crossing over regia di Wayne Kramer USA 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

crossing over (2009)

 Trailer Trailer CROSSING OVER

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CROSSING OVER

Titolo Originale: CROSSING OVER

RegiaWayne Kramer

InterpretiHarrison Ford, Sean Penn, Ray Liotta, Ashley Judd, Alice Braga, Cliff Curtis, Jim Sturgess, Alice Eve, Summer Bishil, Jacqueline Obradors, Justin Chon, Melody Khazae, Merik Tadros, Marshall Manesh, Nina Nayebi, Naila Azad

Durata: h 2.20
NazionalitàUSA 2009
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 2009

•  Altri film di Wayne Kramer

Trama del film Crossing over

Affresco corale con al centro del plot immigrati di diverse nazionalitÓ intenti a combattere ognuno la propria battaglia personale per ottenere il legale permesso di soggiorno a Los Angeles.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,80 / 10 (32 voti)6,80Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Crossing over, 32 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

StIwY  @  31/10/2015 22:07:51
   4 / 10
Dopo 10 minuti si tira in ballo l'11 settembre. Ormai anche i neonati sanno che è stata tutta una montatura. Posto, questo, ci ritroviamo un filmetto scialbo e stucchevole con un Harrison Ford ormai stanco, demotivato e monoespressivo, e quattro storielle farcite di clichè, piuttosto prevedibile quanto si parla di immigrazione statunitense. Appena terminate le due ore di visione, ve ne dimenticherete subito.

MonkeyIsland  @  11/02/2014 00:36:02
   5 / 10
Ammetto che ho visto questo film solo spinto dal cast e dall'immensa stima che ho verso la Judd come attrice..
Dopo 10 minuti avevo già capito di trovarmi di fronte all'ennesima riproposizione di Crash di Haggis (film che tra l'altro detesto) dato che pure Fuqua ci provo in un certo senso con brooklyn's finest e la voglia di stoppare tutto è stata molta.
Al contrario di come mi aspettavo nel cast recitano eccetto Liotta tutti malino e in modo quasi svogliato in particolare la Judd probabilmente alla sua peggior performance in carriera.
Il ritmo non è nemmeno malvagio nonostante l'immensa durata, ma i difetti di questo film sono palesi : retorico come pochi, forzato a livello di sceneggiatura cercando di dare un minimo di connessione alle storie e con dei personaggi dallo spessore della carta velina.
Evitabile.

clint 85  @  20/12/2013 03:34:47
   7½ / 10
Pregi e difetti, drammi, sogni, speranze di chi è ospitante e di chi è ospitato,
Un film che si impegna a non prendere posizione, meno retorico di quanto si possa evincere dai precedenti commenti, anche se c'è da dire che se c'è qualcuno che deve far la figura del buono è l'americano :)
La struttura ricorda "Crash-Contatto Fisico" e "Babel" ma ciò non vuol dire che li scimmiotta; piuttosto il regista si è ispirato ad uno stile di far film che a me personalmente piace.

Da vedere.

Trixter  @  12/11/2012 22:19:20
   5½ / 10
Come non essere d'accordo con i due commenti precedenti? sin dalle prime battute non è difficile scorgere un'atmosfera alla "Crash" di Haggis, film comunque meglio strutturato e più corposo di questo Crossing Over. Kramer confeziona una pellicola un pò ruffiana, molto retorica, dal ritmo blando e connotata da una costante freddezza nelle inquadrature, nella fotografia e nella sceneggiatura.
Le singole storie s'intrecciano debolmente e la coralità è affievolita da vicende che non coinvolgono più di tanto. Discrete le interpretazioni (mi è piaciuto Liotta) tranne l'impalpabile Ashley Judd. Anche in patria fu accolto con una certa diffidenza vuoi per la pesantezza della narrazione vuoi per il ritmo sonnolento. Si poteva fare di più.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  11/03/2012 10:54:42
   5 / 10
Sono d'accordo con il commento precedente.
Anche a me ha ricordato"Crash-Contatto fisico", film che non mi aveva comunque esalatato. Questo è ancor più retorico e inconcludente, visto che la maggior parte delle storie raccontate si dissolve senza avere un finale all'altezza.
Anche gli attori sono sottotono.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  23/05/2011 23:53:52
   5 / 10
Affresco sociale sulla scia del fortunato "Crash" di Haggis.
Intenti lodevoli ma il risultato è ruffianissimo e di irrefrenabile retorica, e anche i tanti spunti di riflessione che vengono sollevati si disperdono in un meccanismo artificioso, meccanico ed emotivamente piatto.
Attori allo sbando ma regia curata.
Boicottato alla sua uscita in patria.

Febrisio  @  02/01/2011 02:22:33
   7½ / 10
Un film che sa cosa dire e sa emozionare, e lo fa in modo piuttosto asciutto, senza tanti fronzoli. Molto essenziale; di tutte le storie riesce a trarne il succo, solo quello che ha bisogno per ragiungere il suo fine/obiettivo; mostrare le emozioni di questi immigrati. Il lavoro di sceneggiatura è stato da certosino, che personalmente ho apprezzato.

Crossing over non sarà il classico film che ci esalterà, ma vale assolutamente la pena di guardarlo.

NB:
La locandina è intelligente, bella. A parte che non capisco il motivo di far sembrare i visi come fossero fatti a computer grafica.

dave89  @  01/11/2010 19:26:59
   7½ / 10
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/07/2010 23:11:27
   5½ / 10
Storie che si intrecciano per ottenere la tanto agognata cittadinanza. Film dove si avvertono i vari squilibri delle tante trame, ma con un unico fattore di una certa freddezza del racconto. Solo la storia di Talisha, la ragazza che legge il tema sugli attentori dell'11 settembre riesce a toccare le giuste corde, ma sinceramente troppo poco per una pellicola dallo spessore emotivo basso.

JOKER1926  @  10/06/2010 17:16:37
   7½ / 10
"Crossing Over" Ŕ una pellicola che merita tantissimo, non ha avuto un clamore eccezionale ma nonostante tutto presenta fra gli attori due icone importanti come Ford e Liotta, il tema trattato (quello dell'immigrazione) attuale e sotto alcuni aspetti estremamente beffardo, caotico e drammatico.

"Crossing Over" sbaraglia ogni possibile critica intorno ad esso presentando cospicue dosi di drammaticitÓ collimanti in un profondo e pessimo alone cupo ove la sofferenza e le problematiche hanno un odore stagnante e cronico; varie storie, vari personaggi, narrazione sviluppata attraverso episodi strettamente concatenati esaltati attraverso una dinamica esplosiva; tutto reale e poca retorica, anzi il film riesce pure ad attaccare elegantemente l'America criticandola sotto determinati aspetti.

Sul piano tecnico comunque Trovo una bellissima e sontuosa fotografia, una grande colonna sonora e un intero cast sempre all'altezza della situazione, ovviamente Liotta impeccabile in un ruolo pesante e compatto, invece (stile Clint Eastwood) Ford uomo giusto e saggio ma che inevitabilmente nasconde i propri "crucci" fatali ai fini del gioco.

Complimenti a Wayne Kramer per aver confezionato un film di impatto, crudo e mentalmente violento, "Crossing Over" riesce ad emozionare ad incantare il pubblico dall'inizio alla fine, attraverso storie incredibili e spasmodiche come quella del supermercato o quella della ragazza accusata di terrorismo passando attraverso vicende pi¨ "leggere" ove alberga un senso di serenitÓ e di prospettiva tutto sotto il nome di un problema, l'immigrazione, colmo di diramazioni nel tessuto sociale dell'America (a questo punto da ricordare le simboliche inquadrature dall'alto su Los Angeles) nazione megalomane colma di un falso perbenismo e rea di cose incredibili che quasi sempre sono sapientemente "manipolate".

4 risposte al commento
Ultima risposta 13/06/2010 21.35.21
Visualizza / Rispondi al commento
Burdie  @  02/05/2010 17:48:31
   7 / 10
...l'altra faccia dell'America...

stardust  @  28/04/2010 00:14:30
   8 / 10
Mi è piaciuto tanto, non prende posizione e non giudica, si limita solo a narrare la controversa e ardua storia di chi "passa la dogana" e lascia trarre a noi le conclusioni. Tutto legato dal filo conduttore che qui è Herrison Ford.
Come molti hanno scritto nel finale c'è retorica, ma ci sta..nel complesso.
Meritava di essere un pò più lungo per approfondire le storie, alcune in qualcosa mancano per via del minutaggio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

unpoeta67  @  21/04/2010 12:00:36
   6½ / 10
non saprei , ...non è un capolavoro , è un intreccio di storie che vertono sull'immigrazione, ..ci sono le buone storie, quelle brutte, quelle che finiscono bene o che finiscono male. c'è il dramma , c'è harrison ford in una parte ( corretta data l'età direi ) di un pietoso ufficiale dell'immigrazione ( noi stiamo dalla sua parte ovviamente ) . Non so , troppi casi e troppo delineati in alcuni casi senza alcun bisogno di farlo ? ...eppure vi osno situazioni che sono poco delineate e magari erano + interessanti ( vedi la messicana con il bimbo) ....un film che raggiunge la sufficienza abbondante ma che non appassiona , ecco, il termine è proprio quello . Mi manca il trasporto ...ma si puo' guardare ...

gandyovo  @  07/02/2010 12:37:55
   7½ / 10
una piacevole sorpresa. mi aspettavo un film + da cassetta forse perchè c'era harrison ford. Stile narrativo che ricorda i lavori di Irriratu (forse lo spelling è sbagliato) raccontando storie di immigrazione ma anche limiti culturali e soprattutto evidenziando tragedie personali, alla ricerca di uno scopo (in questo caso diventare cittadini statunitensi) che non giustifica, per me, il mezzo. Un film che fa riflettere. Mezzo voto in + per la sorpresa.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/02/2010 12.39.56
Visualizza / Rispondi al commento
riobissolo  @  19/01/2010 09:48:42
   8 / 10
Ottimo film. Per chi sull'immigrazione ha dei preconcetti granitici e delle certezze assolute, eviti di vedere questo film perchè fa pensare !

LoSpaccone  @  14/01/2010 17:07:46
   6 / 10
Se si riesce ad ignorare la retorica patriottica che prende il sopravvento nel finale del film, "Crossing over" non Ŕ proprio da buttare. Il collage di diverse storie di clandestinitÓ non emoziona come dovrebbe ma nel compenso Ŕ ordinato nel suo incedere, alternando vicende dall'epilogo positivo ad altre che terminano tragicamente. Non ha la capacitÓ di entrare nel tessuto sociale americano di film come "Crash", o l'intimismo de "L'ospite inatteso" per˛ ha il merito di rappresentare quella varietÓ di situazioni che banalmente omologhiamo dietro la dicitura "immigrazione".

Wally  @  31/12/2009 00:57:49
   7½ / 10
Molto toccante, tratta i temi dell immigrazione senza prendere parti di nessun genere e gira intorno a persone di razze e situazioni familiari differenti! Alcune di queste persone lasciano il segno dalla brutta situazione in cui si trovano e altre invece fan venire voglia di spedirle al loro paese in un sacco di plastica!

Mi ha mandato il sangue al cervello il discorso di Taslima fatto nella scuola sull 11 Settembre! Gli attentatori sono animali e devono essere trattati da tali! Senza nessuna distinzione o spiegazione alle loro azioni! Anche se poi si prova il dispiacere per la famiglia di Taslima.

Comunque non mi dilungo troppo perchè se no apro un dibattito politico e razziale di cui è meglio evitare! Me ne stò e basta! Ma dico solo che un pò di pulizia in Italia ce ne vorrebbe! C'è gente che lavora e si spacca in quattro! Ma c'è gente che fa schifo, viene mandata a casa e torna con nome e cognome diverso!

Da vedere

floyd80  @  27/11/2009 20:56:09
   7 / 10
Un film piacevole che parla di un tema non spesso trattato al cinema, l'immigrazione.
Bravo Harrison Ford nel rappresentare il poliziotto buono e bravi gli altri attori a fargli da contorno. Alcuni episodi sono più deboli degli altri ma riescono comunque a tenere desta l'attenzione.

Clint Eastwood  @  23/11/2009 09:45:14
   7 / 10
Non credo se vale proprio la pena di vederlo, un tema riproposto nei film come Crash di Haggis oppure Babel della "Trilogia della Morte" di Inarritu che sono decisamente migliori.
Il regista dirige un film con l'argomento centrale dell'immigrazione e tutto ciò gli sta vicino. Storie che si intrecciano da un sottilissimo filo conduttore. Si poteva fare meglio avendone i mezzi (The Weinstein Company).

7-

ste 10  @  19/11/2009 02:15:03
   8 / 10
Mi è decisamente piaciuto,tarmite diverse storie che si intrecciano il film parla del dramma di tante persone, un tema molto attuale, film veramente ben realizzato

Enry!!!!  @  16/11/2009 21:49:46
   8½ / 10
Davvero un'ottmo film!!! Da vedere!!

outsider  @  15/11/2009 14:53:26
   8 / 10
Decisamente appropriati gli interpreti ma scarni, per quanto realistici, i dialoghi.

Tecnicamente ben fatto scenograficamente, meno coreograficamente e decisamente migliorabile per la registrazione. Dialoghi sottotono, indietro nello spettro sonoro. Bella una canzone, quella cantata dal personaggio dell'ebreo ateo.

Improbabile ma reale al massimo nel ventaglio delle possibilità la figura di un riprorevole Ray Liotta, tipico approfittatore opportunista, figura sporca, opaca e oscura a tratti che, da un banale anonimato sociale, cerca di arraffare quel poco che la propria situazione gli consente.

Dolorosa ma vera la fotografia degli emigranti cinesi, arabi etc... in quello che si riconferma non essere il paradiso della vita, uno qualsiasi degli stati USA...ma chi ci ha mai creduto....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  20/10/2009 14:42:57
   6½ / 10
Storie di immigrazione che si intrecciano a Los Angeles (e territori limitrofi) in questo film interessante anche se a tratti poco bilanciato.
“Crossing Over” è un affresco corale sulle traversie che deve affrontare chi vuole entrare negli U.s.a. in maniera legittima,ambendo alla tanto agognata Green Card,simbolo del sogno americano per la quale si è disposti a tutto.
I molti personaggi danno vita a numerose storie che finiscono con il disegnare una trama non sempre eterogenea,alcuni segmenti infatti risultano molto riusciti ed inducono la riflessione su un argomento di stretta attualità,in altre circostanze l’approccio retorico e didascalico affonda nella banalità il lavoro di Wayne Kramer.Al regista però non si può contestare la mancanza di passione,il coinvolgimento personale(è sudafricano naturalizzato),la voglia di parlare di temi scomodi,queste qualità non fanno difetto all’operato dell’autore, il quale ha il solo torto di percorrere in alcune occasioni sentieri fin troppo elementari e per nulla tortuosi,non riuscendo a riportare la complessità di ogni situazione,affidandosi così ad escamotage facilitanti e gratuitamente lacrimevoli.
A legare tutte queste storie tre personaggi indigeni,ossia Harrison Ford,integerrimo agente dell’Ice(Immigration Custmos Enforcement),l’avvocato degli immigrati Ashley Judd e lo sgradevole Ray Lotta ,nel ruolo di un ufficiale dell’immigrazione che finisce con il ricattare sessualmente una giovane australiana.
Forse il voler dare una conclusione molto esplicativa ad ogni vicenda non era necessario,allunga il brodo senza aggiungere molto scadendo in soluzioni narrative un po’ di maniera.Comunque non un brutto film,i momenti pregevoli non mancano.

TheLegend  @  09/09/2009 02:23:33
   6½ / 10
Film interessante sul tema dell'immigrazie;varie storie si intrecciano tra loro mettendo in luce i vari punti di vista di tutti i personaggi,i loro sogni,i loro successi e i loro fallimenti.

Francesco83  @  29/08/2009 16:00:25
   6 / 10
Qualche spunto interessante ma alla fine del film ci si rende conto che è un'(altra) occasione mancata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  15/08/2009 09:40:52
   7½ / 10
Film che sa coniugare lo spettacolo con i problemi sociali dell'oggi dove l'emigrazione americana , come nel mediterraneo, è una delle questioni di più alta tensione.

Buona l'interpretazione di Harrison Ford nell'insolito ruolo di agente dal volto umano. L'intreccio narrativo è ricco di situazioni curiose e drammatiche tali da non far mai annoiare.

Invia una mail all'autore del commento AxelFoley  @  16/07/2009 01:53:04
   7 / 10
Crossing Over è una pellicola che ha avuto una scarsissima distribuzione nelle sale americane, in maniera analoga è avvenuta quella in Europa...Ho voluto andare a vederlo perchè mi intrigava la trama, era originale e perchè comunque il cast era buon e Kramer di solito lavora bene.
Sono rimasto piacevolmente sorpreso in positivo, quanto e forse meglio di come mi aspettassi. La trama è scorrevole e tutte le situazioni proposte (stile crash) alla fine si collegano a meraviglia. Chiaro il segnale di denuncia sui trattamenti americani per gli immigrati senza permesso, viene sottolineato il fatto che dietro al respingere le persone al loro paese d'origine, ci sono famiglie che si spezzano, progetti che svaniscono e vite infrante, e il tutto viene presentato in modo molto chiaro e realistico.
Mi dispiace il fatto che pellicole come queste vengano poco pubblicizzate e ancor meno distribuite.

FABRIT  @  12/07/2009 11:49:08
   7 / 10
In un periodo, dove al cinema trovare qualcosa di decente è impresa ardua,Crossing Over rapppresenta una piccola eccezione,certo non è un capolavoro,ma un buon film da vedere questo si!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  07/07/2009 14:44:23
   6½ / 10
Kramer per il suo "Crossing Over" adotta una tecnica molto in voga in questi ultimi anni, ovvero una struttura narrativa intricata con diversi personaggi che incrociano e sovrappongono le loro storie personali. Basti pensare a "Babel" o "Crash".
Il filo rosso del film di Kramer è il tema dell'immigrazione affrontato sotto vari punti di vista, da quello del poliziotto, all'avvocato, a chi cerca ad ogni costo di diventare cittadino americano. Le storie sono tante, ma il caotico ordine con cui sono raccontate le rende facilmente seguibili. Molto credibili i vari personaggi e bravi anche gli interpreti sia molto noti che non. Nonostante questo il film sembra non totalmente riuscito, manca un coinvolgimento indiscutibile dello spettatore e forse la tecnica del racconto sta diventando un po' usurata.

jolly  @  04/07/2009 07:45:25
   7½ / 10
Il film è fatto bene, e spiega in modo indelebile preblematiche che proprio in questi giorni si stanno affrontando nel nostro paese...
Duro, intenso, e molto spesso commovente!
I pro ed i contro di un mondo globalizzato!!
DA VEDERE

emagiul  @  02/07/2009 22:41:10
   7 / 10
bel sull'immigrazione.... niente di particolare

simonssj  @  27/06/2009 09:36:57
   7 / 10
Un buon prodotto sull'immigrazione, più o meno clandestina, negli USA, che racconta ed intreccia tra loro le storie di clandestini alla ricerca della naturalizzazione americana o della famosa Green Card per poter lavorare. Legate dal filo conduttore Harrison Ford, agente dell'ICE, forza di polizia che si occupa di immigrazione, si intrecciano le storie di personaggi che tentano di arrivare alla cittadinanza americana nei modi più disparati, mentre un avvocato difensore delle loro cause cerca di impedire gli abusi di potere da parte proprio di coloro che decidono quanto ognuno di loro sia meritevole di essere americano...
Ricorda molto "Crash", nella struttura del plot, e la qualità del film ne risente sicuramente in positivo, avendo purtroppo il difetto di volersi occupare di troppe storie, alcune più approfondite, altre solo accennate (anche se ho saputo che la versione originale dura 20 minuti in più, e i tagli non sempre fanno bene...). Film furbo in alcune parti, ma sicuramente da promuovere

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdadea sona spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebrave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre australfulci for fakegemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundigretaguest of honourhava, maryam, ayeshahole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)il colpo del caneil criminaleil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigatela scomparsa di mia madrela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaola voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)manta raymarriage storymartin edenmes jours de gloiremio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscales
 NEW
scary stories to tell in the darkscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisearching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwomanyesterday (2019)you will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

993021 commenti su 42181 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net