home (2008) regia di Ursula Meier Svizzera, Francia, Belgio 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

home (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film HOME (2008)

Titolo Originale: HOME

RegiaUrsula Meier

InterpretiIsabelle Huppert, Olivier Gourmet, Madeleine Budd, Kacey Mottet Klein, AdÚla´de Leroux, Renaud Rivier, Kilian Torrent, Nicolas Del Sordo, Hugo Saint-James, Virgil Berset, Ivailo Ivanov

Durata: h 1.35
NazionalitàSvizzera, Francia, Belgio 2008
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2009

•  Altri film di Ursula Meier

Trama del film Home (2008)

La tranquilla esistenza di una famiglia Ŕ minacciata da un'autostrada: a pochi metri dalla loro casa in mezzo al nulla Ŕ stata costruita una lingua di cemento dove sfrecciano rumorose macchine, camion, tir. Marthe, Michel e i suoi tre figli si rifiutano di traslocare da qualche altra parte, provano ad adattarsi, ma non possono evitare di scontrarsi con le tensioni che questa spiacevole novitÓ comporta.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,09 / 10 (16 voti)6,09Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Home (2008), 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Niko.g  @  13/07/2013 19:38:45
   6 / 10
Faccio zapping e ti becco su Rai Movie questo filmetto francese strano come pochi.
L'inizio incuriosisce, perché vediamo questa famiglia che vive ai bordi di un'autostrada in costruzione, oramai giunta all'inaugurazione. La regia è dinamica e molte scene restano impresse per l'atipicità della location e del climax. Detto questo, il film prende presto una piega surreale con personaggi sempre più schizofrenici, scene fuori contesto e crollo dell'empatia.
Scenografia interessante, finale fiacco.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  07/04/2013 10:23:58
   6½ / 10
Un po'troppo simbolico per i miei gusti, nonostante una regia che rende tutto molto realistico. Mica male i personaggi, che però sono spesso annoiati quanto lo spettatore in questo film sì breve ma decisamente pesante. Grottesco e assurdo, da metà in poi diventa sempre più allucinato. Resta comunque interessante.

sandrone65  @  15/01/2013 20:59:30
   5 / 10
Va bene, questo è un film che vuole essere soprattutto simbolico: il nucleo familiare contrapposto al mondo esterno e le sue aggressioni, l'insanabile contrasto tra il sociale e l'individuale, la famiglia come rifugio che diventa una nevrosi, la casa e l'intimità che diventano una prigione che la vitalità che abbiamo dentro ci impone di sfondare. Il guaio è che oltre ai simboli chi ha girato e sceneggiato questo film non è riuscito ad esprimere molto altro. I personaggi sono eccessivamente grotteschi e poco credibili pur considerando che sono persi nelle loro nevrosi. Ogni situazione è talmente permeata di surrealismo da risultare stucchevole. La tematica non è male, ma la seconda parte del film è una sonora mattonata che non si capisce dove voglia andare a parare. Poi arriva il finale che... de gustibus... Comprendo che questo film possa anche piacere... ma a me decisamente non è piaciuto :-)

Redlife88  @  23/07/2010 22:42:20
   4½ / 10
Sicuramente ricco di simbologie e originale..ma è noioso, sconclusionato e a tratti fastidioso..è un mio punto di vista, ma un film non può essere un agonia senza senso..

Febrisio  @  27/05/2010 08:43:22
   7 / 10
Interessante. Se siete vogliosi di un bel filmetto che che abbia un senso, o meglio che possa donarvi degli spunti per alcuni pensieri degni di una morale, beh questo potrebbe fare al caso vostro. Simpatico, satirico e anche se immerso nel nostro mondo è quasi da favola, ma forse ripensandoci neanche troppo.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  28/10/2009 00:37:30
   7 / 10
Quando la casa può diventare una tomba.
Film surreale basato su di un'idea originale, ha il pregio di durare il tempo necessario allo sviluppo della stessa

addicted  @  23/08/2009 12:39:26
   7 / 10
E' un film apertamente simbolico. In un mondo ostile, una tana può somigliare ad una tomba. Home, la casa, il nido. Ma anche il sepolcro, il labirinto, il luogo della violenza e della follia. Home, la patria, "casa nostra". Ma anche la prigione, la tela di ragno.
Un invito ad aprire porte e finestre. A non chiudersi nel nido, apparentemente sicuro.
Ben girato e molto ben interpretato. Grandissima Isabelle Huppert.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/11/2009 00.14.28
Visualizza / Rispondi al commento
addicted  @  23/08/2009 12:37:52
   7 / 10
E' un film apertamente simbolico. In un mondo ostile, una tana può somigliare ad una tomba. Home, la casa, il nido. Ma anche il sepolcro, il labirinto, il luogo della violenza e della follia. Home, la patria, "casa nostra". Ma anche la prigione, la tela di ragno.
Un invito ad aprire porte e finestre. A non chiudersi nel nido, apparentemente sicuro.
Ben girato e molto ben interpretato. Grandissima Isabelle Huppert.

claudio54  @  11/08/2009 23:13:30
   7 / 10
Film molto simbolico. Una famiglia che si arrocca e si isola in se stessa. Rifiuta lo scambio, la conoscenza dell'altro. Del mondo esterno non percepisce che la contaminazione, magistralmente simboleggiata dallo smog di questa autostrada che soffoca, avviluppa, distrugge. Non è solo il rimpianto per un mondo bucolico preindustriale, certamente è qualcosa di più profondo. "Sto bene qui" dice lei, "perché dovrei andarmene". E la logica conclusione è il murarsi vivi nella propria home, fino al rifiuto della vita stessa.
Molto belli i momenti di estraniazione con la musica di Bach sulle immagini di questi volti sperduti, ai bordi di questo inferno moderno che ha disarticolato per sempre il loro equilibrio vitale.
Film interessante.

LoSpaccone  @  11/07/2009 13:26:59
   7 / 10
Non male per essere un'opera prima, una metafora della società moderna che tende ad omologare tutto ciò che ingloba, senza lasciare spazio all'autenticità di chi trova il proprio equilibrio in maniera indipendente dai riti e ritmi predominanti. Film riuscito per come associa l'assurdità della storia al realismo della regia, mescolando toni ironici e da tragedia e per l'attenzione e la precisione che mette nel riprendere il lento ma progressivo degrado della famiglia. Avrei preferito avesse un finale più incisivo e aperto a un ventaglio di possibili interpretazioni meno ampio. Consigliato agli amanti del grottesco.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/07/2009 14.08.54
Visualizza / Rispondi al commento
emanuelesg  @  06/07/2009 10:32:39
   4½ / 10
decisamente claustrofobico.
per quanto ci siano spunti interessanti a me è sembrato troppo forzato

anna..bertozzi  @  10/06/2009 19:42:58
   4½ / 10
Certo e' che le immagini di questo film, fortemente simboliche, rimangono impresse nella memoria, ma questo è un genere che non fa assolutamente per me e non vdevo l'ora che finisse.
E la scena finale mi rimarra' impressa non solo per la sua forza visiva, ma anche per la gioia che ho provato perche' il film era finalmente terminato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  11/05/2009 13:48:53
   7 / 10
Film davvero interessante questo di Meier che racconta la storia di una famiglia e del proprio volere preservare, fino all'ossessione, la propria autoreferenzialità e il proprio nucleo incontaminato.
Molto giusta l'ambientazione che offre in maniera palese la possibilità di capire la paura dell'altro e la difficoltà di adattarsi ad una società che è sempre in fase evolutiva.
Bravi gli attori, soprattutto Isabelle Huppert.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/05/2009 14.13.29
Visualizza / Rispondi al commento
lapensocosý  @  22/04/2009 23:16:21
   4 / 10
No mi è arrivato...noioso!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

FaustN  @  02/03/2009 15:14:55
   5½ / 10
L'idea è originale ma il film abbastanza noioso (qualcuno ha lasciato la sala prima della fine !) ...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Poll  @  16/01/2009 00:29:08
   8 / 10
Un film dai molti significati: una famiglia che si chiude sempre più in se' stessa, senza amici, conoscenti voglia di vivere che è un pò il ritratto, in questo caso partendo dalla microsocietà, quella più alla base, della società in cui viviamo. La paura dell'ignoto, dell'altro, ma anche una passività di fronte agli eventi della vita e la non voglia di "uscire", di ricrearsi un tutto. Straordinaria come sempre la Huppert. Da vedere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedele
 NEW
ma (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
rapina a stoccolmarapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensoledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988892 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net