don't think i've forgotten: cambodia's lost rock and roll regia di John Pirozzi USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

don't think i've forgotten: cambodia's lost rock and roll (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film DON'T THINK I'VE FORGOTTEN: CAMBODIA'S LOST ROCK AND ROLL

Titolo Originale: DON'T THINK I'VE FORGOTTEN: CAMBODIA'S LOST ROCK AND ROLL

RegiaJohn Pirozzi

Interpreti: -

Durata: h 1.45
NazionalitàUSA 2014
Generedocumentario
Al cinema nell'Ottobre 2014

•  Altri film di John Pirozzi

Trama del film Don't think i've forgotten: cambodia's lost rock and roll

I Khmer Rossi desideravano annientare tutto ci˛ che proveniva dall'Occidente ma c'era una cosa che non potevano distruggere: il rock 'n' roll. Traendo spunto dalle canzoni dei Beatles e dei Bee Gees, il giovani cambogiani degli anni Sessanta riuscirono a elaborare un nuovo tipo di pop in grado di combinare funk, soul e rock con i ritmi ipnotici della loro musica tradizionale, andando contro le imposizioni del regime e scontrandosi con una realtÓ dura da affrontare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,50 / 10 (1 voti)7,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Don't think i've forgotten: cambodia's lost rock and roll, 1 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  03/06/2017 20:32:09
   7½ / 10
Un documentario curioso che descrive la storia della nazione cambogiana attraverso la sua evoluzione musicale. Interessante perchè fa vedere uno spaccato sconosciuto ante khmer rossi, con una scena musicale che riprendeva tendenze e gusti dapprima post coloniali (Francia) e sviluppandosi con la conoscenza del rock and roll. Una situazione molto simile in altri paesi dove ad una musica popolare molto seguita dalla popolazione adulta, si muoveva in parallelo una musica rock ad appannaggio dei giovani. L'eco della guerra in Vietnam diede modo ad un'ulteriore evoluzione in senso più nazionalista e di propaganda, ma l'ascesa e la presa del potere dei khmer rossi, l'evacuazione completa di Phnom Penh, capitale e centro nevralgico del paese, comporta un azzeramento assoluto della scena musicale a favore della pura propaganda. Gli artisti diventano fra i più perseguitati del regime, moltissimi vengono uccisi e diventano cifre di un genocidio di massa spaventoso. Le poche testimonianze sono principalmente dei pochi sopravvissuti a quel massacro. E le immagini di una città di quasi due milioni di abitanti completamente deserta fanno ancora impressione. Una visione più inquietante del miglior film apocalittico.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013329 commenti su 44758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net