cosa voglio di piu' regia di Silvio Soldini Italia, Svizzera 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

cosa voglio di piu' (2009)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film COSA VOGLIO DI PIU'

Titolo Originale: COSA VOGLIO DI PIU'

RegiaSilvio Soldini

InterpretiPierfrancesco Favino, Teresa Saponangelo, Giuseppe Battiston, Alba Rohrwacher

Durata: h 2.06
NazionalitàItalia, Svizzera 2009
Generecommedia
Al cinema nell'Aprile 2010

•  Altri film di Silvio Soldini

Trama del film Cosa voglio di piu'

Una donna (Alba Rohrwacher) legata sentimentalmente al compagno (Giuseppe Battiston) entra in crisi quando incontra un altro uomo (Pierfrancesco Favino) a sua volta sposato (con Teresa Saponangelo) di cui si innamora follemente, sullo sfondo la Milano del precariato.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,16 / 10 (32 voti)6,16Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Cosa voglio di piu', 32 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

wicker  @  30/03/2019 20:07:34
   7½ / 10
la forza del cinema di Soldini è nel raccontare fatti di ordinaria esistenza con piglio prettamente umano senza inventare nulla ma basando la storia sulle emozioni sincere che scaturiscono dagli eventi . Qui più la Rorwacher che Favino è confusa dalla storia in cui si imbarca e uscirne sarà un problema .
Ottima prova degli attori , buona sceneggiatura che non si focalizza sul problema ma crea anche un bel contorno con Battiston e l'altra coppia di amici . Chi ha vissuto o ha commesso un tradimento lo capirà meglio comunque .

fabio57  @  28/10/2016 10:22:11
   7½ / 10
Bel lavoro. Soldini costruisce una storia d'amore e di adulterio, non originale, ma minuziosa e intrigante. Grazie soprattutto ad una interpretazione superba di Rohrwacher e dello stesso Favino, l'intreccio sentimentale e sessuale, si sviluppa, con estremo realismo. La posizione della macchina da presa è tale da inquadrare da vicinissimo gli attori, raccogliendo le loro visibili angosce, gli smarrimenti, il loro pathos . Il cinema , quando racconta la quotidianità, senza sbavature ed eccessi, non è banale, ma anzi estremamente efficace. Il vecchio neorealismo italiano "docet"

freddy71  @  17/09/2015 01:27:26
   7 / 10
solo chi ha vissuto certe situazion,i puo capire appieno le sensazioni che trasmette questo film.

topsecret  @  06/05/2013 17:04:31
   6½ / 10
Soldini in questo film racconta l'ordinarietà di una donna all'apparenza soddisfatta della proprio vita, del rapporto di coppia con il compagno e realizzata nel lavoro.
Purtroppo anche l'infedeltà rientra nell'ordinario, nellla normalità, e lascia dei segni profondi difficili da cancellare.
Un film dotato di un buon cast, ritmo lineare e regia calibrata, che però non offre grande enfasi narrativa, nè particolari spunti di originalità, ma che si lascia seguire abbastanza agevolmente senza procurare noia o fastidi.

dils  @  23/04/2013 12:41:35
   6 / 10
Premetto che sono un'ammiratrice di Soldini, Cosa voglio di più nel complesso considerando anche la tematica che il film affronta è un buon prodotto.
Gli attori sono molto bravi, non solo i protagonisti ma i personaggi secondari come Battiston, la recitazione risulta molto fluida e naturale.
La regia è intima, silenziosa come lo sono i due amanti che si fanno travolgere dalla passione senza porsi delle domande...Soldini racconta un pezzo di realtà vissuta e anche combattuta interiormente, ma purtroppo la pellicola ad un certo punto diventa ripetitiva quasi noiosa..una volta percepito il concetto di base non si creano grossi espedienti per tenere ancorato lo spettatore...
Il finale per quanti alcuni lo valutino sbrigativo a me non è dispiaciuto, dettato da un barlume di lucidità istantaneo che porta alla consapevolezza della realtà..Peccato poteva essere migliore.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  27/05/2012 13:38:58
   6 / 10
Con un finale più curato, il giudizio poteva essere migliore.

Tuonato  @  30/05/2011 23:27:06
   6 / 10
Ritratto onesto di mille e mille tresche tormentate figlie dei nostri giorni.
Cosa voglio di più, provoca Soldini con una regia asciutta valida ed attenta.
Le sue maschere sembrano volersi sinceramente sacrificare sull'altare di Afrodite, la grigia e ligia Milano mette tutti d'accordo reclamando quattrini.
Alba Rohrwacher irresistibile, sempre più convincente e matura.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/03/2011 22:21:39
   7 / 10
Ho trovato che Cosa voglio di più ha punti in comune con Giorni e nuvole. Tratta della precarietà dei rapporti, ma in questo caso a differenza della pellicola precedente, ciò che viene colpito è il tradimento: la precarietà del tradimento. Soldini toglie molto, secondo me troppo, al contesto ambientale dove operano i personaggi. Le loro motivazioni si intuiscono, sono più sottintese e dedica molto più spazio alla sfera esistenziale dei personaggi, prigionieri delle proprie insoddisfazioni a cui nemmeno il tradimento riesce a dare conforto. La storia d'amore si svilisce a una serie di belle scopate e nulla di più, perchè è il massimo ottenibile di fronte ad un futuro di incognite e un passato/presente che inevitabilmente sarà distrutto. La coppia Favino/Rohrwacher funziona bene aiutata anche da buone figure di contorno.

Kobe  @  08/03/2011 14:59:21
   5½ / 10
Scorre abbastanza, peccato che non sono riusciti a raccontare davvero il finale che viene lasciato un pò a se stesso...

TopoXL  @  27/01/2011 11:23:02
   4 / 10
2 ore per raccontare una normalissima storia di tradimenti.
lento e piatto.

max67  @  09/12/2010 09:49:03
   7 / 10
QUESTO FILM E' UN OCCASIONE PERSA , DI SICURO VALE LA PENA VEDERLO PERO' IL FINALE COSI' FRETTOLOSO DOPO AVERE PERSO TEMPO CON UNA TRAMA SFILACCIATA E A TRATTI LENTA FA' PENSARE A TAGLI AL MOMENTO DEL MONTAGGIO PERCHE' AVREBBE SUPERATO LE DUE ORE, BRAVI COMUNQUE GLI ATTORI E INTERESSANTE ANCHE IL TEMA DEL TRADIMENTO CHE ANCHE SE STRAUSATO AL CINEMA, QUI' E' VISTO IN UN CONTESTO FAMILIARE E UNA QUOTIDIANITA' TUTTE DESCRITTE MOLTO MEGLIO CHE IN ALTRI FILM.

jason13  @  11/10/2010 19:45:15
   7 / 10
Sara' che mi tocca da vicino ma questo film mi ha molto appassionato.
Ben interpretato. Vale la pena di vederlo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  11/10/2010 11:03:43
   6½ / 10
Film interessante sebbene l'ossatura della trama sia più che abusata. Soldini parla di tradimento, di passione e di famiglia senza fare entrare troppo lo spettatore nella vita dei personaggi, mantenendo un livello abbastanza statico nel racconto. Non per questo il film risulta sgradevole, anzi lascia a chi lo guarda la possibilità di farsi domande e di trovare piccole consapevolezze dentro di sè. Ritmo un po' troppo lento.
Bravi Battiston e Favino, eccellente la Rohrwacher, ormai onnipresente nella cinamatografia italiana.

rob.k  @  08/10/2010 20:44:07
   2 / 10
Uno dei film peggio recitati che io abbia mai visto, gli attori sembrano persone prese a caso per strada (e dire che Favino in passato ha fatto anche degli ottimi film... qua sembra regredito). La trama è avvincente quanto le chiacchiere e i pettegolezzi della mia fruttivendola di fiducia, e anche i dialoghi sono su quel livello. Finisce in modo talmente insulso che quando è finito pensavo si fosse rotta la pellicola... Invece sono comparsi i titoli di coda... Anche il cinema italiano risente della crisi... E parecchio.

maurimiao68  @  08/10/2010 01:01:20
   7 / 10
Davvero un bel fim...nn capisco i commenti del tipo: " questo film nn ti lascia nulla"..mah! vabbè..comunque staconsigliato (almeno x me)

vermeer  @  16/05/2010 03:45:31
   3 / 10
pessimo film, totalmente inconsistente.

morgana2009  @  15/05/2010 12:23:16
   3 / 10
Un film inconsistente e troppo prevedibile nel suo sviluppo narrativo, emotivamente poco coinvolgente. Le (troppe) scene erotiche alla lunga sembrano solo un riempitivo, un eccessivo e inutile voyeurismo che diventa esercizio di stile e nulla più. Un film mediocre che non riesca a trasmettere alcuna emozione sincera, alla fine rimane solo una monotona e ripetitiva rappresentazione della disperata e squallida quotidianità dei due protagonisti. Davvero troppo poco.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  14/05/2010 19:20:22
   7 / 10
Un film denso, intenso, che poggia su un plot se vogliamo "abusato", eppure non è in nulla convenzionale.
La bravura di Soldini sta nella capacità di affiancare alla partecipazione emotiva dello spettatore (usuale nel cinema mainstream italiano di oggi) un distacco obiettivo che sa anche non farsi facile giudizio.
Il limite del suo approccio sta nel non ambire a una sintesi "alta" (che non certo sarebbe facile, anzi: se un'ambizione del genere non fosse accompagnata da una enorme profondità di sguardo sulla realtà, farebbe scadere il film, banalizzandolo). Allo spettatore non resta un messaggio facile da tenersi dentro: ma tante piccole consapevolezze.

Vedi recensione

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/03/2011 14.23.02
Visualizza / Rispondi al commento
Delfina  @  10/05/2010 10:46:27
   7½ / 10
Non delude, il nuovo film di Soldini. Molta delicatezza, ottima regia, una mano maestra nel raccontare, per immagini e sceneggiatura, cosa accade quando fra due persone, già impegnate con altri, scocca un'attrazione fisica che porta entrambi, per la prima volta, a un vero appagamento sessuale.
Non è una banale storia d'adulterio, come hanno detto alcuni; è un dramma sulle occasioni mancate, o arrivate troppo tardi, quando ormai la vita ci ha assegnato altri ruoli.

Nel film ritorna anche la classica poesia di Soldini, bravissimo nel ritrarre personaggi autentici, in questo caso lavoratori di una grande città, schiacciati dal peso della vita e dallo sfruttamento economico dei datori di lavoro, che piangono miseria, ma girano con i SUV e pagano "fuori busta": ma tutti aspirano a "qualcosa di più", che li trasporti oltre la vista desolata sul parcheggio di un casermone di periferia.

Forse poteva essere un po' più breve, il film, che si dilunga non certo nelle scene di sesso (misurate e girate anzi con molta sensibilità), quanto nel ritratto corale dei personaggi che gravitano intorno ai protagonisti: la moglie, il compagno, i parenti, i colleghi, tutta questa anonima, ma dolente, umanità media, che cerca solo di tirare avanti nella pesantezza della quotidianità.

Le scelte registiche sono tutte funzionali a questa visione: poca la musica, tanta la concitazione e la fretta di sfuggire al tempo (e alla pressione del denaro). Bella la fotografia. Unico appunto: fin troppo realistiche le voci, impostate con gli accenti dialettali, tanto da rendere a volte un po' difficoltosa la comprensione di tutti i dialoghi.

NandoMericoni  @  09/05/2010 19:40:34
   7 / 10
il film c'è, il cast funziona bene, io non l'ho trovato neanche eccessivamente lungo, forse potevano essere sviluppati meglio alcuni aspetti del rapporto tra i due, anche le scene di nudo e di sesso non le ho trovate poi cosi fuori contesto.
Ah, io adoro Alba Rohrwacher...

jiko  @  09/05/2010 13:45:53
   4½ / 10
Film abbastanza noiosetto e banale: per due ore non accade nulla. Una donna tradisce il suo uomo con un altro, questa è la trama. Ecchepalle. E dire che Soldini ci aveva abituato a ben altri livelli. Favino davvero bravo, ma non basta da solo a reggere una storiella che ha lo stesso grado di interesse di un pettegolezzo da ufficio in pausa pranzo. Un film che non ti lascia nulla, ti ritrovi alla fine del film a dire "sì, e allora?".

edmond90  @  08/05/2010 23:11:32
   7 / 10
Un film angoscioso,oserei dire quasi disturbante nel dolore che riesce a far percepire allo spettatore.Ben diretto e ben interpretato,riesce a coinvolgere benissimo nonostante le 2 ore di durata e la mancanza quasi totale di colonna sonora.Di questi film ha bisogno il cinema italiano.

giancarlochille  @  08/05/2010 19:28:21
   6 / 10
Il film è ben fatto, gli attori tutto sommato sono bravi; però il ritmo è lento, potrebbe durare meno. Inoltre credo volesse enfatizzare gli stati d'animo dei protagonisti, ma non ci riesce sino in fondo. Tuttavia il film si fa guardare e apprezzare.

RobertDen  @  07/05/2010 11:47:13
   7½ / 10
Molto bello e ben fatto.
Riesce a mettere in mostra i sentimenti, le preoccupazioni, i drammi e le angosce dei protagonisti.
Consigliato.

cescoxx  @  06/05/2010 17:49:12
   5 / 10
Sicuramente un film da non ricordare. I nudi (eccessivi) degli attori sono la cosa che rimane in testa. Il ritmo è lentissimo e mette un po' angoscia. Per gli amanti del genere introspettivo. Non lo consiglio.

maxwin  @  06/05/2010 13:19:54
   8½ / 10
Un film introspettivo, se vogliamo documentario delle frustrazioni umane sfociate nel tradimento,nessun contorno in più, nessuna forzatura in più, la semplice cruda realtà dipinta magistralmente da Soldini. Guardatelo..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  06/05/2010 00:48:51
   7 / 10
Non posso congedarmi da questo film senza provare una forte sensazione di vertigine, di disagio, persino a tratti di dolore. Un dolore denutrito (privo della consueta, ammiccante colonna sonora) ma lenitivo. Ecco, direi che proprio questo stato di appartenenza (a una storia che può anche non riguardare da vicino lo spettatore) è il pregio maggiore del film, che riesce a decontestualizzare uno script fin troppo sfruttato orientandolo nell'oceano di incertezze della società attuale.
Alla fine, il tradimento vive una duplice sofferenza, ed è emblematico verso l'epilogo finale, dove davvero tutti possono respirare il ricatto di una libertà espressiva e affettiva di breve durata.
Evidenti i richiami al bellissimo "Intimacy" di Chereau, e non a caso il personaggio di Battiston, partner bonario dedito alla tribù del risparmiatore medio, ha qualche punto in contatto con il marito stralunato di Timothy Spall.
Il film soffre di una certa staticità che riesce comunque a "pennellare" diversi spunti emotivi senza troppi clamori. C'è bisogno anche di questo, anche se la mdp fissa mi sembra un'inutile orpello (forse la sperimentazione tecnica non è virtù di Soldini, ma non è nemmeno una grande necessità).
Con almeno una scena memorabile, quando Favino torna a casa e si dedica a lavare le mani della figlia, nel suo bisogno interiore di dimostrare di essere un padre di famiglia ideale.
Nessuna invettiva morale, soltanto il segno di un dolore arrecato alle persone care e la necessità di espiarlo attraverso la "condanna" al sentimento.
Sempre più brava la Rohrwacher, che ben rappresenta i dubbi di una passione vissuta con istintiva possessività

Marlen  @  03/05/2010 22:24:55
   6½ / 10
Si merita questo voto più che altro per la tematica..che rispecchia una parte rilevante della nostra realtà. Si confronta con la possibilità di trovarsi scontenti della propria vita e di cercare un qualcosa di diverso, nella passione con uno sconosciuto (inizialmente).
Bravissima Alba..ma mi aspettavo qualcosa di più da Favino.
Le scene di passione così importanti lasciano di stucco, ma servono a far comprendere quanto cè nei personaggi la voglia di vivere e di andare contro la routine e contro i problemi quotidiani.

Sconsigliato a chi vuole una serata leggera ma consigliato a chi vuole un film introspettivo

willard  @  03/05/2010 10:40:15
   6 / 10
Un'altra delle storie della media suburbia di Silvio Soldini. Una storia d'amore che però amore non è, fuga dalla routine, paura dei legami troppo profondi, il tutto forse frullato un po' troppo in fretta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  02/05/2010 14:47:08
   5½ / 10
L'ultimo lavoro di Silvio Soldini è purtroppo a tratti deludente, lungamente pesante, con una sceneggiatura già vista, una colonna sonora praticamente assente e solo alcuni spunti meritevoli, soprattutto per ciò che riguarda la fotografia; con molta franchezza, bisogna dire che pellicole del genere non aggiungono nulla al nostro cinema e appaiono abbastanza fini a se stesse. Da salvare le buone prove attoriali, in particolare della Rohrwacher e di Battiston, da rivedere, invece, Pierfrancesco Favino. Un passo indietro per il regista dopo "Giorni e nuvole".

gringo80pt  @  02/05/2010 13:37:50
   5 / 10
Qualche buono spunto e la cura di qualche particolare viene offerto, ma per la non continuità tra le scene e per un finale da rivedere non si può andare sopra la sufficienza.

Oltretutto, le 2 ore (di cui 20 minuti scene passionarie-->tromberecce) sono risultate pesantissime: a 2/3 del film la sonnolenza-->spiccata voglia di alzarsi ed andarsene/battere la testa nello schienale di fronte è sempre più marcata.

Manca di fotografia e di una colonna sonora.

La recitazione non prende mai il volo, anzi la sensazione è che agli attori manchino le parole o che siano soffocati dall'aria.

Caro Favino, mi manca il tuo "Coppi, sei un acquaiolo"

kerkyra  @  01/05/2010 18:24:31
   8½ / 10
Sembra un documentario, ti avvince, veramente da vedere per come riesce a carpire la realtà e a renderla... Grandioso, andate a vederlo, vale veramente la pena

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcriminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
famosafantasy island
 NEW
gamberetti per tutti
 NEW
ghostbusters: legacy
 NEW
gli anni piu' belligretel e hansel
 NEW
greyhound: il nemico invisibileil ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnello
 NEW
l'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassino
 NEW
nel nome della terranon si scherza col fuocooutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
stay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutants
 NEW
the old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusvivariumvolevo nascondermi
 NEW
vulnerabiliwaves

1006373 commenti su 43733 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net