso de "Il labirinto del fauno",pellicola squilibratissima nelle sue parti.
Inizia decisamente male,con personaggi poco coinvolgenti. Si risolleva subito come si arriva alla prima scena fantastica,molto riuscita e affascinante.

Il problema è che tutta la parte ambientata nella realtà non funziona praticamente mai. Il marine è una macchietta fastidiosissima,e neanche gli altri comprimari vanno meglio .I membri della resistenza(cioè i buoni)appaiono privi di spessore,ed anche abbastanza stupidi in alcuni punti. Troppi stereotipi e clichè,tant'è che a un certo punto ci si chiede perchè il regista non sposti tutto il film sul lato fantasy,magari fregandosene della ambientazione storica,ma purtroppo non avviene così,anzi,è più il tempo nelle realtà che quello nella fantasia. Forse,si voleva dare l'idea di trattare temi impegnati nonostante un genere al quale non sono usuali,ma se poi la cura della sceneggiatura è così scarsa,direi che era meglio concentrarsi sul fantasioso.
In tutto questo,non aiuta certo il cast,fatto di attori poco espressivi e poco intensi,a parte l'interprete protagonista,Ivana Baquero,bambina che recita in modo molto naturale,e Álex Angulo(il dottore).

La regia però è oggettivamente ottima e trova atmosfere inquietanti e trascinanti,peccato non abbia sfruttato meglio le sue potenzialità. Pur con un budget abbastanza limitato, la produzione è riuscita a creare scene sempre convincenti. Straordinari i lavori sul trucco e sulle scenografie, Oscar meritati. Funzionale la fotografia,anche se l’Oscar sembra esagerato.

“Il labirinto del fauno” è un prodotto poco equilibrato,che riesce a farsi apprezzare ma non a tal punto da dimenticare i numerosi difetti di sceneggiatura.
Meno male che il finale è molto riuscito, con un pessimismo di fondo quasi disturbante. Del Toro sembra volerci dire che il nostro è un mondo senza speranza,e il solo posto dove rifugiarsi sono i nostri sogni. Messaggio secondo me fortissimo e bellissimo, fa pensare che la scarsità della parte realistica fosse voluta per renderla insopportabile rispetto al magnifico mondo dei sogni. Magari è anche così,ma non basta per lasciar perdere quelle mancanze..

Bobby Peru  @  20/10/2011 22:34:05
   9 / 10
Che inaspettata serata magica. Mi sono ritrovato di fronte una delle fiabe più incredibili di sempre. Un mix di sentimenti, anche se la maggior parte "negativi". Tra horror, spunti storici, drammi, violenze inaudite, fantasia, fascino decadente ti ritrovi catapultato in questa cruenta e violenta fiaba per adulti ambientata nelle campagne della Spagna franchista. Alcuni momenti sono veramente "forti". Altro che film horror.

Giudizio: auguro a chiunque di vedere questa pellicola VM14, è raro trovare materiale del genere, e non si può perdere.

chupas8  @  29/09/2011 20:01:03
   8 / 10
film coinvolgente e di difficile collocazione: fantasy? commedia? drammatico? storico? sicuramente un buon mix...da vedere!

Warwizard  @  17/09/2011 09:48:59
   9 / 10
Un film siccuramente diverso dal solito, con una storia molto profonda e giocata sul vero-non vero sullo sfondo di eventi più grandi della giovane protagonista, cosa che contribuisce comunque a creare un'atmosfera sospesa tra il surreale e il drammatico. Davvero ben curati tutti i personaggi, anche i più insignificanti, e tutti gli aspetti della ricostruzione storica e della sceneggiatura, ricca e ben costruita.
Un personaggio tra tutti, il misterioso "fauno", costituisce una creatura di davvero grandi doti e grandissimo carisma e contribuisce a creare con tutte le sue sfaccettature, a volte apparentemente contraddittorie, una storia in sé difficile dacredere eppure allo stesso tempo magnetica.
Un film non per tutti, soprattutto per la crudezza di certe scene e della trama non scontata e non banale, ma che merita sicuramente di essere visto ed apprezzato anche per questi aspetti un po' diversi dal solito.

speXia  @  25/08/2011 20:21:51
   10 / 10
Perfetto da ogni punto di vista,ho detto tutto!

BuDuS  @  25/07/2011 00:08:41
   9 / 10
Molto bello, uno dei migliori che ho visto (di questo genere).

Tuttavia non sono sicuro che il genere "Fantastico" calzi perfettamente, delle due lo avrei messo più sul "Drammatico".

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  16/07/2011 20:15:52
   8 / 10
IL LABIRINTO DEL FAUNO riassume le tematiche trattate dal regista messicano Del Toro nei sui film precedenti. Dopo aver lavorato a pellicole che facevano ampio ricorso agli effetti speciali o che creavano un'atmosfera irreale e carica di mistero, Del Toro, in quella che é forse la sua opera più matura, riesce a combinare i due filoni, creando un film al tempo stesso inquietante e ricco di effetti speciali. Del Toro ha riunito una serie di straordinari attori spagnoli per questa produzione, tra cui Sergi Lopez, Ariana Gil e Maribel Verdù, oltre alla Baquero. Ambientato sullo sfondo della Spagna appena uscita dalla guerra civile, IL LABIRINTO DEL FAUNO si distingue per la sua straordinaria ricchezza visiva e per la qualità delle interpretazioni.

Eleanor_Rigby  @  06/07/2011 15:36:09
   9 / 10
Va ammesso che è grande la maestria di Guillermo del Toro sopratutto nel coadiuvare il piano reale e quello fantasy. E' uno dei film più intensi che abbia mai visto, coinvolge, appassiona, insinua il dubbio nello spettatore. Produce del sentimento questa pellicola, almeno nella mia persona, sentimenti forti e importanti. Possiamo dire che questa è arte? Darei 1 a molti film che ho commentato se visionati dopo questo.
Altamente consigliato.

chem84  @  29/06/2011 23:14:48
   8 / 10
Mescolando così tante situazioni e generi diversi all'interno di un unico film si rischiava di produrre qualcosa di grottesco e poco convincente, ma il buon Del Toro se la cava in maniera più che dignitosa.
Un film che forse appare un po' scontato in alcuni punti, ma si passa sopra volentieri, in virtù di un potere emotivo veramente notevole.
Unica avvertenza, se siete in momento triste della vostra vita, rimandate la visione a tempi migliori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  22/05/2011 12:39:01
   6½ / 10
La storia incontra la fantasia.
La Spagna è sotto le briglie della dittatura franchista e una adolescente col nome di Ofelia si trasferisce in un antico casolare presidiato dalle forze totalitarie di Franco.
Qui l'atmosfera che la bambina respira non è delle migliori,il padre acquisito e capitano del regimento Franchista,Vidal esercita una forte pressione di tipo tirannico sulla stessa bambina e la madre.Ofelia è una bambina che cerca il distacco da una realtà cosi crudele e piena d'imperfezioni.Alla scoperta di un'antica rovina nei pressi del casolare,le si rivelerà un mondo fatto di utopie e curiose apparizioni,dove Ofelia è la principessa di un mondo incantato,un mondo che è la ricerca visionaria di una speranza di distacco da una realtà DISincantata e barbara.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/05/2011 20.06.44
Visualizza / Rispondi al commento
draghetta1989  @  14/05/2011 10:11:39
   7 / 10
visto ieri sera per la prima volta volta: che dire il film colpisce sicuramente solo che ancora non ho ben realizzato se mi colpisca in positivo o in negativo, infatti non so nemmeno bene che voto dargli... dal momento che sono molto più avvezza al genere storico che a quello fantasy nel film ho preferito la parte "reale" sulla guerra tra esercito di Franco e partigiani piuttosto che le fantasie di Ofelia, ma è solo una questione di gusti personali. il labirinto del fauno è un film piuttosto atipico, del Toro ha coniugato e riunito in una sola pellicola molti generi differenti cercando di donare cmq armonia al tutto, ci si trovano gli orrori della guerra, l'intolleranza, i sogni di una bambina che desidera sfuggire alla realtà creandosi un mondo di illusioni, però non so se sia davvero riuscito ad amalgamare i generi come avrebbe voluto. durante la visione ci si accorge che le due facce di questo film viaggiano su binari praticamente paralleli, non si incontrano mai e ogni tanto appaiono davvero slegate l'una dall'altra, o almeno io ho avuto questa impressione. in pratica trovo il film molto significativo, realizzato splendidamente, posato nella narrazione, particolare e con un'ottima idea alla base, però per i motivi prima citati e per lo scarso coinvolgimento emotivo in alcune sequenze devo dire che non mi ha del tutto soddisfatta. non trovo soddisfacente nemmeno la parte reale sulla dittatura di Franco, che effettivamente non è approfondita o esauriente, non mostra che una parte di ciò che questa guerra civile ha significato, gli stessi protagonisti di questa guerriglia dei boschi, i partigiani da un lato e i soldati di Franco dall'altro sono piuttosto abbozzati, Vidal poi pare quasi una parodia talmente è macchiettistico nella sua cattiveria, è proprio solo uno stereotipo.
mah di sicuro appare come una favola nera poetica e creativa, però ripeto che non mi soddisfa del tutto, lo trovo un film buono, sopratutto negli intenti, ma nulla di più.

Black Eight  @  07/05/2011 14:39:46
   6½ / 10
Guillermo Del Toro si definisce un "innamorato dei mostri", li studia dal punto di vista sociologico, cerca di coglierne l'essenza, e questa passione si riversa splendidamente nei suoi film (non solo Il Labirinto Del Fauno, ma anche i due Hell Boy), una tendenza visionaria che difficilmente può essere circoscritta al solo genere fantasy. Tuttavia se pure è apprezzabile la dedizione così vivida del regista, allo stesso tempo bisogna denunciare il debole coinvolgimento emotivo che traspare da questa sua creazione, così ambiziosa da impantanarsi su se stessa. C'è il fantasy, c'è il dramma, c'è il ritratto storico di un'epoca, ma il tutto è abbastanza sbilanciato, e alla fine vorrebbe dire tanto, forse troppo con i suoi rimandi alla mitologia e alla simbologia, ma in effetti non esprime molto. Insomma per quanto mi riguarda a questo film mancano le basi (nelle idee e nelle scelte contenutistiche) per potere essere definito capolavoro. Per quanto riguarda invece le scelte artistiche il tutto è pienamente condivisibile ed encomiabile se si pensa che non stiamo parlando di una produzione hollywoodiana. Il film è un piacere per gli occhi, merito di una fotografia superba e di una direzione di scena impeccabile. Tre oscar meritatissimi

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  29/04/2011 17:34:55
   9 / 10
Le tragedie della guerra e la magia del fantasy in un unico film! Proprio bello!

Hyspaniko9  @  22/04/2011 14:43:06
   10 / 10
Guillermo del Toro è un genio, ha creato uno dei film più belli di sempre, emozionante, commovente, un genere che mescola il fantasy al drammatico, e personalmente non ho mai visto un fantasy così bello ! UN CAPOLAVORO non ho altro da aggiungere.

krystian  @  18/04/2011 20:57:07
   10 / 10
Uno dei miglior film che io abbia mai visto... Emozionate.
Da vedere!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  16/04/2011 13:19:52
   10 / 10
Un film incantevole, e ci si potrebbe anche fermare qua.
Se l'affermazione di una realtà fantastica dovrebbe sospendere interamente l'azione reale, Del Toro coniuga splendidamente l'onirico e il tangibile, rendendo tale dualità una simbiosi armonica di concetti normalmente in antitesi. Ed è proprio tale appassionante connubio, che si riflette nei colori vividi ma cupi della fotografia, e soprattutto nello sguardo abbacinante della protagonista, a confondere e commuovere. In un mondo sconvolto in cui la guerra sottolinea, spietata, la caducità dell'essere umano, Ofelia trova rifugio in un universo in cui non si entra "in compagnia" e non si odono voci umane; nel suo rapporto assoluto con l'assoluto, Ofelia riesce a trovare la certezza, seppur angosciosa, d'una via di fuga.
Al di là del rigore stilistico nella rappresentazione, il "Labirinto del Fauno" è anzitutto una delle più belle fiabe mai apparse sul grande schermo: un racconto che rapisce e suggestiona, salvo poi riconciliare con la vita.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/04/2012 23.56.41
Visualizza / Rispondi al commento
crawler  @  12/04/2011 12:38:08
   10 / 10
dal titolo credevo fosse una storiella tranquilla per bambini...invece si è rivelato per me un film stupendo...bellissima la colonna sonora che fa da sottofondo a questo piccolo capolavoro

Invia una mail all'autore del commento Jeremy1979  @  29/03/2011 18:15:00
   8 / 10
Un ottimo film, con delle ambientazioni veramente cupe e coinvolgenti...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  17/03/2011 12:20:21
   6 / 10
A dispetto dei commenti entusiastici che mi precedono non l'ho apprezzato molto. Ineccepibile dal punto di vista realizzativo, è notevole lo spunto del regista che decide di contrapporre reale ad immaginario, creando un'interposizione molto affascinante, specialmente nel contesto storico in cui è ambientato.
Tuttavia è troppo angosciante e lento per i miei gusti (in tema di fantasy), e questo mi ha impedito di gustarmi a dovere la storia. Una piccola delusione.

Il Fauno  @  15/03/2011 09:55:25
   10 / 10
GiÓ leggendo il mio username si capisce tutto. Credo proprio sia uno dei miei film preferiti in assoluto.
Dalla prima volta che lo vidi, me ne innamorai, lo guardai al cinema, e mi colpý parecchio. E' un film particolare, mi piace molto questo intreccio realtÓ/fantasia con lo sfondo la guerra. La fotografia Ŕ eccellente e da al film un'atmosfera molto sinistra, i "mostri" sono fatti molto bene e anche la colonna sonora fa la sua parte. Una specie di fiaba nera molto forte e impressionante. Assolutamente non per bambini. Anzi, un film per stomaci forti.

Il Dragone  @  12/03/2011 11:36:52
   8½ / 10
Un originalissima fiaba dark e cupa, intensa e molto forte. Un opera che si avvale di un buonissimo cast, una sinistra fotografia, un’ eccellente scenografia, una melodica colonna sonora e una bella dose di trucco.
Il film inciampa un po’ negli effetti speciali, bruttini (es: scena del rospo), ma in se è troppo bello e dettagli simili passano in secondo piano.
Scritto e diretto perfettamente, un opera da non perdere !
Commovente.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  10/03/2011 16:57:56
   7 / 10
Riuscito film che gioca su due livelli: reale e immaginario. Storia nera in cui la protagonista sfugge alle mostruosità del reale per rifugiarsi tra i mostri e le fate del mondo dei suoi amati libri.
Il regista ben dirige un cast non sempre all'altezza. Differentemente da quanto si possa pensare, non è un film per un pubblico giovane.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  07/03/2011 00:38:09
   8 / 10
Bellissimo apologo sul potere della fantasia capace di contrastare la violenza dei totalitarismi.
Nonostante debba ammettere di aver trovato i momenti fantasy leggermente slegati dal racconto storico, non posso nascondere di essere rimasto profondamente toccato da un film poetico e straziante che ci ricorda ancora una volta che non c'è orco delle fiabe paragonabile a quelli della realtà.
Il regime della violenza ha avuto quel che si meritava.
Straordinari i tocchi dark nelle creture immaginifiche ricalcate su tanta arte e letteratura, funzionale il richiamo al labirinto di "Shining" nella fuga della piccola Ofelia e commovente il finale.
Nulla di più lontano dai blockbuster statunitensi.

Jumpy  @  02/03/2011 15:45:03
   7 / 10
Realtà e fiaba si mescolano in modo quasi sempre fluido e perfetto, aiutati anche da una fotografia superba. Peccato per la caratterizzazione dei personaggi, piuttosto grezza e che si perda un po' nel finale.

Oskarsson88  @  24/02/2011 19:00:34
   8 / 10
crimal9436  @  21/02/2011 15:14:24
   7 / 10
_Hollow_  @  21/02/2011 03:42:02
   8½ / 10
Bel film, con un bellissimo finale a coronamento ... non è perfetto e non mi sognerei mai di dargli un voto più alto di questo, ma sotto certi aspetti è veramente ben fatto.

P.s.: peccato che certe scene, più che surreali, risultino proprio assurde



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

trickortreat  @  27/12/2010 03:35:20
   10 / 10
La bellezza di questo film è potentissima. L'intreccio delle due storie è incredibilmente perfetto: da un lato la crudeltà della guerra, dall'altro la guerra stessa vista con gli occhi innocenti di una bambina che troverà rifugio nella sua immaginazione. Tre prove separano la fanciulla nel diventare principessa di un regno che solo alla fine verrà svelato, il tutto sotto gli occhi vigenti di un fauno legnoso e all'apparenza poco affidabile. 3 oscar meritatissimi, miglior fotografia, miglior scenografia e su tutti il miglior trucco, davvero strabiliante: come non rimanere incantati difronte alla misteriosa bellezza del fauno o incuriositi dalla grottesca peculiarità dell'orco mangia bambini? E' utile precisare che la fiaba in questione è molto più adulta di quanto possa sembrare all'apparenza, a volte risulta anche inquietante, il sangue scorre, seppur in minima parte, e il tema non è certo alla portata dei bambini. Il finale, seppur drammatico, conclude in bellezza questo capolavoro e lascia un sorriso di felicità, felicità perchè finalmente Ofelia ha potuto coronare il suo sogno di ricongiungersi al padre.

7219415  @  07/12/2010 13:10:28
   8 / 10
molto particolare!!!!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  22/11/2010 14:58:09
   8 / 10
La grandezza del film sta tutta nella disinvolta naturalezza con cui gestisce i due piani contemporanei della realtà e della fantasia, riuscendo al contempo a donare sia l'ottimismo e la speranza insiti nel "rifugio nella fantasia" (l'equivalente della forza degli ideali in cui si ha fede, per un adulto), sia una forte oppressione e disperazione insita nella realtà (a quest'ultima sensazione è comunque riservata, giustamente, pregnanza maggiore).
Il finale è un amalgama splendido dei due diversi esiti del film (speranza-disperazione), e lascia allo spettatore di scegliere la strada che predilige. Quella di Ofelia è una parabola disperata (punto di vista della realtà) o un'apologia della fantasia-speranza come unico strumento di riscatto (anche morale)? E'naturalmente entrambe le cose, ma entro di noi prevarrà ora l'una ora l'altra, a seconda della sensibilità individuale al momento della visione.

L'Orrore vero è naturalmente quello della realtà, non quello dei "mostri" delle fiabe; tuttavia la scena in cui rubare due chicchi d'uva a un banchetto luculliano imbandito per nessuno risveglia un maligno sorvegliante (una scena che potrebbe uscire da qualche antico mito), è una stupenda metafora degli squilibri sociali che stanno alla radice dell'orrore descritto nel mondo (in cui il regime dà tozzi di pane ai poveri per inibire la Resistenza).
E quell'essere maligno (i cui mani-occhi hanno la spietatezza, tentacolare e un po' goffa, di un intero apparato di polizia in un regime totalitario) divora le fatine proprio come il Saturno di Goya divora i figli (la citazione è esplicita).

Il film si svela progressivamente come un classico racconto di formazione: è l'esperienza bruciante del male, fatta da una bambina con l'ausilio delle fiabe (un "cuscino" che viene lentamente eroso).
E' un cammino iniziatico in cui le prove da superare costituiscono la via d'accesso alla cognizione del bene e del male, e - in questo caso, nelle circostanze tragiche della Storia - anche a una precoce assunzione di responsabilità.

ValeGo  @  20/11/2010 17:46:11
   9 / 10
Mi ha davvero sorpreso..un intreccio di storia,fiaba,reale e fantastico...guerra,torture,partigiani,creature immaginarie,..bello..davvero bello..da vedere assolutamente ne rimarrete colpiti!

Mothbat  @  13/11/2010 20:34:23
   9 / 10
Il cinema spagnolo continua sempre di più a sorprendermi.
Un fantasy crudo e fiabesco allo stesso tempo. Meraviglioso.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/11/2010 21.54.47
Visualizza / Rispondi al commento
FalcoBianco  @  08/11/2010 17:57:13
   10 / 10
Commovente e artisticamente favoloso,capolavoro.

James_Ford89  @  03/11/2010 17:49:59
   9½ / 10
Fiaba grottesca di una bellezza unica.
Del Toro ci propone due storie parallele, interessantissime entrambe. Giusti i 3 oscar.
Alcune scene sono davvero piene di fantasia, davvero sensazionali!
Commovente,pulito, fiabesco....le potenzialità per essere un capolavoro del cinema moderno!
Straconsigliato

  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in france
 NEW
alla corte di ruth - rgbamerican animalsancora un giornoannabelle 3arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgame
 NEW
baby gang (2019)banglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaocarmen y lolache fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredaitonadentro caravaggio
 NEW
di tutti i coloridicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriadomino (2019)due amici (2019)
 NEW
edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil segreto di una famigliail traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malela mia vita con john f. donovanla prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatolucania - terra sangue e magial'ultima oral'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'
 NEW
passpartu': operazione doppiozeropet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
raccolto amarorapina a stoccolmarapiscimired joanrestiamo amicirocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfie
 NEW
serenity (2019)sharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbai
 NEW
skate kitchensoledadsolo cose bellespider-man: far from homestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abisso
 NEW
the deepthe elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascalti presento patricktorna a casa, jimi!toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna famiglia al tappetouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark web
 NEW
vita segreta di maria capassowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewonder parkx-men: dark phoenix

989941 commenti su 41672 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net