il cattivo tenente - ultima chiamata new orleans regia di Werner Herzog USA 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il cattivo tenente - ultima chiamata new orleans (2009)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL CATTIVO TENENTE - ULTIMA CHIAMATA NEW ORLEANS

Titolo Originale: BAD LIEUTENANT: PORT OF CALL NEW ORLEANS

RegiaWerner Herzog

InterpretiNicolas Cage, Val Kilmer, Eva Mendes, Jennifer Coolidge, Fairuza Balk, Brad Dourif, Shawn Hatosy, Denzel Whitaker, Xzibit, Shea Whigham, Brandi Coleman, Katie Chonacas, Tom Bower, Vondie Curtis-Hall, Irma P. Hall, Lance E. Nichols, Kyle Russell Clements

Durata: h 2.01
NazionalitàUSA 2009
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 2009

•  Altri film di Werner Herzog

Trama del film Il cattivo tenente - ultima chiamata new orleans

Terence McDonagh, tenente della Squadra Omicidi del Dipartimento di Polizia di New Orleans, dopo essersi rimesso da una difficile operazione per un grave infortunio alla schiena ha sviluppato una grave dipendenza ad antidolorifici e cocaina. Chiamato ad indagare sul massacro di una famiglia di immigrati africani, Terence trova un testimone oculare, il giovane Daryl, che però deve proteggere dal probabile responsabile degli omicidi, lo spacciatore Big Fate, mai processato per via della sua propensione a uccidere i testimoni. Mentre cerca di proteggere Daryl, incastrare Big Fate e conciliare la tossicodipendenza con il ruolo di poliziotto, Terence dovrà anche prendersi cura della sua ragazza, la prostituta Frankie, che si trova in grave pericolo a causa di un cliente...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,41 / 10 (101 voti)6,41Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il cattivo tenente - ultima chiamata new orleans, 101 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Invia una mail all'autore del commento malocchio  @  28/10/2020 23:37:55
   7 / 10
a me è piaciuto,di remake non ha nulla, è più una sorta di omaggio all'omonimo film di ferrara,grandissimo cage.
nonostante la lunga durata non annoia mai,consigliato

BenRichard  @  16/05/2018 02:41:42
   6 / 10
Film che ha provocato un paio di polemiche, considerato un remake (che non è a detta di Werner Herzog) della pellicola del 1992 diretta da Abel Ferrara, d'altronde entrambi dallo stesso titolo originale "Bad Lieutenant" e con la caratterizzazione del personaggio principale simili.

Un Nicolas Cage che rimette in mostra le sue vere capacità attoriali, il film in questione ruota tutto intorno a lui. Purtroppo la storia che ha da raccontare intriga poco e si prolunga troppo per una visione che dura circa le 2 ore. A questo punto si poteva benissimo puntare a qualcosa che suscitasse maggiore perplessità nello spettatore grazie al personaggio di Terence McDonagh, che si, è vero che risulti comunque spassoso e funzionale per la trama, però a parte giusto qualche episodio, sono poche in realtà le scene che il personaggio interpretato da Nicolas si rendono memorabili per il suo modo di agire. Avrei optato per qualcosa di più forte. Anche perchè le atmosfere e le tematiche toccate dal film lo rendevano del tutto possibile dato che sembrerebbe più puntare ad attirare a sè un pubblico adulto. Invece ciò che si dimostra più che altro essere (Terence McDonagh) è semplicemente un tossicodipendente che cerca anche grazie alla corruzione di rimediarsi le dosi necessarie, ma lo fa in modo da risultare un pò troppo divertente. Avrei preferito qualcosa che si prendesse più seriamente, da risultare anche maggiormente grottesco.
Tuttavia è uno di quei pochi film salvabili con Nicolas Cage protagonista dell'era moderna. Più che altro il difetto maggiore sta nell'eccessiva durata per la storia che ha da raccontare.
Eva Mendes, gnocca da paura, la considero un'attrice mai del tutto sfruttata per le potenzialità che dimostra di avere.

fabio57  @  09/11/2016 12:33:45
   6½ / 10
Remake di un ottimo film di Ferrara, però Nicholas Cage non è keitel Harvey e si vede. C'è qualche piccola differenza, tuttavia trattasi di sfumature che non giustificano questa replica sbiadita.

Rollo Tommasi  @  13/01/2016 13:35:52
   7½ / 10
A me era piaciuto molto !
Visto in lingua inglese (The Bad Liutenant).
Il miraggio della lucertola, moderna versione della scimmia della droga, ho trovato fosse un'idea spassosa ed originale.
Anche la storia aveva un andamento interessante e lo stile di Herzog mi era parso inappuntabile.
Ho ricordi sbiaditi ma sensazioni molto positive.
Cage meno opaco del solito, anche se a questo giro brillava la stella di una (insolitamente) espressiva Eva Mendes.

Charlie Firpo  @  22/02/2014 12:25:12
   4½ / 10
Una vaccata !!! guardate l'originale con Harvey Keitel ... questo remake non vale un tubo, Cage forzato e con credibilità zero.

Kit Carson  @  16/09/2013 00:47:06
   4½ / 10
Ancora mi chiedo come sia possibile che questo film sia opera del maestro Werner Herzog. L'inevitabile confronto con l'originale di Abel Ferrara è impietoso, così come è impietoso il raffronto tra un attore con la A maiuscola come Keitel e Cage. Chi non ha visto l'originale forse può trovare qualcosina da salvare, ma chi già conosce il film di Ferrara stia alla larga da questa roba.

FurFante9  @  05/04/2013 10:09:19
   6½ / 10
La storia è abbastanza intrigante con l'ambiguo tenente che vive situazioni drammatiche, assurde e surreali.
Un punto in meno però, xkè nonostante gli spunti, il film non decolla mai...
Cmq sufficiente

genki91  @  26/02/2013 14:27:43
   6 / 10
Incongruenze e recitazione non eccellente la fanno da padrone, ma come film per passare due ore, senza pretese, può anche funzionare.
Nicholas Cage non lo posso soffrire, ma Val Kilmer e i suoi dieci minuti di apparizione mi hanno sollevato dal dargli l'insufficienza.
L'incongruenza di cui parlavo:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Tutto sommato, film appena sufficiente, senza infamia né lode.

celestevale  @  30/01/2013 17:59:56
   2 / 10
Una sola parola, anzi due: veramente brutto. D'altro canto Nicholas Cage e il suo enorme talento in fatto di recitazione non perdonano. Niente a che vedere con il precedente, che, anche se scandoloso e irriverente, ha un certo spessore. Ogni volta che guardo un film con Nicholas Cage cerco di partire priva di pregiudizio ma poi, sempre, inevitabilmente, mi domando cosa e soprattutto chi l'abbia spinto a recitare. Bah.

maitton  @  12/12/2012 10:19:22
   6½ / 10
e'sicuramente un buon film, ma si lascia dietro troppi misteri.
uno su tutti: come fa herzog a dire che il film non e'ispirato al lavoro di abel ferrara? ok le vicende del film si differiscono, ma il soggetto e'uguale.
almeno la manìa del gioco poteva evitarsela.
cage non e'all'altezza dei suoi precedenti lavori, il suo personaggio talvolta mi e'sembrato "falso", le sue sniffate prive di emozione, niente a che vedere con l'approccio di keitel dinanzi a crack e cobrett.

ho trovato qualche scena di troppo ed un finale troppo risolutivo, ma il film resta comunque, anche se di poco, sopra la media.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/12/2012 20.19.36
Visualizza / Rispondi al commento
Izivs  @  17/08/2012 21:23:12
   5½ / 10
Il poro Cage deve pur mangiare.....film seriale, nulla di ché.....la Mendes, classe '74 , bellezza latina sopra i canoni.....

Paolo70  @  18/03/2012 20:53:11
   6 / 10
Film che non mi ha entusiasmato più di tanto, a tratti mi ha annoiato. Sufficiente nel complesso.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  13/03/2012 14:34:59
   6 / 10
Sicuramente non tra i migliori film di Nicolas Cage. Abbastanza lento e insufficiente per gran parte della sua durata si risolleva parzialmente con l'ultima mezz'ora che, a differenza della prima parte, è decisamente interessante. Eva Mendes è una bella presenza ma qui è abbastanza inutile, secondo me si poteva invece dare più spazio a Val Kilmer che ha un ruolo decisamente marginale.

gemellino86  @  13/03/2012 10:30:16
   7 / 10
Buon film ma non privo di difetti. Ci sono troppe parolacce e vari clichè del genere che lo penalizzano di un punto e mezzo. Cage e la Mendes non sono granchè come attori ma qui se la cavano. Rimane un remake che vale la pena vedere perchè non annoia ed è dinamico che per un poliziesco è cosa rara.

Buba Smith  @  16/10/2011 01:47:47
   4 / 10
Bruttino... Davvero bruttino, e poco curato. Cage per niente riuscito. La Mendes, tanto bella quanto inutile in questo film.

elmoro87  @  13/06/2011 11:59:15
   5 / 10
A me non ha convinto per niente questo film, in cui la trama sconnessa e il filo conduttore molto sottile fanno perdere di vista il target del film... Unica nota lieta è ovviamente la performance di Nicolas Cage, perfetto per quel ruolo, strafattissimo e fuori di melone come mai lo era stato... Ottims prova di Cage in un film modesto e senza palle...

Azz83  @  30/05/2011 12:34:57
   4 / 10
Premesso che non mi piace Cage, resta il fatto che il film risulta lento, troppo irreale, confusionario e con certe scene dalle inquadrature incomprensibili.
Io non lo consiglio per niente, e vedendolo sono arrivato a un punto che speravo finisse presto...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  29/05/2011 18:53:14
   6 / 10
Niente a che vedere col Cattivo Tenente di Ferrara,ma grazie a un Nicolas Cage poliedrico il film raggiunge un buon livello

tnx_hitman  @  22/05/2011 21:28:37
   8 / 10
Nicolas Cage ispiratissimo interpreta un tenente con distintivo e pistola coinvolto in diversi tipi di giri proibiti tra prostituzione,abuso di vittime,scommesse,debiti,spaccio e utilizzo di droga.

Non l'ha mai fermato nessuno ed e' il migliore in quello che fa.
Astuto nelle tattiche da adottare per acciuffare i bad guy,nell'interrogare personaggi che sono nel bel mezzo dei traffici illegali,e nel far diventare questi ultimi informatori.

Pero' non si sente completo.Per alleviare quelli che lui chiama"dolori"(il pretesto ad esempio del mal di schiena o altri dolori fisici)si rifugia nella cocaina e nell'eroina...un modo comunque di evadere dall'ambiente in cui ormai e' inserito,piazzato con il lavoro che fa,in una New Orleans post-Katrina che aiuta a coinvolgerci in un mondo sporco e con aria di marcio in ogni angolo.

Assistiamo con la mano di Herzog zitto zitto dietro la macchina da presa alla lenta evoluzione del protagonista...perche' in fondo essere pienamente soddisfatti nel fare qualcosa di buono nella vita ti carica piu' delle dosi di droghe da assumere(tutto il finale lo fa capire bene).

Avere la coscienza pulita dentro di se' e' molto meglio che affrontare la vita nascosto in azioni che vanno contro la moralita' comune.

Un bell'8 pieno come voto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  19/04/2011 17:01:34
   7½ / 10
Diverso da quello di Ferrara ma altrettanto interessante e con un grande attore versatile e decisivo. L'atmosfera è di quelle tipiche di Herzog che sotto questo punto di vista non si smentisce mai, infatti sforna un film teso, allucinato e di ottimo livello che conquista lo spettatore dalla prima all'ultima scena nonostante la sua andatura un pò goffa. Carismatico, affascinante e schizzato!

Trixter  @  16/04/2011 18:05:01
   4½ / 10
Mah...questo film di Herzog, remake o no, non è che mi sia tanto piaciuto. A salvare la baracca ci prova un eccellente Nicholas Cage, davvero perfetto nei panni del poliziotto laido, senza scrupoli, cattivo. Il resto del cast sparisce, compreso un inutile Kilmer ed un'impalpabile Eva Mendes, anche a causa di una sceneggiatura poco convincente. Il film è molto lungo, la trama non ha mordente e sa di già visto, la fotografia risulta approssimativa e, per finire, la colonna sonora del tutto fuori contesto. Peccato, mi aspettavo decisamente di meglio.

DarkRareMirko  @  17/03/2011 05:02:36
   9 / 10
Radicalmente diverso dal film di Ferrara, tanto da non poter nemmeno fare 1 paragone con quest'ultimo; è un film a sè stante, che si rifà al capolavoro con Keitel solo nominalmente.

Gli attori sono fenomenali; si passa da un Cage che dovrebbe essere, come da titolo, cattivo, ed invece è di un bonario e di un visionario assurdo, che interpreta anche bene; si arriva ad un indicato ed invecchiatissimo Kilmer e si notano una sempre sensuale Eva Mendes ed un desaparesido (ma per fortuna non è stato così) Brad Dourif.

Plauso anche alla fotografia; indicatissima, rarefatta, irreale, da sogno, pare quasi collegarsi alla strene visioni rettiliane (no, non c'entra David Icke) che stranamente ogni tanto vede il personaggio interpretato da Cage.

Un film bellissimo, diretto benissimo (del resto c'è un insolitamente americanizzato Wener Herzog dietro la mdp) sino all'indicato (e lieto) finale.

Un mix tra dramma e poliziesco girato con maestria come non se ne vedevano da tempo, con dialoghi e sviluppi molto ben curati.

Tuonato  @  23/02/2011 00:47:35
   7½ / 10
Gioca sul filo del rasorio il sergente Terence, il distintivo gli crea quella corazza quella strafottenza quella presunta impunità che lo incoraggia a procedere a grandi passi incurante dei rischi e delle leggi che lui stesso dovrebbe far rispettare.
La promozione a tentente lo fa sentire un leone, si sente invincibile, ma si dimentica le regole della prudenza entrando in un vortice di droghe e abusi d'ufficio.
Così, in una New Orleans terra di nessuno del post Katrina nella quale si respira una strana aria sinistra e oscura, il nostro assaggia l'amaro sapore del declino e inizia a pagare per le sue licenze. Una dopo l'altra.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Ma è un attimo, come i veri bastardi non vuole saperne di soccombere e continua ad azzardare sempre di più arrivando ad allearsi col suo peggior nemico e successivamente incastrandolo. Astuzia scaltrezza incoscienza e fortuna lo porteranno fuori di guai, fino all'inaspettata promozione a capitano per meriti sul campo. Il capitano Terence, una canaglia dalla parte sbagliata, dei buoni.

Il Nicholas Cage che non t'aspetti, s'è finalmente scucito di dosso gli ultimi ruoli sobri e m'ha sorpreso in positivo. E' one man show, il resto del cast quasi non si nota.
E si vede che questo cupo poliziesco è confezionato con qualità, tecnicamente ineccepibile, che c'è l'occhio di Herzog dietro la macchina. Splendidi alcuni deliri con cui il regista ritrae lo stato allucinatorio del poliziotto. Herzog comunque non si prende mai troppo sul serio, discostandosi dai film di genere e concependo un lavoro che è difficile catalogare. Azzeccatissime le musiche.
Più che buono.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  14/02/2011 23:17:42
   7 / 10
Dimentichiamo il miglior Ferrara ed apprezziamo questo Herzog. Si è discusso molto sui punti di contatto dei film, del titolo, la sceneggiatura, la produzione. Herzog non ha bisogno di Ferrara per fare nulla. Questo è tutto un'altro film. Qui non c'è un atomo di religione ma l'aspetto che pur non mancava in Ferrara relativo alla droga, qui diventa l'intera realtà per il protagonista. Le sue scelte, le azioni, le sue percezioni. Tutto è praticamente secondario e dominato dalla droga. E se per tutto il film ci si aspetta un tragico finale, l'indifferenza con cui tutto accade è, secondo me, ancor più agghiacciante della rabbia del Keitel di Ferrara. E'vero però che gli attori non sono altrettanto incisivi e per quanto Cage si impegni il risultato non è eccezionale. Ma i momenti di follia del protagonista restano impressi.

Invia una mail all'autore del commento Don Callisto  @  07/02/2011 15:20:53
   5 / 10
Nicolas Cage si non è male, ma il film, il film...il film non è un granchè...sceneggiatura poco originale con tanto di inserimento psicofilosofico di iguane giocattolo. Il film non decolla mai e stanca, poi Eva mendes era meglio che facesse la prostituta realmente che in finzione. Da vedere solo se non paghi.

3 risposte al commento
Ultima risposta 07/02/2011 15.45.28
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento viewer  @  10/01/2011 10:49:07
   4½ / 10
Non basta l'originalità del personaggio estrapolata dal primo "Cattivo tenente" . Ci troviamo di fronte al solito poliziesco all'americana dove tutti i personaggi che ruotano attorno al protagonisti devono per forza fare la figura degli idioti o dei buoni a servizio della sceneggiatura. Sebbene all'inizio la storia possa reggere man mano che si dipana ci sono troppe azioni davvero non plausibili. A parer mio un insulto all'intelligenza dello spettatore.

Febrisio  @  12/12/2010 01:55:12
   5½ / 10
Niente paragoni con il suo omonimo, non l'ho mai visto.
Questo di Herzog offre alcune buone scene, buoni spunti, buoni pensieri, il tutto come se fosse separato in stanze stagne non comunicanti tra loro. Forse è semplicemente "la linea di Herzog", poco definibile. Rimane poco godibile.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  17/10/2010 18:46:16
   4½ / 10
Impossibile non fare un paragone con "il cattivo tenente" di Ferrara malgrado il regista dica di non aver fatto un remake...
Di remake in effetti non si tratta ma allora perche prendere lo stesso titolo e lo stesso protagonista con gli stessi problemi?
Almeno il film di Ferrara riusciva ad essere molto pungente nelle immagini con un protagonista immenso come Keitel e soprattutto aveva un epilogo piu' intelligente!
Le inquietanti apparizioni mistiche vengono sostituite da rettili...mah!
Il finale poi è un pasticcio colossale...anche la regia di Herzog non lasia il segno!
Deludente

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/10/2010 17.02.48
Visualizza / Rispondi al commento
BlackNight90  @  26/08/2010 02:44:55
   8 / 10
Dico subito che il film di Herzog non c'entra una fava col capolavoro di Ferrara (dunque perché mettere lo stesso titolo? immagino si debba chiederlo ai produttori), quindi stare a fare continui paragoni, cosa che è fattibile per i veri remake, non ha senso anche perché il tenente di Herzog è più simile al Dr. House e al suo vicodin con gli sbalzi d'umore e la follia di altri personaggi interpretati in passato da Cage, in una delle sue interpretazioni più magistrali.
Piuttosto c'è da chiedersi quanto del vecchio Herzog ci sia in questo film: secondo me... abbastanza, e forse c'è una sottile influenza di Lynch per la scelta delle scene lisergiche(che nell'ultimo film di Herzog appunto prodotto da David sarà clamorosa!) visto che i due dovevano aver cominciato a sentirsi per il loro progetto in comune.
Ma d'altra parte, Herzog è il regista dei personaggi al di fuori della società, del senso comune e delle regole, grandi o piccoli che siano, rinnegati e sofferenti come Woyzeck, visionari come Fitzcarraldo o folli come Aguirre, personaggi quasi shakespeariani per come affrontano la tragedie che la casualità riserva loro: così il cattivo tenente (ma è davvero cattivo?) porterà per sempre il marchio doloroso e beffardo di una buona azione, troverà l'unico rimedio nell'affidare la sua indagine, e la sua vita, al suo istinto, al libero fluire della sua natura umana che si scontra con quella della società e della criminalità, due facce della stessa medaglia. Non sono tanto i rettili che appaiono al posto di Crìsto (anche perché il regista tedesco non si è mai interessato a Dìo) a dare l'impronta di Herzog al film quanto lo stesso protagonista che si può affidare solo al suo istinto di sopravvivenza per cavarsela in quella giungla urbana e alluvionata che era New Orleans.
Ah, è adorabile lo humor che permea tutto il film, come nella break-dance dell'anima in cui risuona la musichetta dei polli di Stroszek, e il tono con cui Herzog conclude la vicenda facendosi beffa dei clichés di Hollywood. Un finale per quelli che hanno incurabile bisogno di happy ending.

kierkegaard1000  @  08/07/2010 12:05:08
   8 / 10
Bel lavoro sul genere drammatico azione, mi è piaciuto molto. Non mi sono mai annoiato, anzi. Per gli amanti del genere mi sembra perfetto.

halflife  @  20/06/2010 23:04:01
   8 / 10
mamma mia da molto cage non mi colpiva cosi tanto porcaccia miseria...bel film lento vloce come piace a me...ottimo cage ottima eva

TonyMontana  @  10/06/2010 13:59:27
   7 / 10
Sarà che Werner Herzog è sempre un maestro, sarà che i personaggi stile capitano Quinlan mi stanno simpatici, ma devo dire che questo Cattivo Tenente non mi è dispiaciuto affatto.
Il film si regge tutto sul personaggio interpretato bene da Nicolas Cage, poliziotto vizioso e corrotto ma dal cuore d'oro (...), che deve molto al vecchio Cattivo Tenente depravato di Harvey Keitel, nonostante Herzog dica di non aver mai visto il lavoro di Ferrara e di aver scoperto da poco che il movimento nazionalsocialista sia nato in Germania.
Insomma, dato il livello medio delle pellicole che escono ogni anno dagli studios, tra quelli del 2009, Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans è un film che vale la pena di vedere.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  30/05/2010 13:32:49
   5 / 10
Pur non apprezzando appieno il precedente lavoro di Ferrara, l'ho preferito a questo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  04/05/2010 23:44:08
   7 / 10
Film di Herzog atipico.
E' difficile affrontare la pellicola senza mandare la memoria a quel grande film di Ferrara. Quella pellicola sporca, cattiva, intrisa di odio e disperazione. Sensazioni che il film di Herzog non è riuscito a trasmettermi completamente.
Il cast, a mio modestissimo parere, non è azzeccato: Cage nella parte del cattivo tenente cocainomane e violento ce l'ho visto poco, così come la Mendes che ammalia per la sua straordinaria bellezza ma non convince totalmente.
Ciò che ho apprezzato molto, invece, è la costruzione della vicenza narrata, appassionante ed interessante e la parte finale disillusa e malinconica.
Un film con pro e contro, il maestro Herzog ha fatto di meglio ma, a mio avviso, un buon film.

topsecret  @  30/04/2010 17:54:39
   7 / 10
Personalmente questo tenente cattivello ed ambiguo mi sta molto simpatico.
A mio parere Nicolas Cage riesce ad essere molto convincente e la sua prova non può non essere apprezzata.
Il film è discretamente godibile grazie ad un buon ritmo, il cast affidabile e la storia interessante che in alcuni momenti diventa anche abbastanza stralunata.
Un voto valido per una visione che non annoia e riesce ad accattivare il pubblico.

Mr totore  @  18/04/2010 23:03:16
   6 / 10
Gli dò 6 per l'interpretazione di Nicolas Cage, il film a volte è molto noioso alcune scene mi sembrano veramente inutili.....

floyd80  @  24/03/2010 19:23:21
   1 / 10
Una pellicola indegna di tal nome. La regia è pavoneggiante ma inutile. La sceneggiatura è orribile, la fotografia un insulto e gli attori (?) sono inconsapevolmente vittime della pellicola. Nicolas Cage continua ad essere un pessimo attore e Herzog un autore sopravalutato (tranne x Funny games).

7 risposte al commento
Ultima risposta 27/03/2010 01.40.46
Visualizza / Rispondi al commento
Constantine  @  18/03/2010 14:47:17
   7 / 10
Avvicinatomi con cautela a questo remake del magistrale lavoro di Ferrara, sono costretto non mio malgrado ad ammettere che ci troviamo di fronte ad un progetto gradevole, supportato in primis da un grande regista e da un ottima prova di Cage, che seppur non ingaggia nemmeno il confronto con il suo predecessore, non svilisce la pellicola ma anzi la sostiene. Sono più le differenze che i punti di contatto tra un film e l'altro, dove Ferrara girava una lenta discesa all'inferno senza alcun appiglio, Herzog ci mostra una giostra del compromesso, subentrando nei sottostrati della morale, e dell'eterno dilemma: "Non importa come lo fai, l'importante è che tu lo faccia". L'assoluzione amara in un finale molto d'impatto, ben girato, lascia aperte considerazioni difficili, lontani dalla riabilitazione ma equamente distanti dalla condanna. In conclusione tutto questo era molto di più di quello che mi aspettavo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

RedPill  @  11/03/2010 21:07:17
   6 / 10
Poliziesco atipico questo Bad Lieutenant.Niente sparatorie o inseguimenti a tutto gas, i toni mantenuti dal regista sono di tutt'altro genere, e nonostante la produzione non sia in grado di alimentare troppi dubbi sulle sue origini, queste, appaiono comunque ben mascherate.In una New Orleans di tossici e spacciatori, Herzog ci presenta il suo cattivo Cage, tenente dalla dubbia moralità e in perenne crisi d'astinenza, con una particolare predisposizione al vizio.L'attore si dimostra certamente adatto al ruolo, dando un'immagine dettagliata e convincente del proprio personaggio, mentre il resto del cast passa abbastanza inosservato e non offre interpretazioni di rilievo.Anche la sceneggiatura, che denota il tentativo di un Impegno tangibile, non convince però nella sua totalità, perdendosi nell'immediatezza di un finale sbrigativo, culmine di un'improbabile e forse un pò "surreale" nemesi, che si traduce in un messaggio ottimistico ai limiti dell'illusorio sul quale varrebbe la pena soffermarsi a riflettere.Una cattiva azione fatta nei propri interessi nel nome però della "giusta causa", assolve, almeno moralmente chi la compie, o rimane inevitabilmente una cattiva azione, a prescindere dall'ottica sotto cui la si guarda?Un Herzog diverso, forse nuovo, si ripropone al pubblico con un quesito interessante, peccato non lo siano anche i modi.

TheLegend  @  08/03/2010 22:09:20
   7½ / 10
Scopiazzato sicuramente dall'originale per alcuni aspetti ma sicuramente un buon film.

marfsime  @  02/03/2010 23:26:48
   5½ / 10
Ok non sarà un remake ma è evidente come Herzog abbia preso spunto a piene mani dal filmone di Ferrara..questo è indubbio. Il risultato però non è all'altezza..diciamo che sembra troppo una scopiazzatura del "vecchio" cattivo tenente..le situazioni sono simili anche se quì non c'è quel processo autodistruttivo che porterà a conseguenze tragiche come nella pellicola con la quale il film si deve per forza di cose raffrontare. Poi per carità..Cage interpreta alla grande il personaggio ma complessivamente non basta per far arrivare il film alla sufficienza..e poi due ore per questo film mi sono sembrate un po' troppo..così così..vedibile ma il film di Abel Ferrara è di ben altra pasta e spessore.

Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  02/03/2010 16:56:16
   7 / 10
Premetto ke non ho visto l'originale by Abel Ferrara, anke se ho letto ke questo non è proprio un remake....anzi...Herzog ha dikiarato ke questo NON è affatto un remake, ma vabbè.......
alla fine la storia è quella ke si vede in ogni poliziesko ke si rispetti, ovvero il poliziotto ke deve risolvere il kaso e akkiappare il kattivone di turno....e dove sta la novità ??? eheheheheheheh :-)......ma ciò ke rende questo film diverso dalla stragrande maggioranza dei "soliti" polizieski è il personaggio principale, 'sto poliziotto STRafattone (più "fattone" di me...eheheheheh..), ke NIcolas Cage interpreta in maniera davvero niente male.....
e detto ciò penso di aver skoperto un po' l'acqua kalda.....ma vabbè....lo volevo dire....eheheheheheh :-)
e anke quando diko ke Eva Mendes è FANTASTIKA, almeno dal punto di vista "gnokkesko", skopro l'acqua kalda....ma vabbè....vorrà dire ke mi metterò a fare l'idrauliko....ahahahahahahahah :-)

Invia una mail all'autore del commento wega  @  26/02/2010 20:57:18
   6½ / 10
Non me ne voglia Gianluca, ma questo di Herzog è un film a parer mio appena riuscito; forse perché da lui ci si aspetta tutt'altra roba. Non è affatto il remake del Cattivo Tenente di Ferrara, sviscerato della componente simbolica (anche se quel serpentello lì all' inizio..) e soprattutto diverso è il percorso del suo protagonista. Non siamo più di fronte a un noir ma ad un poliziesco un po' thriller, che sarà anche narrato bene, ma la confezione è hollywoodiana e non poco.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/02/2010 00.22.04
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  18/02/2010 01:18:19
   6½ / 10
Il ritorno al grande schermo del maestro Werner Herzog, seppur lontano dal "cattivo tenente" di Abel Ferrara, appare un ottimo affresco di New Orleans, innestando sul classico poliziesco alcune trovate degne della fama del cineasta come le visioni di iguana, pesci e anime ballerine che infestano la vita sempre più logora e decadente del tenente "Cage", incredibilmente in stato di grazia tanto da non far rimpiagere Harvey Keitel. Aspramente e ingiustamente criticato al Festival del cinema di Venezia, Herzog ha comunque il merito di valorizzare una sceneggiatura che sa di già visto, tipica di quei thriller polizieschi holliwoodiani che ci hanno sinceramente stancato.

Danton  @  15/02/2010 19:08:59
   6 / 10
Secondo me è quasi una mattonata, sono ben altri i film che si possano definire polizieschi, niente a che vedere con il vecchio film di Abel Ferrara che ne è simile solo per il titolo, secondo me è una scopiazzata del bellissimo Training Day. Rimandato

Invia una mail all'autore del commento mcnapo89  @  04/02/2010 00:09:34
   7½ / 10
Viaggio all'insegna del degrado e della corruzione che si impadroniscono dell'esistenza del tenente Terence, trama interessante e finale azzeccato, un ottimo Cage riesce pienamente a calarsi nella torbida vita di un poliziotto distrutto dalla droga dando così lo spessore necessario al personaggio interpretato...ottima l'atmosfera e le scenografie...
DA VEDERE!!!!

maurimiao68  @  02/02/2010 03:42:39
   5½ / 10
niente di ke..

Cardablasco  @  01/02/2010 12:01:36
   8 / 10
Gran bel film, ambientazione e atmosfere di degrado contornate da un tenente che ha tutti i vizi del mondo, finale delirante, Nicolas ottimo nella sua parte

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Burdie  @  29/01/2010 22:03:42
   5 / 10
vale1984  @  28/01/2010 23:15:51
   5 / 10
Film noioso, un pò assurdo e che non ha un vero senso...non brutto anzi... particolare ma lungo e poco intenso. Un Cage abbastanza convincente a fare il matto ma un pò sempre uguale.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  28/01/2010 14:42:10
   6½ / 10
Mah, non aggiungo altro ai commenti precedenti...

calso  @  23/01/2010 12:46:57
   6½ / 10
Non male, Cage molto bravo come al solito ma è un pò noioso come film...trama interessante ma niente di particolare....

Chemako  @  22/01/2010 07:50:13
   6 / 10
Cosi', cosi'....
Nicolas bravissimo... un pazzo scatenato!!!!!!

SANDROO  @  21/01/2010 19:53:05
   7 / 10
Il fim inizia un pò lento ma poi si riprende alla meraviglia.... Perfetto Nicolas in questa parte
VA BENE...........

Leonhearth87  @  20/01/2010 19:33:21
   5 / 10
Mah. Stranamente, ma mi è piaciuto veramente poco. Dico stranamente perchè i polieschi mi piacciono, e soprattutto mi piace molto Nicolas Cage. Questo film mi ricorda un pò le varie puntate di CSI Miami... solo che al posto del solito drogato, stavolta c'è il cattivo tenente. La trama non mi ha soddisfatto molto, nessun colpo di scena, anzi, troppo forzato e semplificato il finale. Mi aspettavo molto di più.

Invia una mail all'autore del commento Filosofem  @  12/01/2010 09:55:38
   7 / 10
Se fosse stato un remake vero e proprio l'avrei valutato molto molto peggio... il discostamento dalla versione di Ferrara è però pittosto netto, il che ridona a questo film (titolo a parte) anche un po' di originalità. Buon Nicholas Cage, Val Kilmer un po' marginale... mi lascia perplesso il resto del cast, a parer mio di dubbia qualità...

benzo24  @  09/01/2010 13:10:42
   8½ / 10
ottimo noir visionario di herzog, con una grande interpretazioni di cage.

paride_86  @  08/01/2010 00:03:31
   7½ / 10
Nonostante il titolo, questo film ha ben poco in comune con quello di Abel Ferrare, se si esclude qualche raccordo nelle sceneggiature.
La storia è quella di un tenente ambiguo, un uomo né completamente buono né completamente corrotto, uno che dà un calcio al cerchio e uno alla botte, seguendo un individualismo impavido e, allo stesso tempo, vigliacco. Eppure questo film funziona, seppur la morale di questa storia possa sembrare contraddittoria, o quantomeno inusuale - cioè che si può costruire anche da fondamenta marce, che si può reinventare se stessi e "risorgere" anche senza eventi che sconvolgono la nostra vita (come invece accadeva nel film originale.
Come ciliegina sulla torta abbiamo qualche tocco visionario di Herzog e una convincente interpretazione di Cage. Ovviamente quest'ultimo non ha (e non avrà mai, suppongo) l'intensità drammatica e il pathos di Harvey Keitel, ma dopotutto sono due tenenti profondamente diversi e va bene anche così.

Enry!!!!  @  07/01/2010 23:19:21
   6 / 10
Grande potenzialità...davvero sprecata!

rob.k  @  01/01/2010 16:14:12
   6½ / 10
Mah, il film è un po' piatto. Cage abbastanza divertente nel suo ruolo simil-Dr.House.

TopoXL  @  31/12/2009 08:58:38
   6 / 10
mah....
alla fine dire che sia un brutto film e' una bugia.
Il film si lascia guardare,ma e' lunghissimo,lento e non prende mai veramente.

AMERICANFREE  @  27/12/2009 19:19:59
   7 / 10
buon film forse un po' troppo lungo! credibile Cage nel ruolo del tenente cocainome! Val Kilmer ormai emarginato a ruoli da comprimario ....peccato!

davmus  @  26/12/2009 18:46:50
   6½ / 10
Niente di entusiasmante, ma si può guardare (pomeriggio di festa!)

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  23/12/2009 08:53:01
   7 / 10
Vagamente ispirato al noto film di Ferrara, ma decisamente inferiore, quest'ultima fatica di Herzog è un film noir e pulp insieme. Il regista riesce a ricreare bene l'atmosfera di un uomo perso nell'oblio dei vizi e dei turbamenti. Alcune scene sono girate magistralmente e Herzog non manca di firmare il film con inquadrature di rettili. Buona prova di Cage, meno convincente il personaggio interpretato da Eva Mendes. Nel complesso un film godibile anche se in alcuni punti la sceneggiatura è piatta.

ronaldinho80  @  22/12/2009 23:59:31
   9 / 10
Grande impatto hanno anche i personaggi di contorno, che sono caratterizzati in maniera tale da rubare spesso la scena ai protagonisti, pur rimanendo sulla scena pochi minuti, a cominciare dalle due vecchie minacciate da Cage, per continuare con il boss mafioso e i suoi due sgherri, fino al figlio di papà cliente della Mendes, che vuole andarsene senza pagare dopo averla picchiata. Un poliziesco interessante per il genere, divertente grazie alle strane trovate di Herzog, e che all’interno dell’aspetto oscuro ha una storia innocente…un bel mix che rende interessante e piacevole le due ore di durata della pellicola.

JOKER1926  @  22/12/2009 21:45:40
   7½ / 10
"Il cattivo tenente" è davvero un gradevolissimo ed allettante film di Werner Herzog che vede come indiscusso protagonista Nicolas Cage nei panni di un folle sbirro drogato che fra sniffate e sesso si troverà a calcare bizzarri e incredibili scenari in una New Orleans colma di delinquenza e di polvere bianca…

Hergoz risulta essere ineccepibile e riesce quindi a calare alla perfezione Cage in Terence McDonagh e questa mossa in pratica è ovviamente quella più importante dell'intera pellicola, infatti tutto l'intreccio narrativo, le vicende circa gli omicidi, gli arresti, gli interrogatori fungono solo e prodigiosamente da contorno, insomma al centro impernia le basi in modo irrevocabile la figura del tenente sicuramente una delle icone migliori del Cinema del genere, in pratica Terence McDonagh è un degno personaggio di film "pulp", personaggio "Tarantiniano"!
"Il cattivo tenente" attraverso (come detto) agli attori e ad una fotografia decente riesce ad incantare, il tutto grazie anche alla scenografia (bellissimo lo scenario finale) e alla spassosa sceneggiatura che, ovviamente giocosa e approssimativa nell'epilogo finale, riesce a mantenere altissimo il ritmo e dunque, in film di azione, tale ingrediente è quasi fondamentale.
Tutto sommato il film avvince, certo è inutile prenderlo sul serio ma l'obbiettivo della regia è proprio quello di dilettare lo spettatore, alcune sequenze (come quella della vecchia privata del tubo respiratorio e quella della sparatoria costellata dalle visioni chimeriche del tenente) sono da manuale e indirizzano il film verso l'alto, la mancanza di musiche significative e roboanti non permettono a tale prodotto di elevarsi all'infinito e dunque lo ancorano in una via di "mezzo"…
Visione consigliata agli amanti (del vecchio) Tarantino, a tratti sembra di ritrovarsi in "Pulp Fiction", in altri la mente cavalca gli scenari "Lynchani" per approdare alla corte di un sempre frizzante e spavaldo Nicolas Cage icona unica…

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/12/2009 21.50.06
Visualizza / Rispondi al commento
outsider  @  20/12/2009 16:28:22
   8½ / 10
Decisamente bello e ben recitato. Ovviamente improbabile per l'eccessiva libertà d'azione che sfoggia Cage nel suo ruolo di strafatto poliziotto in perenne stato psicotico.
La scena in cui ferma i due giovano fuori dalla discoteca non è da considerarsi plausibile. Ovviamente queste mie sono osservazioni che cadono di fronte ad una complessivamente molto valida opera, in cui l'atmospera onirica permea lo spettatore ed in cui, alla fine, tutti i tasselli vanno a posto.
Questo fatto regala a noi una speranza di lieto fine in cui il personaggio, tutto sommato ordinari, si rivela un quasi buono. Nella sua pazzia, d'altra parte, il protagonista evidenzia i tratti di questa bontà soppressa dalla droga dall'inizio, quando supera un freddo me splendido interprete Val Kimer nell'espressione dei doveri dell'uomo in divisa " salvare- servire -proteggere" il prossimo, cosa che rende possibile la stupenda e profonda scena finale con uno sfondo dai colori fantastici ( l'acquario) ed una musica molto molto coinvolgente, peraltro ben registrata.
LA scenografia merita un buon voto, la coreografia parimenti, e sempre di alto livello la registrazione e masterizzazione per la divisione dei suoni e gli effetti speciali.
Insomma, un'opera ben fatta, tra l'altro valorizzata da alcune scene davvero stilisticamente da maestro fuoriclasse ( le iguane e il mafioso la cui anima Cage vede danzare) da un Herzog che ci sorprende quasi, da autore di film d'essai.

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/12/2009 21.24.28
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento stuntman bob  @  18/12/2009 15:44:48
   6½ / 10
Mi è piaciuto molto più del film di Ferrara,sarà che amo i lieto fine anche se la scena finale di questo film è....strano,comunque fa piacere vedere che Cage è ancora in forma,dopo averlo visto in Ghostrider l avevo cancellato dalla mia lista di attori preferiti

Xplode  @  17/12/2009 19:16:38
   6½ / 10
Premetto che non ho visto l' altro film. Al contrario di vari commenti però a me Cage è piaciuto. Anzi, se non fosse stato per lui non sarei arrivato al 6 e mezzo. Il film scorre un pò lento, ma si lascia guardare. Penso che si poteva fare di più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  15/12/2009 10:17:34
   6½ / 10
Le similitudini con il capolavoro di Abel Ferrara sono minime,basti pensare agli esacerbati rimandi religiosi o alla sgradevole realtà brutale da cui si veniva investiti ,qui soppiantata da aspetti surreali,quasi lisergici, che ignorano lo stile lercio ed abrasivo a favore di atmosfere più grottesche e meno tormentate.
Il cattivo tenente di Werner Herzog è un personaggio dalla morale molto labile alla quale il definitivo colpo di grazia viene assestato da un incidente,tra l’altro causato da un gesto coraggioso,che farà sprofondare negli inferi della tossicodipendenza gli ultimi barlumi razionali dell’uomo.Da questo punto in poi al suo iter professionale ,sarà incaricato di indagare su un efferato massacro di una famiglia di immigrati, si affiancherà una continua e spasmodica ricerca di droga e denaro con metodi per nulla ortodossi.
Nicolas Cage dona corpo e anima al suo personaggio,ne esalta con mestiere ossessioni e nevrosi,accentuandone i malesseri fisici e caratteriali senza deludere, mentre il resto del cast si limita a far parte del gioco senza lasciare grandi tracce.
Un film atipico quello di Herzog,ricco di eventi che hanno più attinenze con il noir che con il poliziesco.La rilettura di un genere ben definito da parte di un autore così geniale però funziona solo a tratti.La poca coerenza per quanto riguarda lo stile adottato influisce negativamente sull’operato del regista che spiazza ma coinvolge a singhiozzo,alternando a rare intuizioni di gran classe un’esposizione spesso colpevolmente compiaciuta ma ben poco innovativa.Si nota quasi un disagio nell'ostentata bramosia di disattendere le regole,andando contro la consuetudine e al tempo stesso cercando paradossalmente comunque soluzioni mai troppo impopolari.Ci si trova quindi di fronte ad un ibrido sbilanciato,che miscela con esile convinzione tocchi d’autore con il cinema più commerciale e risaputo,a riprova che Hollywood anestetizza non solo i giovani filmaker europei ma anche gli autori eccellenti e affermati.
Nel complesso apprezzabile ma nulla più.

Estonia  @  09/12/2009 14:16:25
   7 / 10
Di sicuro non è un capolavoro all’altezza dei suoi precedenti lavori ma, anche se in modo parziale, il tocco autoriale e visionario si scorge in certe sterzate oblique e liquide e in alcuni guizzi di puro genio, come l’anima ballerina che non vuole morire. Questo Cattivo Tenente di Herzog può forse funzionare se viene letto come una parodia, grottesca e triste allo stesso tempo, del poliziotto corrotto, ammaccato e un po’ sbilenco nel fisico e nell’anima, ambiguamente scisso tra il bene e il male, senza le problematiche misticheggianti del tenente di Ferrara, ma con una seppur incompiuta identità. La sua etica distorta galleggia sulla superficie dell’acqua tra rettili e coca, spiazzandone un po’ la percezione complessiva. La mezza risata conclusiva davanti all’acquario ha l’ironico sapore di uno sberleffo, interpretabile in una molteplicità di varianti, tra cui forse la più plausibile è una irriverente (e amara?) stoccata finale a Hollywood e ai suoi cliché.

dakarmz  @  02/12/2009 23:04:06
   2½ / 10
Non ci siamo proprio...... film piatto, insulso e irritante.
Cage dimostra tutti i sui limiti in questa pellicola. Il ruolo non è per niente suo.
Non farebbe paura nemmeno ad un bambino ( patetici i tentativi di fare il cattivone).
Sta cosa del mal di schiena che lo fa camminare con la spalluccia alzata è ridicola.
E poi che palle con questi finali " vissero tutti felici e contenti" con lei incinta, il padre e la convivente ad acque minerali.....
Il paragone con keitel e Ferrara è a dir poco imbarazzante: mentre nel primo film vi è un percorso che porta ad una sorta di redenzione seppur tormentata, in questo tentativo di sequel si assiste solo ad una semplice narrazione di fatti, episodi fine a se stessi.

Bocciato

uzzyubis  @  22/11/2009 01:48:49
   4 / 10
Dov'è Herzog?Dov'è il vero cattivo tenente di Ferrara?l'interoretazione di Harvey Kaitel in confronto a Cage?Non c'è paragone..
Da l'impressione che il Herzog non riuscendo più a racimolare finanziamenti per girare sia sceso a compromessi con questo remake.A mio parere ci perdono tutti il film in primis poi il regista.
L'acidità dell'originale i colori cupi claustrofobici la violenza..tutto andato perduto. ma perche' queste scelte?la risposta è la solita...incassi.

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/12/2009 16.56.12
Visualizza / Rispondi al commento
peppone  @  21/11/2009 08:45:39
   7 / 10
Questo è un buon film. Cage è stato diretto bene e la storia è sfiziosa. Forse perchè descrive un' aspetto reale della nostra società. Tutti i personaggi sono ben caratterizzati. Il personaggio principale è stato anch'egli ben descritto nelle sue sfaccettature. Originali i film mentali che si fa il tenente . . . consigliato

SirLuis  @  15/11/2009 22:17:32
   5 / 10
Niente di che, meglio andare a vedere altro

sirvioz  @  07/11/2009 01:13:53
   5 / 10
Come da recensione, che quoto completamente.

Rand  @  28/10/2009 15:53:01
   7 / 10
Di Herzog ho visto solo Fitzcarraldo, ma erano altri tempi, questo cattivo tenente, è un film anomalo, molto parlato. Un po lento, ma d'altronde la storia non lascia spazio a molta azione. Devo dire che rispetto all' opera di Ferrara questo mi è sembrato migliore, più completo. Nicolas Cage è comunque un attore poliedrico, le sue movenze ci fanno veramente credere che abbia mal di schiena, un antieroe tormentato, c'è anche un Val Kilmer irriconoscibile, sadico e violento. Le cose migliori del film, senza dubbio l'anima che balla, le scene con le iguane, l'incidente con l'alligatore. Herzog ha una visionarietà realistica, ma che tende ad essere poco surreale e molto credibile. Finale diverso e giusto, un film non eccezionale ma comunque da vedere. D'altronde è così difficile vedere qualcosa di Herzog al cinema, nonostante sia un regista molto prolifico.

CLAIR87  @  26/10/2009 23:45:10
   7 / 10
buona interpetazione di nicolas cage e inoltre il film è una denuncia contro tutti quei poliziontti che sono corrotti e scorretti e che per primi vanno contro la legge!!

The Cinema  @  13/10/2009 18:09:14
   5½ / 10
Regia 6
In mezzo a generale piattume qualche buona invenzione degna di Herzog.
Ma ragazzi,dove sono i voli di Aguirre o l'eleganza sognante di Kaspar Hauser?

Musica 6
Lavoro discreto.

Sceneggiatura 6
Decente

Recitazione 5
Considero Nicholas Cage un attore pessimo e irritante,buono solo per blockbuster facili e tamarrate varie. Il fatto che qui sia al suo meglio non
significa che fare il finto pazzerellone con smorfie e sfuriate per tutto il film
voglia dire grande interpretazione,considerato poi la relativa semplicità
(psicologica e non) di questo ruolo,ben lontano dal tormento interiore e dallo
scavo psicologico del Tenente di Ferrara,interpretato manco a dirlo da
Harvey Keitel,che è uno dei grandi degli ultimi 50anni.
Confrontare questi due attori è impietoso quanto inutile

commento
Chiarito che c'entra ben poco col film di Ferrara,che pure vale molto di più,è un fulgido esempio di come uno dei migliori e più intimamente originali registi
del panorama indipendente europeo si sia fatto progressivamente contaminare e corrompere delle produzioni americane. Film scialbo,innocuo e privo di quelle tematiche e spunti di riflessione che hanno permesso a molti (tra cui il sottoscritto) di amare il cineasta tedesco. Aguirre,Stroszek,Woyzeck,Kaspar Hauser(solo per citare i più noti) anche se
non fossero i capolavori che sono apparirebbero comunque immensamente più importanti di questo filmetto di cui non si sentiva il bisogno.
E' pur vero che i film vanno giudicati come sono senza farsi influenzare dal passato o dai contesti in cui si muove o si è mosso il suo regista,ma una media
così poco severa e i contenuti dei commenti indicano che i fans incazzati del vero Herzog duro e puro sono davvero pochi. E fa dispiacere. Dopo Rescue Dawn e questo spero che il prossimo passo di Herzog verso il conformismo americano non sia un sequel di Arma Letale.

opinione puramente personale

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/01/2010 01.58.28
Visualizza / Rispondi al commento
Chri&Deb  @  05/10/2009 09:52:36
   6½ / 10
Strepitosa interpretazione di Nicolas, ma il film in se non vale tanto...Carino!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011114 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net