i banditi del tempo regia di Terry Gilliam Gran Bretagna 1981
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i banditi del tempo (1981)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I BANDITI DEL TEMPO

Titolo Originale: TIME BANDITS

RegiaTerry Gilliam

InterpretiJohn Cleese, Sean Connery, Ian Holm, Ralph Richardson, David Warner

Durata: h 1.50
NazionalitàGran Bretagna 1981
Generefantasy
Al cinema nel Novembre 1981

•  Altri film di Terry Gilliam

Trama del film I banditi del tempo

Kevin è un ragazzo undicenne che si diletta di letture fantastiche per vincere la noia delle interminabili sere passate accanto ai genitori, appassionati di televisione ed elettrodomestici. Una notte vede uscire dall'armadio sei nani che posseggono la pianta del tempo con alcuni buchi, attraverso i quali è possibile passare da un'epoca all'altra della storia...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,78 / 10 (16 voti)6,78Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I banditi del tempo, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Dick  @  26/07/2014 19:35:16
   7½ / 10
Godibile e divertente film fantasy a tratti cinico che vuole anche far riflettere. Un pò altalenante, però le trovate visive non mancano. Già

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ben caratterizzati tutti i personaggi. Piccoli ruoli storico-leggendari per attori famosi come Shelley Duvall, Ian Holm e Sean Connery oltre che per due dei Monty Python, Michael Palin e John Cleese. Però il finale... boh!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  10/10/2013 23:22:22
   4½ / 10
Povero bimbetto con genitori da suicidio.

Del resto tutto il fim è da suicidio. Ma come ho fatto ad incappare in questa roba?

BrundleFly  @  19/01/2012 11:00:41
   6 / 10
La sceneggiatura dei due Monty Python Terry Gilliam e Michael Palin non regge il confronto nè con la genialità del sestetto comico nè con il talento visionario delle successive pellicole di Gilliam. Il film risulta un pasticcio di situazioni a volte geniali (ad esempio a me il finale è piaciuto molto) a volte troppo banali e scontate. Il personaggio di Napoleone è probabilmente il più riuscito.
Cameo per John Cleese che interpreta un "effemminato" Robin Hood.

willard  @  28/02/2011 10:46:05
   7 / 10
Interessante metafora sui mali del consumismo, sullo sfondo di una storia fantastica in perfetto stile Gilliam.

Ottimo cast con uno Sean Connery mitologico, un grande John Cleese, esilarante interprete di vari personaggi, Ian Holm nel ruolo di Napoleone.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  07/02/2011 21:55:45
   6½ / 10
Un Gilliam che mostra già le sue geniali trovate e la capacità di creare mondi fantastici, così come mostra la sua incapacità di farne una storia efficace, un racconto coerente ed un finale soddisfacente. Mi è parsa una prova generale del Barone di Munchausen. Il finale è veramente inguardabile. Connery qui è irrilevante.

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/08/2011 23.32.24
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI maxpayne230  @  09/07/2010 12:39:40
   7 / 10
Un curioso inizio di carriera per Gilliam, I Banditi Del Tempo mostra, come al solito, il suo inventario di meravigliose idee, paesaggi sconfinati bloccati da barriere invisibili, personaggi completamente fuori dall'ordinario e scelte stilistiche ottime.
La sceneggiatura, scritta da Gilliam e il mitico Micheal Palin, mostra senz'altro una certa voglia di spedire lo spettatore da un paesaggio storico/visionario a un altro senza perdere troppo tempo, anche se alcuni passaggi risultano fini a se stessi senza aggiungere qualcosa allo sviluppo narrativo e propone alcuni, bizzarri, sviluppi
(vedi il finale) che lasciano interdetti lo spettatore, vuoi per la loro apparente assurdità, vuoi per la loro originalità.
Tutti gli interpreti sono ben calati nei loro personaggi, su tutti Werner, un signore del Male buffo e al tempo stesso, terrificante, mentre Ralph Richardson (Essere Supremo) è veramente mediocre, sembra calato in una tuta di cartapesta che lo ricopre interamente.
Insomma, in questo piccolo inizio salgono a galla alcune imprecisioni e pregi che seguiranno questo straordinario regista per tutta la sua carriera, difficoltà nello sviluppare in maniera omogenea la trama e nel dare a ogni personaggio il giusto tempo o il giusto significato ma anche un totale menefreghisimo nei meccanismi narrativi e non soliti della cinematografia, il che è un pregio, direi, se trattato con le giuste idee, cosa che in questo film riesce in parte, ma che nei lavori successivi (Brazil, Parnassus) risulta perfetto.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  19/11/2009 12:30:01
   7½ / 10
Ottimo racconto, un'odissea nel tempo per esplorare l'immaginazione, il coraggio, per sfuggire dalla tecnocrazia senz'anima di un mondo di frullatori e tostapane. Un finale stupendo, molto inglese, promessa dei futuri capolavori del regista.
Geniali molti personaggi, riscattano alcuni momenti invecchiati male di questo film.

-Platypus-  @  15/09/2009 16:50:16
   7 / 10
molto piacevole e divertente.
non il migliore di gilliam., ma comunque positivo

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  22/02/2009 12:18:25
   5½ / 10
Sono un fan di Terry Gillam ma ammetto che questo penso che sia uno dei suoi peggiori film.
Il talento visionario non è supportato da una sufficiente impostazione scenica ma sopratutto le "satira" storica non è nemmeno paragonabile alla genialità dei Monty Piton.
Il Napoleone complessato che ricorda un pò il nostro Berlusconi è forse la cosa migliore però mi sembra che il film calchi troppo sulle gag rendendole poi ripetitive e noiose.

Poi ci mettiamo la prolissità tipica di Gillam che non riesce mai a dare il giusto ritmo ai suoi film, diventa veramente un'opera non riuscita

Bob Marley  @  04/11/2008 18:43:20
   7 / 10
film carino e a tratti divertente. non il migliore di gilliam

MexicoCityBluEs  @  03/08/2008 16:02:46
   8 / 10
Ecco uno di quei registi che suscitano riscontri quasi esclusivamente estremi. In "Time bandits" Gilliam è al secondo lungometraggio come "solista" (escludendo quindi gli inizi con i Monty Python e due corti di animazione), ed il risultato sorprende comunque.

Il prepotente passaggio da elementi moderni a un passato remoto e\o fantastico, inquadra le coordinate di uno stile eccessivo, magniloquente ma incredibilmente versatile, ancora in embrione se vogliamo, ma solo se rapportato alle vette della successiva produzione di Gilliam (in alto, molto in alto si intravvede quella cima chiamata "Brazil").

Qualcuno parla d'incongruenza storica, ma è critica forviante, lontana dallo spirito e dalle intenzioni del regista. La storia che passa tra le mani di Gilliam è denudata con violenza e rivestita di nevrosi pompose come tùlle, la cui vera, paradossale coerenza, risiede nel citazionismo sottile verso un certo tipo di cultura fantastica.

La bontà del risultato si palesa nella creazione di un linguaggio denso e colorato, che anche i più piccoli possono comprendere e amare, senza paura, in superficie, o meglio ancora in quel profondo baratro di consumismo che li circonda, li educa, li vuole impaurire. Qualcuno di loro "crescerà" troppo velocemente, forse impaurito, o forse realmente partecipe del proprio pragmatismo; qualcuno, senza paura, continuerà addirittura a sognare.

everyray  @  14/04/2008 14:10:39
   5 / 10
Fantasioso,ma mai divertente come dovrebbe..la parte dell'antica grecia è piena di incongruenze storiche!
Non mi ha preso per nulla..peccato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/03/2008 22:54:57
   8½ / 10
Gilliam conferma ancora il suo incredibile talento visionario con questa fiaba nera dai toni fortemente grotteschi, presentando una galleria di personaggi storici e non esilaranti: un Napoleone complessato dall'altezza, un Robin Hood imperdibile interpretato da Cleese e un Essere Supremo grigio burocrate della Creazione. Un tuffo nella fantasia circondata dalla società dei consumi che tutto divora e......rin********sce (vedasi i genitori del piccolo protagonista).

Beefheart  @  11/12/2007 12:25:11
   6 / 10
Un fantasy abbastanza modesto che non affascina e non appassiona più di tanto. Visivamente parlando, l'impronta del regista è palese ed, al solito, interessante, ma la trama ed i personaggi risultano un po poveri ed approssimativi. Un film, molto più triste di quanto possa sembrare, che probabilmente vuole essere un inno al sogno fantastico dei piccoli che si contrappone all'arida società tecnologica dei grandi e lo fa attraverso alcune figure simboliche come quella del giovane protagonista, squallidamente estraneo alla vuota e fredda realtà che lo circonda ed ai suoi stessi genitori, che fugge alla ricerca di emozioni e sentimenti più veri in un mondo meno reale; o quella dei nani furfanti, viaggiatori del tempo e latitanti dal regno del creatore supremo solo per rincorrere un'avventura che, se in apparenza potrebbe solamente arricchirli, in sostanza li fa finalmente sentire vivi ed artefici del proprio destino; oppure quella del Diavolo, rappresentato come un maligno individuo che ha come massima ambizione la conoscenza ed il controllo dei computer e della tecnologia per raggiungere il potere assoluto; oppure quella di un Dio un po sfuggente, imperfetto, dall'aspetto inquietantemente normale e non del tutto convincente. Anche se nel complesso non è niente di indimenticabile, alcune scene fanno comunque un certo effetto, come la vertiginosa e funambolica sequenza della fuga dalle gabbie sospese, o come l'agghiacciante finale. A livello di recitazione, a parte un discreto Ian Holm nei panni di Napoleone, non c'è niente da segnalare. Sceneggiatura tra il fumoso e il semplicistico. Discreto il ritmo, non male le scenografie. Fotografia eccesivamente spenta. Non imperdibile.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento Jellybelly  @  04/11/2007 19:04:52
   8½ / 10
Scoppiettante prova di Gilliam, che dà libero sfogo al proprio talento visionario ed alla verve surreale tipica dei Monty Python. Geniale, assolutamente geniale l'episodio di Robin Hood.

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/02/2012 17.34.03
Visualizza / Rispondi al commento
quaker  @  04/12/2006 23:15:04
   7 / 10
Niente di particolare. Lo ho visto in VHS scadente, ma non credo che il colore sia fondamentale in questo genere di film. C'è qualche effetto speciale degno di nota, qualche risata (ma forse perdiamo molto dei dialoghi, tradotti in italiano, che sono stati un elemento di forza di Monty Pithon) ma per il resto non mi sembra un capolavoro di comicità. Si fa vedere, ma non si ricorda in modo particolare.

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/08/2011 23.37.25
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004795 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net