il buono, il brutto, il cattivo regia di Sergio Leone Italia 1966
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il buono, il brutto, il cattivo (1966)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Frasi Celebri sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO

Titolo Originale: IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO

RegiaSergio Leone

InterpretiClint Eastwood, Eli Wallach, Lee Van Cleef, Rada Rassimov, Aldo Giuffrè, Chelo Alonso

Durata: h 3,02
NazionalitàItalia 1966
Generewestern
Al cinema nel Novembre 1966

•  Altri film di Sergio Leone

Trama del film Il buono, il brutto, il cattivo

Durante la guerra di Secessione americana, tre pistoleri, l'uno nemico dell'altro, sono alla ricerca di un misterioso carico d'oro perduto da una carovana. Se lo contenderanno nel mitico "triello" con cui faranno la resa dei conti.

Film collegati a IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO

 •  PER UN PUGNO DI DOLLARI, 1964
 •  PER QUALCHE DOLLARO IN PIU', 1965

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   9,20 / 10 (438 voti)9,20Grafico
Voto Recensore:   10,00 / 10  10,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il buono, il brutto, il cattivo, 438 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

adrmb  @  25/05/2015 10:22:45
   9 / 10
Quando film rasenta il capolavoro trovo poco da dire, se non elogiare quegli stessi elementi che lo rendono grande: fotografia magnifica, campi lunghi che oltre ad immergere nell'atmosfera fanno "respirare" la portata dell'intera opera, musiche incalzanti e superlative, riprese simmetriche, suggestivi primi piani...

Tante, tantissime sequenze da storia del cinema:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER (e questo dovrebbe far comprendere come anche il montaggio sia perfetto).

L'unico difetto che mi sento di imputargli è la scena del ponte, che per quanto sempre bella e validarallenta eccessivamente la narrazione; io da spettatore mi aspettavo l'epilogo come punta del climax raggiunto fino a quel momento, e non ho proprio gradito questa pausa. Ma la rivedrò separatamente per focalizzarmi meglio.

Grandissimo film comunque.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/05/2015 10.25.40
Visualizza / Rispondi al commento
mrmassori  @  04/02/2015 11:15:06
   10 / 10
Non solamente un Film, ma un'opera d'arte a 360°. E' un Capolavoro Immortale ed una pietra miliare della storia del Cinema. Senza alcun dubbio è tra i miei 15 film preferiti in assoluto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2015 14.38.50
Visualizza / Rispondi al commento
Arkantos  @  03/12/2013 17:18:40
   9½ / 10
Quanto è bello questo film? Già gli altri due sono film molto buoni, ma questo raggiunge praticamente l'eccellenza.

Qua abbiamo tutto: la musica più bella che abbia mai composto Morricone, il Clint Eastwood più convincente e un Lee van Cleef che interpreta un gran cattivo (a proposito, il nome Sentenza è fig.hissimo!)

Ma non solo: per evitare di ricorrere alla ripetizione, si è aggiunto un altro personaggio, Tuco, uno dei personaggi più belli mai costruiti che, oltre a essere ben interpretato, fa sempre delle battute incredibili.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Anche l'aggiunta della guerra di Secessione è perfetta: adesso non so se storicamente le battaglie tra nordisti e sudisti sono corrette, ma a livello registico non hanno eguali.

Questo è anche il film che scorre più piacevolmente: le 3 ore non si avvertono proprio per i pregi che ho detto prima.

Ovviamente come non potevo citare il famosissimo triello tra i 3 personaggi, una delle scene più belle mai fatte nella Storia.

Dialoghi incalzanti, personaggi carismatici, musiche bellissime, scene memorabili: questo deve essere un film, e per questo gli do un voto molto alto, magari se Sentenza fosse stato più presente avrei dato 10.

Il film più bello che abbia mai fatto il cinema italiano.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/12/2013 18.01.32
Visualizza / Rispondi al commento
marcogiannelli  @  19/11/2013 19:11:40
   8½ / 10
Tuco è ingenuo, bastardo simpatico, un giusto mix
il Buono è quello che era già nei film precedenti sono da sempre convinto che Clint non sia al massimo come interpretazione qui
Sentenza è IL cattivo, spietato e brutale
Una delle colonne sonore più orecchiabili di sempre.
Il triello finale si commenta da solo

cos'è allora che non va? il fatto che avrei preferito vedere 3 viaggi paralleli verso l'obiettivo comune e non Tuco ed il Biondo quasi sempre come soci
non mi va neanche l'inserimento della guerra civile che spesso rompe il moment

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/01/2014 13.15.21
Visualizza / Rispondi al commento
horror83  @  06/08/2013 10:39:05
   7½ / 10
è l'unico film western che mi piace. di solito i film western mi annoiano, non sono il mio genere, ma questo invece mi è piaciuto! è fatto bene e anche gli attori sono bravi! non lo sapevo che era un film italiano!

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/05/2015 18.53.04
Visualizza / Rispondi al commento
danielplainview  @  22/01/2013 17:06:34
   10 / 10
Difficilmente darò questo voto ad un altro film.
Il genere western si completa e si esaurisce qui. Pura poesia.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/04/2013 02.29.07
Visualizza / Rispondi al commento
Oskarsson88  @  08/10/2012 10:35:19
   9½ / 10
Chiaramente un capolavoro assoluto del cinema, col famosissimo triello finale e le musiche fantastiche inserite nell'ambientazione storica della guerra di secessione americana. Tutto girato magistralmente, intramontabile!

3 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2012 13.52.46
Visualizza / Rispondi al commento
Testu  @  22/05/2012 21:20:46
   7½ / 10
Il mio western preferito.

Un po di spazio in più a Van Cleef non sarebbe stato male.

4 risposte al commento
Ultima risposta 20/08/2014 13.48.07
Visualizza / Rispondi al commento
PaulTemplar  @  16/12/2011 18:27:50
   10 / 10
Nel 1966 Sergio Leone chiude la trilogia del dollaro con Il buono, il brutto e il cattivo, la sua opera, almeno fino a quel momento, più ambiziosa e sopratutto girata con più mezzi a disposizione. I due fortunatissimi precedenti, Per un pugno di dollari e Per qualche dollaro in più gli avevano permesso di poter finalmente disporre di finanziamenti cospicui; così Leone sceglie un cast di più largo respiro, sceglie di girare il film con tempi cinematografici più lunghi e sopratutto esce dai temi trattati nei due film precedenti per parlare della guerra di secessione americana, guardando sia alla storia in se stessa, sia ad un discorso di più ampio respiro, la denuncia degli orrori della guerra, simboleggiata in vari punti del film, da alcuni episodi chiave, come il famoso attacco al ponte, oppure dal campo di concentramento sudista o ancora dalla morte del povero soldatino a cui Biondo porge l'ultima sigaretta.
Il buono, il brutto e il cattivo è la summa dell'arte di Leone, un film bellissimo in larghi tratti, supportato dalla sontuosa recitazione dei tre protagonisti, Eastwood, Van Cleef e il possente Eli Wallach, da una colonna sonora semplicemente stupefacente e da un ritmo che affascina lo spettatore portandolo attraverso gli orrori della guerra in una pazza corsa ad un tesoro rappresentato da 200.000 dollari sepolti dallo sconosciuto soldato Jackson in un cimitero Confederato.
Leone bada molto alla caratterizzazione dei personaggi, e questa volta sceglie due attori con cui ha già lavorato, il solito Clint Eastwood a cui affida il ruolo di Biondo e Lee Van Cleef, a cui affida il ruolo del crudele sergente Sentenza. Il terzo protagonista è uno strepitoso Eli Wallach, che si immedesima così tanto nei panni di Tuco Benedicto Pacifico Juan Maria Ramirez da risultare, alla fine, il più bravo dei tre, ammesso che si possa fare una scala di valori di interpretazioni così intense.
Per la sceneggiatura del film Leone si era affidato al duo Age e Scarpelli, ma deluso dal risultato, la rimaneggiò totalmente, sostituendo i dialoghi scritti dal duo con altri di suo pugno; è per questo che Il buono il brutto e il cattivo, alla fine, diventa un film assolutamente ascrivibile a Leone, che è libero di modellare la pellicola a suo gusto e piacimento.
Anche la selezione degli attori non protagonisti rivela una sapiente, profonda conoscenza dei caratteristi del mondo del cinema: basti pensare alla presenza del solito, bravissimo Luigi Pistilli, che interpreta alla perfezione Padre Pablo Ramirez, fratello di Tuco, oppure alla presenza di Aldo Giuffrè, un intenso Capitano Clinton, l'uomo che morirà con il sorriso sulle labbra dopo aver finalmente visto il maledetto ponte saltare per aria. Ma sono altri i caratteristi degni di menzione: c'è Rada rassimov, che interpreta Maria, la prostituta; c'è l'immancabile Mario Brega, che è il caporale Wallace….
I 180 minuti di durata del film, che si apre con Tuco e Biondo soci in una truffa ai danni degli sceriffi, e che si chiude con il famoso Triello, lo scontro finale tra Sentenza, Tuco e il Biondo e successivamente con la splendida sequenza di Tuco con il cappio al collo in bilico su un barile, salvato da un colpo di fucile di Biondo, che lascia all'ex socio metà del bottino, sono tre ore di grande cinema, di grande spettacolo e di grande divertimento.
Wallach gigioneggia per tutto il film, mentre, per una volta, Eastwood e in secondo piano; come racconterà Leone, i rapporti tra i due si deteriorarono per la pretesa di Eastwood di intepretare la parte di Tuco, che in effetti era assolutamente indatta per Eastwood:
"Ci mancò poco che non facesse la parte del Biondo. Dopo aver letto il copione ,trovò in effetti che il ruolo di Tuco fosse troppo importante, che fosse il migliore dei due ruoli. Tentai dunque di ragionarci: "Il film è più lungo degli altri due. Non puoi essere tutto solo. Tuco è necessario per la storia, e resterà come ho voluto che fosse. Devi capire che è il comprimario… e il momento in cui appari tu, è la star che fa la sua apparizione."[ Eastwood però non fu convinto, dunque Leone, insieme con la moglie, dovette andare in California per tentare una mediazione. La moglie del regista, Carla, ricorda perfettamente: "Clint Eastwood con sua moglie Maggie venne al nostro albergo... io spiegai che il fatto che avesse al suo fianco altri due grandi attori non avrebbe potuto che rafforzare la sua statura. A volte anche una grande star che interpreta un ruolo più piccolo insieme ad altri grandi attori può trarre vantaggio dalla situazione. A volte fare un passo indietro voleva dire farne due avanti." Mentre le due mogli parlavano, Eastwood e Leone si scontrarono duramente, e il loro rapportò iniziò a incrinarsi. Leone disse: "Se interpreta la parte ne sarò felicissimo. Ma se non lo fa - beh, visto che sono stato io a inventarlo, domani dovrò inventarne un altro come lui."Dopo due giorni di trattative l'attore accettò di fare il film e volle essere pagato 250.000 $ più il 10% dei profitti dei botteghini in tutti i territori occidentali,un accordo che non trovò contento Leone."
A Van Cleef spetta il ruolo più antipatico, quello del crudele Sentenza; l'intepretazione dell'attore è eccellente, e riesce credibile così com'era credibile nei panni del colonnello Douglas Mortimer.
Parlare della trama del film, in fondo, è inutile; chi non ha visto questo capolavoro in una delle tantissime riproposizioni televisive, quello che più conta, nel film, è l'armoniosità della storia, che regge le tre ore di proiezione senza grossi cedimenti, attraverso lo sviluppo delle storie a volte parallele, a volte come destini incrociati, di Tuco, Sentenza e Biondo; Leone si diverte a mostrare le carriere di Biondo e Tuco mentre truffano gli sceriffi con la loro eccezionale abilità con pistole e fucili, mentre Sentenza in effetti è un pò trascurato. La vita di Tuco, gaglioffo si, ma per necessità, come racconterà a suo fratello, padre Ramirez, "dalle nostre parti o muori di fame, o diventi prete oppure bandito: Io ho scelto la via più difficile" viene vista con sguardo ironico ma in fondo affettuoso dal grande regista.

A completare l'armonia del film, la grandissima colonna sonora, opera di Morricone, questa volta, a differenza delle due produzioni precedenti, preparata in anticipo; come disse Leone, "Ennio non è solo un musicista: è il miglior sceneggiatore dei miei film. Sul set giro con la sua musica, e questo aiuta gli attori ad entrare nell'atmosfera del film, a capire meglio i propri personaggi: ogni tema rappresenta perfettamente le caratteristiche d'un personaggio, il suo spirito. Che sia un sistema vantaggioso, per girare, lo conferma il fatto che anche Kubrick, dopo aver parlato con me, lo abbia adottato; ma non è la musica in generale, a permetterlo: è la musica di Ennio."

Mi si consenta un appunto personale.
Tra i western girati da Sergio Leone, Il buono il brutto e il cattivo è quello, a mio personalissimo giudizio, praticamente esente da difetti; Leone, finalmente libero di poter disporre di soldi e mezzi, si diverte a ricostruire scenari e situazioni di largo respiro: basti pensare alla scena epica del ponte, che diventa cruciale per capire anche la psicologia dei due personaggi Tuco e Biondo, che rischiano la vita anche per salvare quella di migliaia di incolpveoli soldati. Se i due lo fanno principalmente per loro tornaconto (Leone bonariamente lascia intendere questo), è indubbio che l'intera scena poteva essere tranquillamente eliminata dal film, senza per questo sminuirlo; al contrario, Sergio Leone intendeva mostrare la brutalità, l'idiozia della guerra, e puntò moltissimo proprio su quelle sequenze.

Per questo il film lo si ama alla follia, per quella sua commistione perfetta di umorismo nero, di ironia, di avventura che permea, pervade il film dalle prime alle ultime battute, con quella scena finale di Tuco che urla "Biondo, sai di chi sei figlio tu? Di una grandissima *******" con l'ultima sillaba che scompare sulla scia della magica musica di Morricone.
Il film venne accolto bene dalla critica; l'unica eccezione fu rappresentata da Moravia:
"Il film western italiano è nato non già da un ricordo ancestrale bensì dal bovarismo piccolo borghese dei registi che da ragazzi si erano appassionati al western americano. In altri termini il western di Hollywood nasce da un mito; quello italiano dal mito del mito. Il mito del mito: siamo già nel pastiche, nella maniera."
Parole di un mediocre scrittore, tra i più sopravvalutati della storia della letteratura e di un pessimo recensore cinematografico.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/05/2012 00.25.11
Visualizza / Rispondi al commento
rob.k  @  06/03/2011 15:49:06
   8 / 10
Non ho mai amato il genere western, e questo è probabilmente uno dei pochi film di questo di questo tipo ad avermi colpito positivamente. Trama articolata e mai noiosa, finale geniale.

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/04/2011 13.54.09
Visualizza / Rispondi al commento
Tuco88  @  24/12/2010 22:24:21
   10 / 10
il miglior film di Sergio Leone, nonché il migliore della trilogia. Capolavoro del cinema western, un genere che all' epoca era ormai sulla via del tramonto.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/12/2011 15.16.29
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  20/02/2010 16:02:40
   10 / 10
E' il mio western preferito, uno di quei film che vederesti decine di volte senza annoiarti. Piccole vicende di tre personaggi spinti dall'avidità, mentre la Storia con la s maiuscola fa da sfondo e si insinua nelle loro vite, elementi che in parte verranno ripresi in C'era una volta il West. Ho sempre amato Sergio Leone e questa è una delle vette migliori.

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/02/2010 16.22.00
Visualizza / Rispondi al commento
Sentenza  @  05/01/2010 11:08:45
   10 / 10
Il migliore de 'la trilogia del dollaro',nonchè il miglior western di sempre..Ma d'altra parte Leone è Leone.Eastwood,Wallach e Van Cleef sono dei GIGANTI..i primi piani magistrali,le musiche epiche di morricone...la bellezza non necessita di spiegazioni....il 'triello' finale è LA SCENA PERFETTA.

11 risposte al commento
Ultima risposta 05/01/2010 18.23.46
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  10/08/2009 11:44:58
   8 / 10
Il genere western è solitamente amato da tutti. Ed è strano pensarlo se si conosce un po’ gli eventi del 19esimo secolo: i futuri Stati Uniti diventarono una nazione potente quando i bianchi si insediarono nell’America del Nord uccidendo senza pietà i nativi detti Pellerossa. I bianchi costruirono ferrovie e l’America diventò una potenza commerciale esportando bestiame, legno e cereali. Nel 1861 scoppiò la guerra di secessione vinta dall’Unione nel 1865.
Insomma, sembra un po’ brutale idolatrare personaggi che sono diventati famosi per la violenza e disumanità, e viene da pensare se sia davvero giusto dare loro questa figura di uomini “fighi” e importanti.
Ma chi se ne fotte di queste divagazioni, “Il buono, il brutto, il cattivo” è un gran bel film, e quando si parla di nomi come Leone, Eastwood e Morricone non è che ci sia molto da scrivere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/08/2009 12.49.46
Visualizza / Rispondi al commento
Maniac Cop  @  27/07/2009 20:34:23
   8 / 10
Troppi 10. Troppo sopravvalutato. E' un bel film, ma non si può dire "il migliore western ecc. ecc", di fronte a film coevi come IL MUCCHIO SELVAGGIO. Riguardo la filmografia leoniana, IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO non raggiunge la grandezza di PER UN PUGNO DI DOLLARI, che è il miglior film di Leone. Sì, anche migliore di C'ERA UNA VOLTA IL WEST e C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA, alla faccia dei puristi.
Comunque sulla comicità del personaggio di Tuco penso abbia avuto un ruolo preponderante il doppiaggio.

4 risposte al commento
Ultima risposta 27/08/2009 14.59.36
Visualizza / Rispondi al commento
chry2403  @  30/05/2009 02:28:42
   10 / 10
È inutile cercare tanti giri di parole per descrivere questo film, in pratica è IL FILM per eccellenza del genere western. Punto. Se ci fosse la lode la meriterebbe in pieno.

La grandezza di questa pellicola si capisce fin dalle scene iniziali dove quel grande genio di Sergio Leone caratterizza i protagonisti in tre semplici spezzoni, indicandoli poi con una semplice scritta iniziando dal brutto (Wallach), proseguendo dal cattivo (Van Cleef) e finendo col buono (Eastwood).

Fondamentale è l’idea di Leone di voler far capire fin dall’inizio che il buono non è sempre buono ed il cattivo non è sempre cattivo, ed anche un brutto può essere simpatico e quindi si può parteggiare pure per lui. In questo modo Leone rivoluziona il concetto classico e lo ridisegna elevando il genere umano ad una più alta concezione della vita e delle sue dinamiche.

A questo punto il film è già avviato, lo spettatore è già rodato e prosegue la visione con le vicende inondato dalle musiche, a volte soavi a volte decise, di quell’altrettanto genio che corrisponde al nome di Ennio Morricone. Memorabile la canzone iniziale e che ricorre più volte, questa è La Canzone western per eccellenza senza discussioni, ma sono eccezionali ed elevano un film già superlativo anche “Il triello” che accompagna il fantastico gioco di sguardi finale e “L’estasi dell’oro” (di cui i Metallica hanno scritto una versione che apre sempre i loro concerti) con Tuco che salta da una parte all’altra del cimitero, e lo spettatore che rimane immobile, estasiato dalla splendide riprese rimanendo nel dubbio se ridere per l’andatura goffa od emozionarsi per l’imminente ritrovamento dell’oro. E dire che per ben 7 minuti nessuno proferisce parola ma è impossibile accorgersene senza saperlo prima perché le scene mirabili e la musica fantascientifica fanno perdere il senso del tempo.

Senso del tempo perduto che ricorre per tutto il film, Sergio in collaborazione con Ennio rendono le 3 ore molto più brevi della loro reale durata, alla fine sembra che siano passate un paio d’ore scarse, classica dimostrazione della bontà della pellicola.

Il gioco di sguardi che ricorre spesso nel film e soprattutto nella parte finale è qualcosa di indescrivibile, con queste semplici inquadrature si capisce tutto di quello che deve passare per la mente dei protagonisti: la paura di perdere la vita, la necessità di sfoderare la pistola prima degli altri, la preoccupazione di non essere colpiti dalle pallottole in volo, merito anche degli attori perfetti per le rispettive parti. La scena degli sguardi nel finale è così superiore a qualunque altra cosa nella storia del cinema che è studiata all’università del cinema di Los Angeles fotogramma per fotogramma come esempio del montaggio perfetto.

Eccezionale anche l’idea d’inserirci la più importante guerra combattuta nel continente americano come sottofondo del film e considerata quasi come una scocciatura dai protagonisti che hanno di meglio da fare, con una critica neanche tanto velata del regista all’assurdità della guerra.

E che dire dei dialoghi? Almeno una mezza dozzina sono da storia del cinema, non mi viene in mente nessun altro film che ne racchiude un numero così elevato di memorabili, citarne uno sarebbe far torto agli altri, ma voglio riportare ugualmente quello che mi è rimasto più impresso:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Difetti? Mah, ho riguardato la versione restaurata recentemente e negli anni l’ho visionato più e più volte, ho cercato in tutti i modi un difetto, ma non ce l’ho fatta, non ne ho trovato nessuno. Anche la tanto vituperata lentezza è una stupidaggine, io generalmente amo i film veloci, ma il western è per sua natura più lento degli altri generi ed in questo caso è assolutamente funzionale al film, ogni piccola sosta è utile per capire la situazione e per rendere ancora più spasmodica l’attesa per i fatti che devono accadere lasciando che lo spettatore sia inondato dalle eccellenti musiche di Morricone preparandolo così alle scene che verranno.

In genere i sequel non hanno grande successo perché privi della freschezza del primo film e mancanti di valide idee nuove, ma capita che ci arrivino vicino, in questo caso Leone ha stravolto tutti i canoni acquisiti, ha fatto il miracolo di rendere il terzo sequel migliore dei precedenti due (che già erano bellissimi) con una classe semplicemente superiore.

Sono innumerevoli i richiami successivi a questo film, cito solo due tra i famosi: George Lucas in Star Wars 3 (ha preso in prestito i primi piani del triello finale) e Quentin Tarantino, noto ammiratore di Sergio Leone, in Kill Bill 2 cita Sergio nei titoli finali.

Tantissimi sono gli aneddoti di questo film, dal fatto che Wallach rischiò la vita tre volte ai problemi per le riprese dell’esplosione del ponte al lavoro immenso per costruire da zero il cimitero, ma quello che a me piace di più è il famoso “dettaglio dello sperone”, ovvero per inquadrare un dettaglio che il direttore di produzione aveva dimenticato Leone ha atteso che ci fosse sullo sfondo un’intera città. Da allora quando un regista dice che manca un dettaglio c’è sempre il terrore che non sia proprio il “dettaglio dello sperone”.

E che dire degli attori? Eastwood, Wallach e Van Cleef sono uno più bravo dell’altro, non si può dire chi è stato il migliore perché tutti sono stati non meno di eccellenti interpretando il film della loro vita. Ora quando si parla di western si pensa a Eastwood come il buono ed a Van Cleef come il cattivo. Dietro le quinte solo Eastwood ha creato problemi perché voleva che il suo personaggio fosse il più importante del film, ma alla fine Leone gli ha fatto capire che in certi casi è importante fare un piccolo passo indietro per ottenere qualcosa di più grande, ovvero creare il western perfetto (concetto che ricorda il famoso Celtics Pride dei Boston Celtics, franchigia che milita nell’NBA). I tre personaggi infatti s’integrano in modo perfetto, per alcuni forse può essere più simpatico Tuco, ma personalmente sono legatissimo al biondo e non lo scambierei mai con Tuco.

Chiudo con una critica: come si fa a non dare nessun Oscar a questo film? È un vero scandalo, ma bisogna anche ricordare che a quel tempo non era presente l’attenzione mediatica di tutto quello che esce nelle sale cinematografiche come c’è adesso. Se uscisse in questi anni prenderebbe tranquillamente una decina di Oscar.

Se si vuole guardare un film western ci si può accontentare di uno qualunque, ma se si vuole il meglio del meglio allora non si può prescindere da questo Capolavoro.

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/11/2009 19.28.13
Visualizza / Rispondi al commento
BlackNight90  @  06/05/2009 19:28:53
   9½ / 10
L'apice della trilogia del dollaro. Leone si supera in quanto ad abilità registica e capacità di suscitare emozioni.
Non è solo uno dei migliori western mai realizzati, ma è anche un film profondo: questa volta si insinua la Storia e la tragedia della guerra di Secessione (come poi succederà con la rivoluzione messicana in 'Giù la testa'). E questa volta Leone dedica più spazio all'introspezione dei protagonisti, anzi del vero protagonista: di Tuco (uno strepitoso Eli Wallach) man mano si conosce il passato di miseria e povertà, la famiglia ormai divisa (toccante l'incontro con il fratello prete), Leone ci fa comprendere le sue ragioni, ci fa affezionare al più disgraziato dei banditi.
L'antimilitarismo del film è rappresentato dalla tragica figura del comandante nordista, lacerato dall'obbligo di obbedire agli ordini e dalla consapevolezza di mandare al massacro centinaia di uomini: saranno proprio il Buono mica tanto buono e il Brutto bandito gli unici a compiere un gesto di pietà e umanità, che in quel periodo sembrano cose rare, e non solo per avidità. E come dimenticare la straziante scena del soldato morente?
Ma Leone, per fortuna, inserisce molta ironia, battute leggendarie e scene spettacolari che rendono il film unico nel suo genere.
Lee van Cleef, lo ripeto, è un figo da paura, ha più carisma lui che tutti i supereroi moderni messi insieme. La corsa di Tuco tra le tombe, nel finale, è la mia scena preferita.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

17 risposte al commento
Ultima risposta 10/05/2009 21.21.28
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  25/11/2008 17:40:13
   9½ / 10
L'ultimo film della trilogia del dollaro è uno dei film italiani più importanti nella panoramica internazionale. Il Capolavoro firmato Leone e Morricone (eh sì, le musiche di Ennio sono importanti tanto quanto la regia di Sergio), girato in Spagna ma ambientato durante la guerra di Secessione americana, risulta un turbinio di emozioni senza sosta, dalla prima all'ultima sequenza, ricco di frasi memorabili ("io dormirò tranquillo perché so che il mio peggior nemico veglia su di me") e di sequenze magistrali (una delle mie preferite sicuramente è il pestaggio di Tuco accompagnato da quella nenia struggente).
Tre assoluti mattatori, ognuno diverso dall'altro ma complementari, si sfidano in astuzia ed abilità sino ad un finale mozzafiato e da pelle d'oca.

Emblematica la scena in cui Wallach corre fra le tombe, significato di un mondo alla ricerca di ricchezza a discapito di migliaia di morti.

"Biondo, lo sai di chi sei figlio tu??Sei figlio di una grandissima puttaaaaaaauauaua uaaaaa uaaaaa uaaaaaaaaaa"

20 risposte al commento
Ultima risposta 30/11/2008 17.14.01
Visualizza / Rispondi al commento
inferiore  @  24/11/2008 19:34:03
   9½ / 10
Capolavoro western (anche se la mia conoscienza di questo genere è molto limitata) firmato Sergio Leone. Tre temuti pistoleri interpretati alla grande da Clint Eastwood, Eli Wallach e Lee Van Cleef, dialoghi davvero geniali, ero molto scettico riguardo la durata e il genere, mi pento di tutto quello che ho detto!
Il triello finale è da antologia del cinema, i primissimi piani sui volti e sulle pistole dei protagonisti contornate dalla tensione dello spettatore!
Le colonne sonore di Morricone sono fantasiche, si ricorderanno per secoli...
Capolavoro del cinema mondiale!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

8 risposte al commento
Ultima risposta 24/11/2008 21.36.08
Visualizza / Rispondi al commento
The Monia 84  @  18/11/2008 14:41:29
   9 / 10
"6 numero perfetto! Non è il 3 il numero perfetto? Si ma qui dentro ho solo 6 colpi!!"
"Il mondo si divide in due categorie: chi ha la pistola carica e chi scava. Tu scavi!!"

Splendida epopea tra autoironia e interpreti da mito: Eastwood e Van Cleef sono fantastici ma Eli Wallach è una spanna sopra loro per ironia ed intensità.

6 risposte al commento
Ultima risposta 01/12/2008 10.20.12
Visualizza / Rispondi al commento
FABRY193  @  24/10/2008 15:07:04
   10 / 10
Il connubio tra colonna sonora, sceneggiatura, interpretazione e regia è perfetto. D'altronde si tratta di Sergio Leone, Ennio Morricone e Clint Eastwood che hanno fatto di quest' opera il film western più celebre della storia del cinema.

Memorabile la sequenza incalzante dei primi piani nella scena del Triello a passo con la musica.

Quando l'Italia crea arte lo fa ai massimi livelli, d'altronde abbiamo dato inizio a quel rinnovamento culturale e scientifico chiamato Rinascimento, ed è quello che il cinema d'oggi ha bisogno.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/11/2008 11.04.04
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Aliena  @  21/07/2008 12:28:47
   9½ / 10
è il secondo di mr Leone che ho avuto modo di vedere l'altroieri
(in confronto a mediaset la rai ha meravigliosi riguardi nei confronti degli spettatori per quanto riguarda le pause pubblicitarie.. offorse dato che il film era giàmolto lungo hanno pensato bene di non inserirvi troppe interruzioni)
che dire.. l'ho trovato meraviglioso, tanto da farmi ricredere su C'era una volta..
qui la storia l'intreccio la fabula la trama il ritornello la strofa il motivetto
è eccezionale

solo una cosa,
il titolo
pechè non Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo?
anche perché Mr Eastwood non mi pare uno stinco di santo
e gli e lo dice pure il brutto
"SEI UN FIGLIO DI PUTuaaa uaaaaa uuaaaaa

bello bello bello

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

8 risposte al commento
Ultima risposta 18/09/2008 21.40.59
Visualizza / Rispondi al commento
Tony Ciccione90  @  20/07/2008 12:38:57
   10 / 10
E così, dopo "The elephant man", mi trovo a mettere un altro 10 ad un film. Quest'opera di Leone è un quadro. La fotografia è perfetta, i tratti degli attori azzeccatissimi, la musica di Ennio è stupefacente. La storia è un intreccio di tanti piccoli pezzi di puzzle che alla fine si ricompongono per un leggendario triello. I dialoghi sono formidabili, ogni battuta è ben pesata, ben studiata. E ora guarderò gli altri due film della trilogia del dollaro. Arte.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/07/2008 03.27.48
Visualizza / Rispondi al commento
PulpGuy88  @  20/05/2008 08:21:33
   9½ / 10
Il Maestro Leone torna con un capolavoro, come sempre ma questa volta sembra più maturo, più risoluto, più consapevole del suo genio. Il buon, il brutto e il cattivo è un film avvincente, dei personaggi incredibili ed un carisma raro. Questo film è caratterizzato da una maggiore ironia e delle battute sono veramente geniali. Geniale è invece SEMPRE la regia del Maestro, da antologia del cinema. Ancora una volta le musiche sublimano il capolavoro di Leone donando quel tono epico al film che solo i grandi capolavori possono vantare. E questo signori, lo è.

7 risposte al commento
Ultima risposta 21/05/2008 16.41.05
Visualizza / Rispondi al commento
anthony  @  08/04/2008 19:36:15
   10 / 10
IL CAPOLAVORO WESTERN DI SERGIO LEONE (INSIEME A C'ERA UNA VOLTA IL WEST). i dialoghi sono da antologia,i personaggi geniali e grandiosamente picareschi...scenografie,musiche,movimenti di camera,montaggio e regia meritano almeno 10 e lode! le interpretazioni dei 3 attori principali (eastwood,lee van cleef,wallach) sono da oscar!!!! l'ironia che si avverte in quasi e tutte e tre le ore di durata è fenomenale e ben congegnata!! w il cinema!..questo cinema! W SERGIO LEONE!...IL "RE" LEONE!

7 risposte al commento
Ultima risposta 11/04/2008 23.02.25
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  02/03/2008 12:01:46
   10 / 10


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Un film EPICO, interpretato in maniera superba, girato con vera classe e supportato da una delle più belle ed esaltanti colonne sonore mai realizzate nella storia del cinema (Propongo un monumento celebrativo in onore di Ennio Morricone).
Potrei dilungarmi ancora a lungo, ma non trovo parole per definire quello che è probabilmente il più bel western mai realizzato. (Senza offesa per John Ford)

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/07/2008 14.57.01
Visualizza / Rispondi al commento
Bomber&Bionda  @  27/02/2008 13:05:57
   6½ / 10
Una storia molto coinvolgente che si dilunga un po' troppo. A mio parere è un film sottovalutato all'epoca e sopravvalutato adesso: dico che è un bel film, ma assolutamente non un capolavoro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/04/2008 09.52.13
Visualizza / Rispondi al commento
fratellodiringo  @  11/02/2008 14:54:04
   10 / 10
auto = ferrari
donna = monica bellucci
calciatore = maradona
western = il buono, il brutto, il cattivo

3 risposte al commento
Ultima risposta 30/05/2009 00.17.49
Visualizza / Rispondi al commento
Qualcuno  @  29/01/2008 18:27:51
   10 / 10
Regia-10
Trama-10.5
Ambienti-10
Recitazione-10.5
Note: il western più bello e completo che possiate vedere , imperdibile , ah lo so, farebbe 11 ma nn posso darlo!!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/12/2008 22.07.06
Visualizza / Rispondi al commento
Max78  @  27/01/2008 20:43:34
   10 / 10
In principio Dio creò il cielo e la terra...........

poi venne Sergio Leone creando il Western + bello di tutti i tempi!

6 risposte al commento
Ultima risposta 27/02/2008 13.10.22
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gardner  @  28/11/2007 12:33:56
   3 / 10
Ma siamo matti! Sergio era un simaptico imbroglione e da lassù riderebbe col suo vocione delle castronerie da critici raffinati dedicate al suo film. Nel fare durare 3 ore un film che ne potrebbe durare la metà c'è tutta la perfidia del vero romano. 3 al film, 10 al personaggio e 2 a chi lo prende sul serio.

23 risposte al commento
Ultima risposta 29/11/2008 11.38.35
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento wega  @  27/10/2007 19:13:07
   6½ / 10
mi dispiace ma delusione colossale.Per quanto mi riguarda questo film raggiunge la sufficienza solo per la bella colonno sonora di Morricone e dei primi piani veramente fantastici.E' il secondo film di Leone che vedo e anche in questo è la sceneggiatura che non mi è piaciuta.Ho sempre sostenuto che per un film è tutto concesso,evoluzioni delle storie anche delle più disparate,ma questa sceneggiatura è veramente troppo forzata,troppo esagerata,troppo improbabile.Il film mi stava piacendo per davverro ma l'ultima mezzora l'ho trovata appunto improbabile,dal momento in cui il BUONO spara al BRUTTO col cannone (il quale gli sta scappando per arrivare al cimitero a poche centinaia di metri di distanza),trovo improbabile cercare di fregare l'altro appunto ormai all'arrivo,mi sfugge come il CATTIVO arrivi con un tempismo perfetto in quel luogo,ok la sequenza epica del duello,egregiamente supportata dalla colonno sonora,ma un'altro duro colpo,il cattivo viene colpito e cade dentro una fossa aperta.Improbabile che il BRUTTO costretto a scavare non si accorga che l'altro a 3 metri di distanza gli sta preparando il cappio per l'impiccagione..insomma a me pare che Leone si sia servito in modo esagerato di eventi improbabili per raccontare questa storia.MI dispiace perchè veramente mi stava piacendo.

22 risposte al commento
Ultima risposta 30/11/2008 10.13.30
Visualizza / Rispondi al commento
Giulio422  @  25/10/2007 01:20:39
   10 / 10
Un film senza tempo, che verrà apprezzato anche tra 100 anni, il genere può anche non piacere, ma tutto in questa pellicola è perfetto.

Sono pochi i film che dal lontano 1966 possono reggere la maestria di questo.....ormai non ne vedremo più credo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/10/2007 19.01.30
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Marlon Brando  @  12/10/2007 15:07:59
   10 / 10
La carica che Leone mette nella sua regia è unica e irripetibile.
L'epica della sua narrazione è meravigliosa proprio perchè è sporca e falsa, in questo vorticoso gioco di scambi e inganni in cui la guerra viene derisa in tutte le sue forme.
Più che un film, un mito.

7 risposte al commento
Ultima risposta 02/12/2007 23.13.27
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI julian  @  07/09/2007 13:31:00
   10 / 10
Non avevo mai messo 10 fino ad ora perchè mi sono sempre detto che il 10 equivale alla perfezione e quindi stavo aspettando di vedere un film che ne fosse davvero degno.
Eccolo ! Finalmente l'ho trovato.
E' difficile trovare le parole per definirlo...
I migliori Sergio Leone ed Ennio Morricone di sempre ci firmano un paradiso per vista e udito.
Clint Eastwood, Eli Wallach (di gran lunga il mio personaggio preferito) e Lee Van Cleef formano un triangolo strepitoso, le loro storie si intricano tra loro, si intrecciano con la guerra di secessione americana, fino a ritrovarsi per una cassa di soldi nel triello finale.
Sicuramente il più bel film che abbia visto finora.
DIVINO !!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 16/04/2008 10.06.56
Visualizza / Rispondi al commento
polsiak  @  02/08/2007 23:43:32
   10 / 10
Immenso Sergio. Immenso Clint.

5 risposte al commento
Ultima risposta 06/03/2009 00.37.43
Visualizza / Rispondi al commento
Madmax90  @  31/07/2007 20:25:40
   10 / 10
La legge dei sequel afferma che giunti al terzo episodio, vuoi per mancanza di idee o per gli argomenti trita e ritrita non sia mai all'altezza dei precedenti episodi. Mi compiaccio nel vedere che qui le cose sono siametralmente opposte. Leone realizza il suo capolavoro mescolando quanto c'èra di buono nei primi due film. Quindi se al primo ho messo 9 e mezzo e al secondo 8 a questo dovrei mettere 17 e mezzo. Tuttavia piu' del dieci non si puo'......

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/07/2007 20.27.06
Visualizza / Rispondi al commento
Calvin  @  24/06/2007 13:52:58
   7 / 10
Non sono un amante dei western, questo è sicuramente il più bello che ho visto, però han ragione quelli che l'han criticato sul fatto che spesso è un po lento (oltre ad essere mooolto lungo,forse poteva essere girato in mezz'ora in meno), un po troppo spesso a dire il vero, comunque nel complesso è un buon film.

5 risposte al commento
Ultima risposta 21/04/2008 10.15.46
Visualizza / Rispondi al commento
tarantinato88  @  04/06/2007 16:08:31
   5 / 10
sarà ke non amo il genere.. ma qst entusiasmo non lo capisco..troppo lungo veramente troppo lungo..volevo spegnere già a metà..neanke paragonabile al vero capolavoro di sergio leone..c'era 1 volta in america..

9 risposte al commento
Ultima risposta 27/10/2007 19.21.46
Visualizza / Rispondi al commento
hurricane  @  03/04/2007 21:20:23
   9 / 10
Non sono un'amante del genere western, ma questo film nel suo genere rimane senza dubbio un capolavoro.
E' un po' lentino ma cmq sempre molto affascinante, poi le colonne sonore SPETTACOLARI danno ancora più valore al film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2007 02.01.54
Visualizza / Rispondi al commento
vortex78  @  01/04/2007 15:09:50
   7 / 10
buon film.

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/06/2007 10.37.50
Visualizza / Rispondi al commento
raging bull  @  24/02/2007 09:58:25
   7 / 10
non l'ho assolutamente trovato un capolavoro. è bello, ma niente di più di un sette. preferisco Ombre Rosse, o John Ford in generale

2 risposte al commento
Ultima risposta 08/03/2007 22.37.37
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  17/12/2006 21:04:22
   9 / 10
Me lo ricordavo migliore. Rimane indubbiamente un capolavoro, ma comunque non lo reputo tra i migliori film western della storia.
Sul piano tecnico, effettivamente, "Il buono, il brutto, il cattivo" è assolutamente perfetto: Leone è totalmente inattaccabile e la sua regia è davvero ineguagliabile. La sequenza finale nel cimitero ha fatto scuola e, anche sul piano emotivo, l'epilogo risulta assolutamente perfetto. Credo anche che Leone attinga, in un certo senso, dal cinema neorealista: la "staticità" della camera, in diversi momenti, mi ha ricordato un po' Visconti e Rossellini (ma questa è solo il parere di un inesperto).
La caratterizzazione dei personaggi risulta incredibilmente stereotipata: sin dai primi cinque minuti è fin troppo chiara la natura dei protagonisti; c'è il buono (Eastwood), il brutto (Wallach), il cattivo (Van Clief). Stop. E, di conseguenza, è assolutamente superfluo soffermarsi di più sulla loro caratterizzazione: loro sono così, questa è la loro "natura" e fatteli piacere per quello che sono.
Devo ammettere che il film mi è parso un po' troppo lento: sinceramente mi sono affezionato di più ad altri personaggi di Leone (Noodles, l'Eastwood di "Per un pugno di dollari") e di conseguenza sono riuscito a "godermi" di meno la trama.
Indubbiamente un grandissimo film anche se come ho già scritto, preferisco altri western ("Ombre rosse", "Il mucchio selvaggio", "Per un pugno di dollari", ...). Ottima la colonna sonora.

5 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2007 10.49.35
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento M@rtiN_ScoRsese  @  16/11/2006 21:09:55
   10 / 10
è così bello che anche il burtto è figo e il cattivo è un angelo... geniale Clint Eastwood

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2007 14.15.30
Visualizza / Rispondi al commento
Mr. Wolf  @  10/11/2006 16:58:37
   10 / 10
Tuco: Dio è con noi perché anche lui odia gli Yankee!
Joe: No, Dio non è con noi perché anche lui odia gli imbecilli...

Joe: Uno, due, tre, quattro, cinque, sei... Sei, il numero perfetto!
Sentenza: Non è tre il numero perfetto?
Joe: Già, ma io ho sei colpi qui dentro...

[I cacciatori di taglie catturano Tuco]: Hey lo sai che la tua faccia somiglia a quella di uno che vale duemila dollari.
Joe [comparendo alle loro spalle]: Già ma... tu non somigli a quello che li incassa...

[Tuco cerca di leggere un biglietto lasciato da Sentenza]
Tuco: Ci rivedremo... i... id... id...
Joe: "Idiota". È per te.

Tuco: Il mondo è diviso in due, amico mio: quelli che hanno la corda al collo e quelli che la tagliano. Solo che il collo dentro la corda è il mio, sono io che rischio, perciò la prossima volta voglio più della metà.
Joe: Si, è vero che tu rischi. Ma io taglio e se tu mi abbassi la percentuale... sigaro?

Ogni pistola ha la sua voce, e questa la conosco. (Joe) [riferendosi a Tuco]

Vado, lo ammazzo e torno. (Tuco) [riferendosi a Sentenza]

Il mondo si divide in due categorie: chi ha la pistola carica, e chi scava. Tu scavi. (Joe) [riferendosi a Tuco]

Ecco, questi sono i tuoi cinquecento dollari. Ah già, dimenticavo. Lui me ne ha dati mille, sai... Voleva che io ti ammazzassi... Il guaio è che quando uno mi paga gli porto sempre a termine il lavoro. (Sentenza)

Heyyy Biondooo... Lo sa di chi sei figlio tuuu? Sei il figlio di una grandissima pu... [musica] (Tuco)

Ma che cos'è questo film? Mmmh.. Forse "Capolavoro" è la parola che meglio lo descrive... La colonna sonora? Beh qui credo ci stia bene: "Semplicemente Fantastica".
Uno dei migliori film western di tutti i tempi, se non il migliore in assoluto!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/11/2006 19.38.37
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR frine  @  07/11/2006 01:30:48
   10 / 10
E così questa sera l'ho rivisto per l'ennesima volta, senza stancarmi e trovando sempre nuove ragioni di interesse. La trama è nota: il solito pistolero 'biondo', misterioso e di poche parole, simbolo di una giustizia che non sembra appartenere a questo mondo, si mette in società con un povero peone piuttosto naif ma dallo straordinario coraggio, assieme al quale vive di espedienti. Lo sfondo è la Guerra di Secessione - inutile, stupida e sanguinosa come tutte le guerre- e in questo frangente i due ritrovano "Sentenza", il killer che nei film precedenti aveva le sue ragioni per uccidere, ma che questa volta non è altro che "IL CATTIVO".
Il "biondo" e Tuco (il "brutto") hanno i loro bei dissensi, ma quando cadono nelle mani degli yankees, sotto le forche caudine di "Sentenza", decidono di tornare a lavorare insieme, tanto più che di mezzo c'è il ritrovamento di un tesoro. Averlo non sarà facile, nessuno si fiderà di nessuno, ma...
Come sempre, Leone intreccia le 'piccole' vicissitudini personali dei suoi 'eroi' con la 'grande' storia, che in realtà si rivela essere un assurdo elenco di massacri. Magnifico il personaggio dell'ufficiale nordista (Aldo Giuffrè) che sa di mandare le sue truppe al macello, e beve come una spugna per annegare i rimorsi, nell'attesa che quel maledetto ponte venga distrutto. I due outsider lo accontenteranno, motivati dalla brama di ricchezza ma forse anche da qualcosa di più importante.
Sconvolgente anche la scena della tortura di Tuco: i prigionieri sono costretti a suonare e cantare per rendere impercettibili le grida del torturato, proprio come avveniva nei campi nazisti. Come sempre, Leone innesta nel suo plot gli echi più laceranti della storia recente.
E, come sempre, Leone si affida a una triade di attori straordinari, le cui maschere tragiche trasmettono emozioni indicibili. La palma va ad Eli Wallach, strepitoso nel colloquio straziante con il fratello prete (Luigi Pistilli), e comunque capace di trasmettere emozioni fortissime, perfino stordenti, dalla sua posizione di povero bandito che sa che il denaro è l'unica fonte di riscatto per un disgraziato come lui. Ma il suo 'mentore', Clint Eastwood, non è da meno: Eastwood eccelle in molte scene, soprattutto in quella dell'attentato al ponte e nel surrealistico finale.
Un po' di ironia comunque non guasta, e dopo le orripilanti scene di impiccagione dei film precedenti la 'sceneggiata' che conclude "Il buono, il brutto, il cattivo" non ci sta male. Forse presto dovremo assistere ad altre impiccagioni assurde e inutili, e allora godiamoci ancora una volta il capolavoro antieroico, antimilitarsita e umanissimo d iLeone.

5 risposte al commento
Ultima risposta 13/11/2006 18.49.17
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento gidansheva  @  25/09/2006 01:10:20
   10 / 10
Leggendario. Forse il western più bello del mitico Sergio Leone. E' inutile: questo genere o lo si ama, o lo si odia. Io personalmente lo adoro, adoro la sua perfezione. La storia, bellissima ed intrigante; i personaggi leggendari, Tuco (il brutto), Sentenza (il cattivo) e Biondo (il buono). Monumentali come sempre Clint Eastwood e Lee Van Cleef. Stupenda la colonna sonora del grandissimo Ennio Morricone. Un film che rimarrà nella storia del cinema.

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/09/2006 01.13.43
Visualizza / Rispondi al commento
Icedragon  @  22/09/2006 11:43:09
   5 / 10
Mi sono annoiato a morte, non so se non digerisco il genere oppure se è proprio questo film a essere poco digeribile.

5 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2007 02.05.35
Visualizza / Rispondi al commento
W juve e Moggi  @  14/06/2006 14:47:08
   5 / 10
Le inquadrature di Sergio Leone hanno fatto scuola, come l'uso della musica di Ennio Morricone. Ma il suo cinema non è gran cosa. Egli vorrebbe demitizzare il vecchio West, per il trionfo del dio denaro. Ma lo fa senza introspezione, limitandosi ad esercizi di stile ad ogni inquadratura. E a beneficiare delle soggettive sono tutti i personaggi di ogni scena, in modo sistematico, e l'atmosfera che si crea è artificiosa e patinata. Né si capisce perché i personaggi facciano quello che fanno. Cinema senza anima. Poi verrà Tarantino.

17 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2007 02.11.09
Visualizza / Rispondi al commento
franx  @  06/06/2006 13:45:20
   8 / 10
Eccezionale, uno dei miei preferiti.
Il bello di questo film, come degli altri, è la semplicità dei dialoghi e l'efficacia delle colonne sonore (chissà perchè).
Si parla di molte cose, anche di valori umani, ma con una semplicità tale da non renderli mai sovrabbondanti.
Niente viene lasciato al caso.
In questo film vediamo un Eli Walach secondo me nella sua migliore interpretazione.
Commenterei per ore ogni singola scena, alcune sono delle vere e proprie perle.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2007 02.07.23
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  22/05/2006 16:28:07
   10 / 10
una delle più belle colonne sonore di ogni tempo.
è davvero splendido il rapporto fra le tre figure principali del film,specialmente quello fra clint e eli wallach,vero mattatore dell'opera.
ci sono una paio di punti in cui è un po' prolisso e rischia di annoiare,ma non per questo gli negherò il dieci.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/11/2006 00.31.27
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  10/04/2006 20:22:27
   9 / 10
Geniale. Niente da dire. Non si becca il voto pieno a causa della scena del ponte di Hemingwayana memoria, lenta e completamente avulsa dal contesto del film. Straordinaria intepretazione di Eli Wallach, mentre Clint Eastwood, che più tardi si rivelerà essere decisamente meglio come regista che come attore, nel bene o nel male, proprio grazie alle sue 2 espressioni (col cappello e senza) ha creato un personaggio entrato nella storia del cinema.
"Ehi biondo, lo sai di chi sei figlio tu? Sei figlio di una grandissima puttaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa"

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/09/2006 16.30.42
Visualizza / Rispondi al commento
giuggiola  @  29/03/2006 22:00:42
   7 / 10
Il westwrn non mi piace, e anche se è fatto molto bene, questo non fa eccezione

3 risposte al commento
Ultima risposta 27/04/2006 15.33.45
Visualizza / Rispondi al commento
Anders Friden  @  04/03/2006 21:23:25
   6 / 10
E' tutto perfetto non mi piace forse la cosa principale, il genere western

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/04/2006 20.58.00
Visualizza / Rispondi al commento
chiara_80  @  23/02/2006 14:42:34
   6½ / 10
perdonatemi, ma i western di Ford sono un'altra cosa.

7 risposte al commento
Ultima risposta 26/10/2007 16.52.33
Visualizza / Rispondi al commento
cinemaforever  @  04/02/2006 18:33:34
   10 / 10
Clint+Lee+Eli diretti dal grande maestro per un western impareggiabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2006 22.26.28
Visualizza / Rispondi al commento
Homer.J.S  @  04/02/2006 13:22:46
   10 / 10
Il western + bello di tutti quelli visti ,Il Clint poi è attore per eccellenza.

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2006 12.05.57
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Atton  @  03/02/2006 15:23:15
   10 / 10
Maestoso!!! Una strairdinaria sequela di personaggi, luoghi comuni, frasi celebri che hanno caratterizzato la storia del cinema fino ai giorni e hanno ispirato tutti i più grandi registi, anche attuali. In ogni film si possono trovare questi tre luoghi comuni del cinema : il buono (bello e furbo), il brutto(simpatico e un po' svitato), il cattivo (freddo e spietato). Tre personaggi che vivono ai margini della società sbeffeggiandola,e che lottano per un unico obiettivo con la guerra a fare da giudice severo e imparziale e alla fine solo uno avrà la meglio. Infine la colonna sonora di Ennio Morricone: leggenda!!! Sergio Leone e Ennio Morricone: un vanto per l'Italia!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2006 12.43.33
Visualizza / Rispondi al commento
Ch.Chaplin  @  01/02/2006 17:36:39
   7 / 10
pota ragazzi io + d 7 nn posso dargli..
è una buona media considerando ke:
1.nn mi piacciono i western (parto col piede sbagliato, x cui voto 4);
2.la prima mezzora è fenomenale (leone era un maestro nell'indirizzare la makkina da presa, x cui x la prima parte quando vengono presentati i 3 voto 10);
3.carina ma niente d eccezionale l'ambientaizione della guerra d secessione (voto 7)
4.magistrale finale, dal momento in cui arrivano al cimitero fino alla scritta FINE (voto 10)
5.da quando appare la scritta "il buono" a quando arrivano al cimitero è una noia mortale!!! (voto 3)
6.le musiche sono i veri capolavori di qst film (ennio morricone voto 10+)
7.il film è troppo troooooppo lungo (voto 5)
8.clint eastwood e gli altri 2 sn veramente dei grandi attori (voto 8)
ed infine 9.sarà girato da un semi-dio come sergio leone, ma un film western nn ha un senso/mesaggio x definizione, anzi direi ke gli sapghetti-western nn sn almeno contro i pellerossa (x qst voto 4)
la giusta media è...6,83..e secondo me gli rende perfettamente giustizia

9 risposte al commento
Ultima risposta 18/02/2006 12.30.26
Visualizza / Rispondi al commento
ramses72  @  31/01/2006 00:07:05
   10 / 10
SPETTACOLO
attori bravissimi....scenari incredibili....musiche da pelle d'oca....

io dico ke di attori ce ne son di bravi anke oggi ma...si predilige a l'attore bello..e non bravo....ke peccato

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2006 22.27.16
Visualizza / Rispondi al commento
i28408  @  24/01/2006 17:30:38
   10 / 10
E' il mio migliore film in assoluto, lo avrò visto centinaia di volte da quando ero ragazzino e tutt'ora lo riguardo volentieri, non c'è cosa o persona in questo film che non mi piaccia direi che è perfetto e non ha eguali.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2006 22.28.02
Visualizza / Rispondi al commento
No Mercy  @  16/01/2006 00:10:14
   6½ / 10
Pur non amando il genere western(nel mio immagginario troppo legato a un fumetto da me sempre odiato:tex cacca willer)quando ho avuto la fortuna di vedere questa pellicola ne sono rimasto folgorato!L'espressione di ghiaccio di un fantastico Clint Eastwood e la magistrale regia di Sergio Leone mi hanno aperto le porte del genere di cui(sono strasicuro)ho gia'visto il massimo!

8 risposte al commento
Ultima risposta 20/05/2008 10.31.08
Visualizza / Rispondi al commento
lucalore  @  08/01/2006 21:30:10
   9½ / 10
Sicuramente un film stupendo, che si mette a capo di un genere, "lo spaghetti western" a noi italiani molto caro. Magnifico.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2006 22.27.42
Visualizza / Rispondi al commento
principeste1  @  08/01/2006 11:37:16
   10 / 10
Sergio Leone e Clint , non puoi sbagliare, la somma di questi due dà sempre come risultato 10

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/01/2006 01.27.51
Visualizza / Rispondi al commento
orsanera  @  31/12/2005 16:49:05
   5½ / 10
Sicuramente un ottimo western ma è un genere che io non amo tanto e oltretutto precede in classifica quel capolavoro di Arancia Meccanica quindi un voto bassino (non troppo) sperando di farlo retrocedere di qualche posizione

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/01/2006 13.59.53
Visualizza / Rispondi al commento
Godzilla  @  31/12/2005 11:09:33
   6½ / 10
Spero di non far arrabbiare nessuno... ma pur apprezzando il film e la tecnica registica di Leone.... io i western non riesco proprio a digerirli... spero prima o poi di poter apprezzare film come questo

22 risposte al commento
Ultima risposta 23/04/2008 23.05.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  21/12/2005 22:58:37
   6 / 10
Film perfetto e originale sul piano visivo. Come western senz'altro da antologia purtroppo brilla anche per contenuti di violenza cinica, è verosimile tale violenza o è un gioco per frustrati (compreso io)?

8 risposte al commento
Ultima risposta 21/05/2008 10.58.17
Visualizza / Rispondi al commento
Piergio  @  29/11/2005 22:45:24
   9½ / 10
anche se sinceramente gli ho preferito di gran lunga per un pugno di dollari comunque leggen(DARIO)

3 risposte al commento
Ultima risposta 10/12/2005 15.35.20
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  18/11/2005 11:14:27
   8 / 10
Onestamente non merita la top25... cmq un otto se lo merita tutto...

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/12/2005 12.29.39
Visualizza / Rispondi al commento
ModelloUnico  @  22/10/2005 10:24:31
   10 / 10
Secondo me è un film noioso e datato, però gli metto 10 lo stesso, perchè sennò il mio voto viene annullato. Qui i gusti non vengono rispettati, ma è al primo posto il film che + piace a quelli che gestiscono il canale. Bello, molto bello... a me piaceva 2001 odissea nello spazio, però il mio voto è stato cmq cancellato. Bravi "esperti" dei miei cogli.oni.

5 risposte al commento
Ultima risposta 02/11/2005 17.02.38
Visualizza / Rispondi al commento
Philanselmo  @  16/09/2005 12:20:18
   10 / 10
Che spettacolo.
Questo non è un western, è IL WESTERN!
Ogni volta che lo vedo mi ricorda quando ero piccolo e lo davano in tv, e mio padre mi diceva: "Ehi, c'è il buono il brutto e il cattivo in tv". Io mi mettevo a sedere sul divano e me lo vedevo tutto con lui.Perchè questi sono film che segnano e fanno innamorare generazioni diverse, film che ti catturano per le straordinarie ambientazioni, la colonna sonora di un MONUMENTALE Morricone, quei primi piani agli occhi di Clint Eatwood o Lee Van Cliff che tagliano l'aria e sarebbero da mettere come illustrazione sul dizionario di fianco al termine "WESTERN".
Troppi troppi momenti da incorniciare, tra la sala delle torture sudista che copriva le urla delle vittime colla banda che suonava di fuori, a quando il brutto costringe eastwood a seguirlo lungo il deserto e lo sbeffeggia negandogli l'acqua....
Che film....che meraviglia.....
Capolavoro!

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2005 16.51.39
Visualizza / Rispondi al commento
DJTD  @  10/08/2005 03:08:15
   10 / 10
Un capolavoro del genere,famoso in tutto il mondo. Chi gli ha dato 1 morira' presto.

4 risposte al commento
Ultima risposta 11/10/2005 09.37.25
Visualizza / Rispondi al commento
la mia opinione  @  09/08/2005 22:21:37
   1 / 10
Parere personale come quello di tutti gli altri utenti. Per me questo film è brutto, da vedere e senza contare che alla fine non ci si puo arrivare. La regia di Leone è buona (ma non eccelsa) ottime le musiche ma il tutto è troppo tematico, specifico per gli amati del genere. A me non piace, personalissima opinione.!

20 risposte al commento
Ultima risposta 30/01/2009 09.21.22
Visualizza / Rispondi al commento
Dark Funeral  @  26/06/2005 23:23:29
   6 / 10
Sergio Leone. Unico, incommensurabile. Bel film ma non il suo migliore, storico come tutti i suoi film.

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/08/2005 21.08.42
Visualizza / Rispondi al commento
W Juve  @  26/06/2005 20:42:18
   6 / 10
mai piaciuti i western, 6 per non abbassare troppo la media

3 risposte al commento
Ultima risposta 14/07/2005 16.18.40
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bodego  @  12/06/2005 12:26:04
   10 / 10
Film eccellente.
secondo me è il migliore della trilogia del grande Sergio Leone

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/06/2005 12.32.05
Visualizza / Rispondi al commento
cedro  @  06/06/2005 15:25:22
   10 / 10
"Un mezzo sigaro con dietro la faccia di un gran figlio di cagna; alto biondo e che parla poco"; in effetti é questa la giusta definizione di Eastwood, che, come disse Leone: "Ha due espressioni: una con, e una senza sigaro".
Ma il film, oltre che silenzio e desolazione della faccia del Biondo Clint, é battute e carognate di Wallach e spietatezza unita a sagacia di Van Cleef.
La colonna sonora é da antologia, d' altronde se non ci si aiuta fra compatrioti...
Qualche anno fa si diceva "Se vuoi vedere un bel film, punta su Sergio Leone e non sbagli": avevano maledettamente ragione...

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/09/2005 13.42.08
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Andre85  @  30/04/2005 19:59:30
   9 / 10
grandioso, uno tra i migliori western che ci sono.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/04/2005 20.01.06
Visualizza / Rispondi al commento
andy82bof  @  28/03/2005 11:03:33
   9 / 10
Arriva un momento nella vita di ciascuno, in cui si capisce che se un fim è definito "capolavoro" dalla maggior parte delle persone ci sarà un perchè...

E in quest'ottica, mi sono avvicinato a questo film, appartenente a un genere che proprio mi piace poco, il Western...

Eppure devo dire di essere felice di aver visto questo OTTIMO film.

La trama è ben costruita e, benchè il film sia indubbiamente un po' lento, il film è molto piacevole. A ciò contribuiscono anche una sceneggiatura PERFETTA, ricca di frasi celebri ( "D*o è con noi perchè anche lui odia gli YANKEE!" "No non è con noi perchè odia ANCHE gli imbecilli" ); i momenti di tensione ("PALPABILE" nel finale) si alternano a momenti veramente divertenti, specie laddove è in scena Wallach.
I personaggi sono forse un po' estremizzati, specie Van Cleef (ottimo cmq nella parte del cattivo), ma tutti riuscitissimi, dal buon Clint, al goffo Wallach, al perfido Cleef. (ma chi interpretava giuffrè?!)

Colonna sonora, vabbè, che te lo dico a fare (cit.)....

Finale spettacolare con la parolaccia troncata dalla sigla in modo perfetto!

Insomma, non posso dar 10 perchè non conosco molti film western e magari ce n'è qualcuno migliore, ma questo film mi ha veramente affascinato.

9.5


1 risposta al commento
Ultima risposta 11/04/2005 18.06.44
Visualizza / Rispondi al commento
iena  @  27/03/2005 11:23:29
   7 / 10
A me i western non sono mai piaciuti però visto che è considerato da tutti un capolavoro do comunque 7 per non abbassargli troppo la media

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/03/2005 14.42.56
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lolachristo - walking on waterclimax (2018)
 NEW
crawl - intrappolatidaitonadi tutti i colori
 NEW
diamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstonehotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
in fabricjuliet, naked
 NEW
kinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mail'angelo del criminelucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from hometesnotathe boy 2the deepthe elevatorthe mirror and the rascal
 NEW
the nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990890 commenti su 41757 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net