homicidal regia di William Castle USA 1961
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

homicidal (1961)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film HOMICIDAL

Titolo Originale: HOMICIDAL

RegiaWilliam Castle

InterpretiGlenn Corbet, Patricia Breslin, Jean Arless

Durata: h 1.27
NazionalitàUSA 1961
Generegiallo
Al cinema nel Giugno 1961

•  Altri film di William Castle

Trama del film Homicidal

Emily (Jean Arless) paga Jim (Richard Rust), il fattorino del suo albergo, perché la sposi, con la premessa che il matrimonio durerà un giorno solo. Ma dopo la cerimonia, Emily, sposatasi con il nome Miriam, sorprendentemente uccide a coltellate il giudice di pace. Successivamente, Emily va nella casa dove si trova un’anziana signora (Eugenie Leontovich), che ha paura di lei, ma non riesce a spiegarlo a nessuno perché un ictus l’ha resa muta e costretta su una sedia a rotelle. Di mezzo, c’è un’eredità milionaria ed Emily non intende fermarsi di fronte a nulla.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,25 / 10 (4 voti)7,25Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Homicidal, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  02/04/2020 17:43:00
   7 / 10
Ci vuole una bella dose di coraggio - oppure di incoscienza - nel firmare ad appena un anno dall'uscita di "Psycho" una pellicola così simile nelle tematiche e nello stile ( e fermiamoci qui per evitare di incappare in antipatici spoiler ). Castle è stato tra gli esponenti principali dei B movies americani ed in questa occasione non manca di dimostrare il suo sfacciato talento, inserendo un bel pò di sana irriverenza nelle pieghe di questa ambigua storia di contorti delitti. La partenza in quarta ha lo scopo di spiazzare lo spettatore, che poi resta attaccato agli eventi con morboso interesse; peccato che nella parte centrale, quando la Breslin diventa il fulcro degli avvenimenti, il film perda un pò quota. Splendide e sinistramente macabre, comunque, le sequenze dove sono protagoniste Emily e la vecchia Helga. Il finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

adrmb  @  24/01/2020 23:30:56
   7½ / 10
No vabbè ahahah, spezzato, soggettivamente l'ho adorato, un thriller di serie B che nel suo omaggiare il capolavoro 'Psycho' di un anno prima crea una sorta di "parodia" involontaria in alcuni frangenti.
Si respira "Psycho" in ogni frangente, dallo stile del girato negli interni, la fotografia "patinata", i vestiti delle protagoniste, sino ad arrivare a citazioni decisamente più esplicite (la figura grassoccia e tozza col sigaro che presenta il film, il nome della prima vittima "Alfred", il motel...)
Diciamo che se il film stilisticamente tende a presentarsi molto bene e "seriamente", per me la "burla" sta nello sceneggiatura, eccessivamente argizogogolata e calderone dei topoi del genere: traumi infantili, vendette personali, avidità personali... per non parlare del comportamento dei personaggi, di fondo veramente stupido nell'agire con ritardo per placare l'assassina. Persino il finale super lieto e stucchevole sa di posticcio, sa di parodia (questi avevano appena sentito lo spiegone scientifico sui trami psicologici e pensano a spassarsela cn il denaro dell'eredità), laddove Hitchcock per 'Psycho' aveva comunque predisposto un finale più cupo (la sovrimpressione del teschio.... brrr).

Oh, William Castle si è guadagnato la mia simpatia, per la sua ironia anche nei confronti del pubblico: c'è una scena dove prima del momento clou compare un orologio e la voce narrante suggerisce ai più paurosi di abbandonare la sola, probabile riferimento allo shock subito dal pubblico durante la scena della doccia di 'Psycho'... ROFTL.

alex94  @  04/09/2018 19:38:03
   7 / 10
A mio avviso tra i migliori lavori di William Castle,un film uscito ad un solo anno di distanza da Psycho,pellicola alla quale questo lavoro si rifà molto,abbiamo infatti la tematica della doppia personalità,del trauma infantile come movente scatenante della pazzia e altro ancora,tutte tematiche che caratterizzavano il capolavoro di Hitchcock,che vengono però amplificate,accentuando il lato morboso e lo stile tipico delle pellicole horror.
Il risultato finale è più che positivo,ludico e senza particolari pretese,tecnicamente piuttosto curato e ben interpretato,merita una riscoperta.

Italo Disco  @  09/06/2018 17:55:23
   7½ / 10
Il fratellastro degenere di PSYCO. William Castle regista e produttore, credo rimasto molto affascinato dal film evento del 1960, oltre inserendosi per sfruttarne il successo commerciale ne approfitta per marcarne gli accenti più horror-sessuofobi e riproporne alcune situazioni. Alla maniera sua: humour nero, trama semplice ma proposta in modo articolato, fotografia d'atmosfera quasi espressionista, un mirabolante uso del terrore (il "paurometro" prima del finale che invita gli spettatori più impressionabili a lasciare la sala), un paio di dettagli macabri, un colpo di scena pazzoide. Già all'inizio l'operazione si presenta quasi come un gioco al massacro del prototipo con un tizio di nome Alfred... ucciso a pugnalate in maniera sanguinolenta (anche se il B&N smorza). Magari è un po' campato in aria, ma in definitiva intrigante.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008757 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net