il grande gatsby (1974) regia di Jack Clayton USA 1974
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il grande gatsby (1974)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL GRANDE GATSBY (1974)

Titolo Originale: THE GREAT GATSBY

RegiaJack Clayton

InterpretiRobert Redford, Mia Farrow, Karen Black, Bruce Dern

Durata: h 2.25
NazionalitàUSA 1974
Generedrammatico
Al cinema nel Marzo 1974

•  Altri film di Jack Clayton

Trama del film Il grande gatsby (1974)

Nick, agente di cambio, abita vicino alla lussuosa villa di Jay Gatsby, arricchito in modo misterioso. Daisy, sua cugina, è stata un tempo amante di Gatsby, ma ora è sposata al ricco e cinico Tom. Gatsby riesce a incontrarla, proprio grazie a Nick, e le chiede di divorziare. Lei rifiuta ma Tom, convinto dell'infedeltà della moglie, minaccia il rivale. Infine, sarà proprio Daisy, investendo una donna con la macchina di Gatsby, a provocare l'intervento del marito, che lo ucciderà credendolo responsabile.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,07 / 10 (14 voti)6,07Grafico
Migliori costumiMiglior colonna sonora
VINCITORE DI 2 PREMI OSCAR:
Migliori costumi, Miglior colonna sonora
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il grande gatsby (1974), 14 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DarkRareMirko  @  17/01/2019 22:57:35
   8½ / 10
Filmone senza se e senza ma; basandosi su di un notevole script del Dio Coppola, il romanzo di Fitzgerald risorge e, ai punti, batte, anche se di poco, il remake con Di Caprio.

Quasi mai una sbavatura, ritmo che tiene per 140 minuti, da manuale certe sequenze (come il finale, che ricorda quello di Viale del tramonto).

Lusso ostentato, atmosfera unica, tanti attori (Waterston e Dern non li ho riconosciuti subito peraltro; c'è da dire che il primo non è che sia così carismatico, ma forse era una cosa voluta) riguardo a vite che paion star bene solo di facciata, ma dietro nascondono ben altro (ingiustizie, tristezze, ecc.).

A me è parsa tutta una critica a certe persone, dalle vite facile, rese tali dall'aver avuto tutto, troppo presto [cit. retro del dvd, ottima descrizione, peraltro].

Un classico; conosco poco o nulla tal Clayton, ma non credo che in mano a gente più blasonata l'opera, difficoltosa di per sè, sarebbe venuta meglio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

fabio57  @  10/10/2016 15:00:28
   7½ / 10
Dopo aver visto il film con Di Caprio, mi sono andato a rivedere questo del 1974 a sua volta remake di un film del 1949,trasposizione cinematografica del capolavoro letterario di Scott. I confronti sono difficili e forse inutili. Redford è molto elegante e la sua performance decisamente sobria, Di Caprio è più espansivo, più istrionico. Insomma stavolta si può riconoscere, che il remake è meglio dell'originale, naturalmente il giudizio è estremamente soggettivo. Invece è oggettivamente bella la storia raccontata, che dimostra inesorabilmente come il destino ultimo di un uomo, può spesso essere deciso dai capricci e dalle moine di una donna, più portata al calcolo che al sentimento. Insomma l'amore questo sconosciuto, non conosce ragioni e regole, ma solo cuore e sensazioni, questa la tesi propugnata nel film ed è difficile non essere d'accordo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  12/02/2015 12:12:03
   6½ / 10
Seconda trasposizione dell'immortale libro di Fitzgerald. Rispetto alla recente versione di Lhurmann c'è meno sfarzo, o almeno quello necessario, e si da' piu' importanza ai dialoghi che cercano di essere quanto piu' fedeli al libro possibile.
Malgrado il lavoro accurato di Coppola il film tende ad annoiare per la lunga durata della pellicola e certamente non puo' toccare tutte le corde emozionali che tocca il libro.
La prova di Redford è ottima, il personaggio sembra essere scritto su di lui. Meno brillante la Farrow nel ruolo di Daisy.
Un buon esercizio di stile ma che sinceramente non rivedrei una seconda volta...

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  25/09/2014 11:05:43
   7 / 10
a tratti peso.... ma Redford è mostruoso che annichilisce quasi tutto il resto del cast pure ottimo..... però che la media di questo film non raggiunga la sufficienza mi pare assai ridicolo...

Botticciolo  @  27/06/2014 00:11:09
   7 / 10
Ottima trasposizione cinematografica del capolavoro letterario di Fitzgerald.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  01/01/2014 18:56:17
   5½ / 10
Constatata l'impossibilità di emulare l'opera da cui è tratta senza snaturarla troppo, ad emergere è la cosidetta parte tecnica del film, le scenografie ricreate minuziosamente,i costumi altilocati dell'epoca e le musiche evocative, non si fa mancare proprio nulla.
Clayton la sua bella carriera l'ha fatta principalmente toccando temi tabù, da buon mestierante badando sempre al sodo, in quest'opera manca diradata nella lunghezza della pellicola la poetica di un regista, perchè se a conti fatti è impossibile non trascurare sottigliezze sui caratteri dei protagonisti, piccoli episodi che arricchiscono il bagaglio caratteriale del personaggio, a nobilitarla doveva pensarci la regia che invece ha anteposto la forma alla sostanza. Emerge l'asetticità borghese nello spendere, nel non farsi mancare nulla, sopratutto in Redford con un'impostazione molto (troppo?) controllata, apparenza e la diffidenza della stessa borghesia nei confronti di chi ce l'ha fatta, ma nel confronto melodrammatico prevale quest'ultimo, tante tematiche sacrificate all'altare per il dramma che poi è quello che prende al cinema, basta vedere come è stata più volte ridotta la trasposizione di 'Anna Karenina', trinomio adulterio-amore-tragedia sulla quale viene poi pacchianamente ridotto anche questo.

DogDayAfternoon  @  16/05/2013 20:39:18
   6½ / 10
Già il libro di per sé non mi aveva preso molto, la riproduzione cinematografica non ha fatto altro che confermare i miei dubbi; non è una gran storia questa del grande Gatsby. Soprattutto la prima parte del film scorre lenta, troppo lenta. Ci mettono una pezza i bravi Robert Redford e Mia Farrow, un aiuto lo dà anche l'ottima fotografia, poi il film comincia a velocizzarsi e la trama si rende maggiormente interessante. Con un taglio di almeno mezz'ora alle varie feste e festicciole (capisco che bisognava rendere l'idea dello scenario in cui si svolgono i fatti ma forse qui si è esagerato un po') si sarebbe reso il tutto meno pesante.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  15/04/2012 23:02:24
   5 / 10
Tedioso dall inizio alla fine,seppur con un grande Robert Redford.

Tanto acclamato quanto evitabilissimo.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  27/12/2011 10:30:04
   5½ / 10
Un film molto difficile da votare, sia per l'opera letteraria di F. Scott Fitzgerald da cui è tratto, sia per una forte carenza che viene a manifestarsi nell'ultima parte e che rende banale e scontato tutto quel lavoro, sufficiente, che si era svolto all'inizio della pellicola.
"Il grande Gatsby", come già detto prima, è sicuramente un prodotto che lascia amaro in bocca: un gusto amaro non dovuto soltanto al finale, come capita in altri film, ma dovuto essenzialmente all'ultima parte e alle scelte di regia di Jack Clayton che, personalmente, non ho condiviso più di tanto.
La prima parte è sicuramente decente: da' l'idea di un film comune, con graziose scenografie e costumi anni '20, molto suggestivi e curati, e di una buona recitazione, con un carismatico Redford (tuttavia in un ruolo che non gli si addice), e con un'intensa Mia Farrow e una seducente ed affascinante Lois Chiles (attrice di cui poi si sono perse le tracce, se tralasciamo un Bond con Roger Moore e "Assassinio sul Nilo" di John Guillermin).
Poi, man mano che la narrazione procede, ci accorgiamo che dopo un'ora e mezza di pellicola, non sia successo granché, a parte un gioco di seduzione folkoristico, continuo e stressante, di cui, per la complicatezza dei rapporti e delle relazioni, viene da chiedersi: "Ma è davvero un film tratto dal romanzo di Scott Fitzgerald?".
La colonna sonora è sicuramente splendida, così come la fotografia con lunghe riprese sul mare e con tramonti di fuoco; molto sontuose sono anche le feste che Gatsby crea a casa sua (una reggia, a dir poco).
Il problema di fondo, che non starò tanto a ribadire, è che il film, sia nella prima parte, che nella seconda, "non ha un'anima" ed è semplicemente freddo e scontato. A ciò, infine, va ad aggiungersi la sceneggiatura di Coppola, davvero troppo carente, e una pesantezza divina negli ultimi trenta minuti, che spiegano chiaramente il mio voto e che rovinano tutto ciò che si è creato prima.
E' stato davvero difficile arrivare alla fine, ma. tutto sommato, è un prodotto non troppo scadente, che merita una visione.

antoeboli  @  16/07/2011 06:19:46
   5 / 10
Come gia scritto da altri utenti tra i vari commenti del film si parla di pesantezza. anche io sono riuscito ad arrivare a fatica alla fine del film . complice una caratterizzazione dei personaggi insufficiente. praticamente di gatsby alla fine non si è capito molto e gli altri personaggi appaiono quasi come meteore che parlano tanto ma non attraggono mai lo spettatore . due oscar si cui uno per la colonna sonora che non so , ma onestamente non ho sentito nulla di grandioso . si salvano solo la buona interpretazione di Redford nei panni di Gatsby e appunto la buona scenografia in cui è ambientato il film .

Trixter  @  15/04/2011 13:54:54
   5 / 10
Da promuovere solamente l'interpretazione di un Robert Redford ispiratissimo e l'elegante ambientazione. Per il resto, prevale la noia, attraverso dialoghi pesanti, colonna sonora poco adeguata e ritmi soporiferi.

gei§t  @  30/06/2009 00:49:11
   5 / 10
Un ritratto di persone vuote, per cui solo l'apparenza conta. E fin qui potava andare bene, ma il film è pesante, molto pesante, difficile arrivare alla fine.

siren  @  09/08/2007 13:08:32
   5 / 10
Impensabile il confronto con l'opera di Fitzgerald.
Siamo lontani anni luce.
Unici punti di forza del film:
-Ricostruzione storica dei Roaring Twenties a ritmo di jazz e a passi di Charleston, ma senza neanche troppe allusioni premonitrici all'imminente collasso di un mondo blasé ed effimero, sull'orlo del baratro;
-Interpretazione di Redford: affascinante e nostalgico, equivoco e tragico, ha dipinto un ritratto convincente di Jay Gatsby (personalmente mi è sembrato che, nelle scene notturne in cui è ripreso di spalle, solo, sul molo della villa di West Egg intento a fissare la luce verde intermittente, si materializzasse un mito, che fino a poco prima viveva esclusivamente nelle pagine immortali di Fitzgerald...)
Nonostante una sceneggiatura firmata Francis Ford Coppola, rimane un'impresa assai ambiziosa trasporre su pellicola un romanzo di tale portata.
L'analisi di Clayton è superficiale e limitata, non si addentra nei meandri delle riflessioni esistenzialiste che tormentavano Fitzgerald, che, invece, affronta ampiamente in un libro che sa di autobiografia.
La Farrow non entusiasma nel ruolo di Daisy, migliore la prova di Lois Chile che interpreta l'amica Jordan.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  02/03/2007 14:22:46
   6 / 10
Sontuoso (la seconda, dopo la versione del 1949 con Alan Ladd) adattamento del classico di Francis Scott Fitzgerald: rispetto al vecchio film, la scelta di Robert Redford è assolutamente azzeccata, adatta anche fisicamente alla parte di questo dandy moderno e del mondo inquietante e un po' corrotto che rappresenta.
Ma "Il grande Gatsby" fu infinitamente di più: un libro che racconta le profonde radici di un Sogno Americano e l'ascesa inquietante nel mondo della "società dell'apparenza", e il film di Clayton non riesce a cogliere benissimo queste sfumature.
Probabilmente è vero che da un romanzo epocale sia difficile trarre un buon film, ma ciò che traspare è soprattutto l'aspetto glamour della vicenda.
Almeno se Clayton si fosse chiamato De Palma (v. Black Dalhia) avremmo avuto un film deludente ma tecnicamente inarrivabile.
Invece la performance di Redford vale tutto il film

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001531 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net