buried - sepolto regia di Rodrigo Cortés Spagna 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

buried - sepolto (2010)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BURIED - SEPOLTO

Titolo Originale: BURIED

RegiaRodrigo Cortés

InterpretiRyan Reynolds, Robert Paterson, José Luis García Pérez, Stephen Tobolowsky, Samantha Mathis

Durata: h 1.35
NazionalitàSpagna 2010
Generethriller
Al cinema nell'Ottobre 2010

•  Altri film di Rodrigo Cortés

Trama del film Buried - sepolto

Paul (Ryan Reynolds) si ritrova rinchiuso in una cassa di legno a 3 metri sotto terra e con in tasca un cellulare, una matita e un accendino Zippo. Grazie a questi 3 elementi, deve capire come è finito in quella cassa, per quale motivo e come fare a guidare i soccorritori fino a lui per poterlo liberare. Mentre i 90 minuti di aria a disposizione scorrono, mantenere la calma è sempre più difficile.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,21 / 10 (268 voti)6,21Grafico
Voto Recensore:   7,50 / 10  7,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Buried - sepolto, 268 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

the saint  @  04/02/2019 17:21:42
   6 / 10
mah…. vabbè complimenti vari sto film l'ha già avuti:
- ottimo l'attore che porta avanti il film
- incredibile che sia stato girato solo in una bara
- tensione alta
-clustrofobico

ok tutto molto bello, ma vogliamo parlare della vera pecca del film?

IL FINALE, che molti sostengono essere una mezza genialata..
guardare spoiler, a me sembra solo una grande barzelletta!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

executioner  @  15/10/2017 01:29:21
   7½ / 10
Secondo me la media è troppo bassa, è geniale in tutto e per tutto
Un solo attore(bravissimo), una sola location
Trasmette tensione dal primo all'ultimo minuto
Il finale è fantastico anche se devo dire che affronta delle situazioni
Un po grottesche e forzate (spoiler)
Molto belle le critiche sociali, all'espansionismo americano,alla burocrazia dannosa (le varie chiamate piene di intoppi formali)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mark23az  @  09/11/2016 16:33:02
   6½ / 10
Film thriller claustrofobico, con tensione continua...prende molto lo spettatore anche se avrei preferito qualche colpo di scena dall'esterno. Un film dal "genere diverso" comunque vedibile.

Colibry88  @  28/09/2016 20:22:33
   7 / 10
Thriller claustrofobico molto riuscito. In diversi momenti davvero inquietante e angosciante. Sebbene lo svolgimento della storia potrebbe alla lunga stancare, questo non accade e il film tiene alta la tensione fino allo sconvolgente finale.

antoeboli  @  28/09/2016 17:33:23
   7½ / 10
Un gioiellino made in spain , che è partito come un prodotto indipendente , fino a varcare oltreconfine per merito di una Lionsgate che ci ha creduto .
R.Reynold probabilmente offre la migliore prestazione fino ad oggi , reggendo un film di un ora e mezza su un impianto originalissimo.
Un trasportatore americano rinchiuso in una cassa di legno ,sottoterra , con poca aria e un dannato cellulare.
Detto così il film sembra scontato , ma lo è meno di quanto sembri . a tratti sembra quasi da denuncia politico-sociale , contro lla classe americana e ai suoi modi di fare due pesi e due misure , ma quello che colpisce la regia , che rende Buried un film dai toni angoscianti , specialmente per chi soffre di claustrofobia .
Un finale che lascia spiazzato per bene lo spettatore , anche se mi aspettavo qualcosa di ancora piu assurdo .
All epoca passò quasi sotto silenzio se non per qualche trailer prima della sua uscita , ma recuperatelo perchè ne vale la pena.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  27/05/2016 00:15:04
   7 / 10
Da vedere tassativamente solo una volta..... film praticamente in tempo reale che poggia totalmente sulle spalle di Reynolds che ne esce alla fine vincitore.... potrebbe apparire poco credibile ma se pensiamo al contesto ci rendiamo conto che potrebbe essere drammaticamente possibile...... pellicola coraggiosa e certamente originale... ma una seconda visione sarebbe deleteria per ovvi motivi.

BenRichard  @  19/02/2016 13:21:54
   6½ / 10
Claustrofobia ai massimi livelli, tenendo conto che il film si svolga tutto in una cassa da morto con un unico attore con i pro e i contro che può riguardare una pellicola del genere mi sento comunque di dare un voto abbastanza positivo perchè il film è in grado di farti provare le giuste emozioni. La tensione si sente soprattutto all'inizio e sul finale (per nulla scontato), nel mezzo si perde un pò ma solo perchè "ci si abitua" alla situazione in cui veniamo catapultati. Forse in certi punti poteva essere gestito in maniera leggermente diversa e rendersi così ancora più angosciante. Di sicuro non per tutti, chi si immedesima troppo potrebbe davvero soffrire di attacchi claustrofobici micidiali, oppure risultare noioso e lento per altri.
Secondo me l'esperimento è riuscito abbastanza bene.

Overfilm  @  02/07/2015 03:34:14
   6½ / 10
C'era il rischio di "farsi male" visto il soggetto del film.
Invece son riusciti a confezionare qualcosa di potabile. Anzi piu' che potabile.
Anche questo l'ho visto tempo addietro e quindi non mi dilungo.
Pero' lo consiglio.

Afatax Ginko  @  18/04/2015 19:10:09
   7 / 10
Davvero un buon thriller. Sceneggiatura minima, ma ben curata. L'attore Ryan Renolds è riuscito a calarsi perfettamente nei panni del protagonista e la trama è sta ben realizzata con accurati dettagli. Anche la durata del film è stata ben ponderata...la tensione che avvolge lo spettatore rimane costantemente presente fino al termine della pellicola. Questo film dimostra perfettamente come anche con budget bassi si possa realizzare un buon prodotto. Complimenti Cortés!

ZanoDenis  @  15/02/2015 18:27:57
   7½ / 10
Buon thriller, claustrofobico al massimo, con una sola ambientazione e un solo attore, forse tecnicamente mi aspettavo un po di più, il regista se la cava comunque, e si vede dal fatto che mantiene alta l'attenzione per tutta la durata, complice anche una furba durata ridotta del film, molto probabilmente, se durava 20 minuti in più annoiava. Nella media Reynolds, diciamo che è abbastanza credibile e svolge il suo compitino, il film comunque mantiene un ansia molto alta, che tocca i suoi picchi nelle due scene che vale la pena sottolineare

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TopoXL  @  13/01/2015 13:38:32
   10 / 10
aahahahhahahahahah
divertentissimo!
metto 10 perche e' veramente spiazzante.
nonostante la location un po "scarna" il film offre tantissimi spunti.

DarkRareMirko  @  02/11/2014 03:16:06
   8 / 10
Pellicola angosciante, opprimente, che non si scorda, dotata, sino al finale (un vero pugno in pancia), di un pessimismo cosmico.

Prendendo in prestito un'idea atroce più volte sfruttata al cinema (da Corman arrivando sino a Tarantino, che l'ha usata in almeno 2 occasioni), Cortes si costruisce un film su misura, alternando scenari orrorifici a dovute critiche sociologiche (praticamente tutte le persone, al cellulare, sono egoiste).

90 minuti di film con un solo uomo chiuso in una bara non costituiscono proprio uno scenario invitante, ma Cortes (proprio come Tara, 5 anni prima, in Grave danger) ha superato ogni difficoltà con colpi di scena, cudeltà, buoni dialoghi ed un bravissimo Ryan Reynolds (CHAOS THEORY).

Palesi meriti di script, buoni virtuosismi tecnici in spazi ristretti, budget per una volta low (spero), vista LA location...

Comunque un film durissimo, non per tutti.

ziabobi  @  12/08/2014 19:04:16
   8 / 10
Ho appena finito di vederlo, ho una tensione pazzesca addosso proprio anche fisica.
E' un film straziante e mi ha fatto sentire tutta la gamma di emozioni che il protagonista deve patire...alla fine mi è rimasta la rabbia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alex94  @  03/08/2014 16:44:47
   6 / 10
Discreto thriller diretto da Rodrigo Cortés nel 2010.
La trama è originale e abbastanza angosciante sviluppata molto bene,infatti il film non annoia mai anzi mantiene sempre alto l'interesse nello spettatore,fino al cattivissimo ed un po scontato finale.
Buona la regia e la recitazione,bravissimo Ryan Reynolds.
Insomma un thriller veramente interessante,non mi ha coinvolto particolarmente ma lo consiglio perché è ben fatto.

albert74  @  03/07/2014 13:20:09
   7½ / 10
che non sia una trama plausibile non ci piove ma il film funziona benissimo. ti tiene incollato allo schermo per tutti i 90 minuti, con una sensazione di tensione, atmosfera claustrofobica (non potrebbe essere diversamente!). ottima recitazione. la tensione è in crescendo e il finale non è poi così scontato anche se un po' paradossale.

Signor Wolf  @  03/02/2014 00:33:08
   7 / 10
molto molto bello, a metà film la presenza di un unica location e di un unico attore si fa un pò pesante, ma alla fine ne vale la pena

Oh Dae-su  @  17/10/2013 15:51:03
   6 / 10
Avrei voluto dare 6,5 ma ripensandoci bene ho optato per il 6 e vi dico perché:
Storia non originalissima, tensione palpabile, claustrofobico, statico.
Reynolds bravo.. ha saputo trasmettere la giusta tensione, nonostante sia parecchio difficoltoso riuscire a coinvolgere lo spettatore rimanendo sdraiato in una bara..
E invece ci riesce, anche grazie ad un finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il problema è che una volta visto, non lo si vedrà mai più.. ma te ne ricorderai..

sossio92  @  09/09/2013 20:36:58
   7 / 10
Vorrei dar di più , alla prima visione ti tiene incollato per tutto il tempo allo schermo , suspance a go go , ma alla fine , non mi fa venir voglia di rivederlo , il voto è solo per la prima visione , ad una seconda visione sicuramente perderebbe qualche colpo , credo sia anche normale . Ma comunque è un buon prodotto .

horror83  @  06/08/2013 14:00:52
   8 / 10
questo film mi è piaciuto tantissimo (il cinema spagnolo negli ultimi anni va alla grandissima)! si svolge interamente in una cassa di legno eppure non annoia neppure un minuto! cioè questo secondo me è saper fare cinema! l'idea è bella, l'attore da solo che tiene benissimo tutto il film. ansia, claustrofobico, si rimane incollati fino alla fine per vedere come va a finire. si sta male insieme al protagonista e si cerca di capire come ci è finito in un bara a 3 metri sotto terra! allucinante!!!
finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
io lo consiglio!

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  02/06/2013 18:43:09
   8 / 10
La piu' lampante dimostrazione che quando si hanno delle idee si puo' fare grande cinema anche con una manciata di euro : claustrofobico e agghiacciante come pochi , buried assieme ai suoi colleghi sequestrados,cella 211 e bad time sta rilanciando alla grande il cinema thriller-horror spagnolo dell'ultima decade.
Veramente incredibile il modo in cui tenga incollati alla sedia x un ora e mezza nonostante sia interamente ambientato in una bara con molteplici scene di completa oscurita'.
Finale devastante !

Jumpy  @  23/05/2013 22:16:52
   7½ / 10
Film shockante e dal forte impatto emotivo, non tanto per gli effettoni speciali e per le scenografie, quanto per la situazione e la crescente tensione fino al ...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Tra le righe si legge una critica pungente e velenosa che non risparmia nessuno: intelligence, datori di lavoro, persino affetti e legami familiari.
Ho notato, come altri prima di me, qualche ingenuità nella sceneggiatura, ma è un film che a mio parere merita.

Strix  @  08/04/2013 21:03:01
   7½ / 10
Genialata. Con una pesante critica di fondo verso il governo americano, e anche una saggia riflessione su quanto siamo diventati dipendenti dai cellulari.

alberto9  @  21/03/2013 23:38:33
   1 / 10
Il fatto di essere capaci di girare un film in una cassa di legno non dev'essere un pregio. Uno dei film più brutti mai visti, tra l'altro l'ho visto al cinema quindi m'è toccato anche pagare il biglietto. Meglio centinaia di ambientazioni ed un bel film che un ambientazione sola ed un film di m....

ferzbox  @  10/12/2012 14:55:58
   7½ / 10
Incredibile.....un film che si svolge interamente all'interno di una cassa situata sottoterra...l'incredibile dramma di un uomo che deve sottostare agli ordini dei terroristi che l'hanno rinchiuso li dentro per poter uscire.....ha solo un cellulare,un'accendino,una torcia e tanta speranza.....
Il regista Rodrigo Cortes riesce a concepire un ora e mezza di suspance utilizzando sempre la stessa location....non cade mai nel banale e trova sempre qualche stratagemma per attirare l'attenzione dello spettatore..
Ogni tanto si assapora la fatica nel rendere credibili alcuni dialoghi che il protagonista effettua al telefono,ma è abbastanza comprensibile se pensate alla difficoltà che si possono riscontrare nel concepire un film così....
Non è un capolavoro..ma sicuramente è curioso...e alla fine dei fuochi riesce a regalare un prodotto cinematografico sicuramente fuori dalle righe....
Da vedere almeno una volta...

topsecret  @  06/12/2012 17:08:36
   7 / 10
95 minuti chiuso in una cassa di legno interrata nel deserto è un'idea che per forza di cose rischiava di sembrare ripetitiva. Invece un plauso va al regista che ha saputo imbastire una storia claustrofobica e densa di emozioni, ottimamente supportato dalla performance credibile e senza sbavature di Ryan Reynolds e di eventi che hanno saputo creare e mantenere un coinvolgimento totale nello spettatore, anche se ci sono stati rari momenti dove non sempre c'era grande logica.
Personalmente mi ha coinvolto e credo che meriti un voto positivo.

sagara89  @  19/11/2012 23:04:51
   6 / 10
niente di particolare

deliver  @  08/11/2012 09:51:24
   7½ / 10
Film che va premiato.
L'argentino Rodrigo Cortès, dopo il caustico Concursante, si getta thriller sfornando una pellicola non facile: un solo protagonista si risveglia in una cassa. Subito capisce di essere stato sotterrato. Non avrà molto tempo per salvarsi. Ce la fara?
Tensione resa al massimo, così come al massimo è la capacità del film, soprattutto nell'epilogo, di coinvolgere ancora di più chi guarda. Non c'è alcun calo di ritmo, nessuna strozzatura. Davvero un hitchcockiano esempio di come si possa indurre suspance pur non ricorrendo ad un orrore esibito.

nyc93  @  27/10/2012 22:29:19
   9 / 10
film stupendo, mi ha tenuto incollato al televisore per tutta la durata del film.

Vlad Utosh  @  06/10/2012 01:01:29
   6 / 10
Film che dopo i primi 20 ottimi minuti risulta ripetitivo pur non arrivando mai ad annoiare-ed è già un successo per un soggetto che si svolge interamente in una bara-arricchito da qualche picco di pathos qua e la.
Un buon Ryan Reynolds e una trama originale(fino a un certo punto) non sono riusciti a coinvolgermi pienamente.
Purtroppo alcuni dialoghi sono insignificanti e mi riferisco soprattutto alle prime telefonate con una serie di abulici personaggi.
Il finale fa la sua bella figura e risolleva le sorti di un film facilmente dimenticabile.

BlueBlaster  @  20/09/2012 18:24:11
   7 / 10
Per quanto sia ovviamente statico è un film per nulla male o scontato...la trama che ruota attorno al"sepolto" è davvero angosciante e la visione ovviamente claustrofobica...
Avrebbe facilmente potuto essere un film noioso/scontato ed invece si fa vedere bene fino alla fine...bravo Ryan Reynolds e ancor di più il regista Rodrigo Cortés che se la gioca alla grande in un così ristretto contesto...Da vedere!

Nembo  @  13/06/2012 19:40:43
   7 / 10
scommetti che facciamo un film con un solo attore, zero effetti speciali, zero scenografia, zero luci (se non quella di un cellulare ed un accendino)... ???

lo facciamo durare un ora e mezza, ci mettiamo dentro però anche un finale che spiazza... ???

questo deve aver chiesto il regista alla sua troupe...

secondo me è riuscito nell'impresa.

Bella prova di Reynolds (unico attore) che da solo regge un film intero in maniera più che dignitosa.

Consigliato. Da vedere

C.Spaulding  @  30/05/2012 12:16:02
   7 / 10
Bel film ambienteto tutto dentro una bara ma efficace e scorrevole. Bella prova per Reynolds.

Frogger  @  30/05/2012 10:03:28
   7 / 10
7 perchè un è un buon film, con un soggetto interessante, atipico. Non annoia e la trama scorre via con ritmo incalzante, nonostante la locazione sia statica, cioè una bara sotto terra. Tralasciando un particolare tecnico che indico nello spoilero sottostante lo consiglio per la tensione che riesce a creare, grazie all'ottima prova del buon reynolds.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Jolly Roger  @  29/04/2012 13:10:21
   7½ / 10
SE MUOIO
VOGLIO ESSERE CREMATO!
Potrei anche fermarmi qui con il commentare questo film, ho già detto tutto!
L'ho visto il 25 aprile, festa della pseudo-liberazione dellitaglia.
Giornata un po' triste, almeno per me. Non per chissà che motivi, ma perchè mentre tutti gli itagliani si sentivano più "liberi" e in festa, invece io, finto "libero" professionista (ritorna, questo concetto di pseudo-libertà) purtroppo lavoravo. E la sera, in piena paranoia, ho deciso di mettermi su un film per distrarmi un po'.
Ho scelto BURIED. Forse ho inconsciamente pensato che, per celebrare questa allucinazione collettiva itagliana di pseudo-libertà, era perfetto un film di uno che si sveglia in una tomba, sepolto vivo.
Ma ho solo sbagliato. Questo film è unicamente servito a darmi il colpo di grazia!

Buried è film incredibilmente originale. Non è mai stato fatto nulla di simile, sotto un certo profilo è un esperimento cinematografico. Un'ora e mezza in una bara. Nessuna inquadratura di uno spazio esterno, aperto. Niente luce del sole. Solo buio. Buio e stretto. E io guardavo il filmn al buio. Dopo mezz'ora già mi ci sentivo dentro. Sentivo le assi attorno a me. Il puzzo di legno marcio. La sabbia nel naso. Respiravo meno aria. Mi sentivo abbandonato. Avevo voglia di spaccare il video a unghiate.

Probabilmente le mie cellule cerebrali hanno amplificato eccessivamente le emozioni del film. Dev'essere per questo motivo che, dopo aver finito Buried, appena prima di addormentarmi, ho preso un foglio bianco e ci ho scritto sopra: "se muoio, voglio essere cremato". L'ho ripiegato e l'ho lasciato sul comodino. Non volesse mai la sf.iga che proprio quella notte il mio organismo avesse deciso di passare dal sonno alla morte apparente, con tanto di risveglio postumo, nell'infelice condizione di imbarato vivo.

Comunque il film è fatto bene. Qualche scemenza palese a dir la verità c'è


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ma complessivamente il film regge. Regge, perchè è un thriller-horror (il tocco horror sta nel fatto che - come gli horror - tende a scioccare lo spettatore presentandogli scene raccapriccianti, come, nel caso specifico, una situazione di immedesimazione in una persona sepolta viva). Regge solo per questo motivo, perchè per il resto, la situazione che presenta pecca di forte, sospetta, non-verosimiglianza.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Prima di guardare Buried, avevo letto da qualche parte che il finale lasciava di stucco. Per un'ora e mezza mi sono spremuto le meningi per capire come avrebbe potuto finire un film del genere. In realtà man mano che il film va avanti diventa sempre più prevedibile. Facilmente lo si capisce.

Infine, ho letto molti commenti in merito alla persona citata nelle telefonata tra il sepolto vivo e l'esercito, tale Mark White. Secondo me (attenzione spoilerone!)


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Buried è uno di quei film che ti fanno venire in mente il detto "non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace".

Non posso dire che vedere il film di un "in-tombato" vivo mi sia piaciuto. E' stato davvero angosciante. Ma bisogna riconoscere che è un film fatto molto bene, unico nel suo genere. Ogni dialogo di Paul al telefono è costruito benissimo e nasconde uno studio sulla psicologica delle persone coinvolte nel dialogo.

E' vero, come ha detto qualcuno, che questo film ricorda Ponty Pool (anche se sono film con trama assolutamente diversissima). E' l'orrore trasmesso con le parole, i dialoghi, il tono di voce.

Trovo difficile valutarlo, come ho trovato difficile valutare Eden Lake, altro film che ritengo girato molto bene, ma che fa ugualmente male allo spettatore, che mi ha fatto provare angoscia e disgusto.

Al netto di questo, credo che sette e mezzo sia un voto totalmente meritato. Un'ora e mezza in una bara. Onore alla tecnica e alla sperimentazione!

YourBestEnemy  @  24/04/2012 16:02:23
   6 / 10
Visto qualche tempo fa poco dopo la sua uscita in dvd e mi ero incuriosita dopo averne sentito parlare per tanto tempo ma... non mi ha detto nulla come film...
Bisogna dire che Reynolds si è veramente impegnato visto che praticamente vediamo lui per tutto il film e bisogna dargliene il merito, però il film non mi ha lasciata pienamente soddisfatta o forse ero io ad avere aspettative troppo alte?

Alex2782  @  24/04/2012 13:52:14
   5 / 10
non entusiasmante vedere un film girato tutto in una cassa sotto terra, il fatto è che non succede proprio nulla, anzi sono irreali tutte le risposte al telefono ai vari numeri che cerca di contattare quel povero disgraziato. finale soprendente che salva in parte un film piatto.

franzcesco  @  02/04/2012 20:53:02
   7 / 10
Film originale che con un solo attore riesce a tenere incollato allo schermo fino al finale a sorresa!
Complimenti!

alexhorror  @  15/03/2012 20:59:56
   7 / 10
Sigla interessante che scava nello schermo, rumori nell'oscurità, poi la luce di uno zippo. Il dramma di Paul è iniziato. Paul è un camionista americano, con famiglia e mutuo da pagare, che ha avuto la pessima idea di fare due soldi in Iraq. Il convoglio con cui viaggia è assalito e lui, unico sopravissuto si risveglia sottoterra, chiuso in una bara. Questo è "Buried", interessante lavoro dello spagnolo Rodrigo Cortés, notato dalla Lionsgate durante l'anteprima al Sundance Film Festival del 2010. La prima parte di film scorre via spedita e ansiogena, con il nostro Paul che, trovato un cellulare, si perde nei meandri della burocrazia, nel mio personale universo di significato non c'è angoscia peggiore delle segretarie che ti lasciano in attesa mentre sei in preda al panico totale, grande allegoria della comunicazione impersonale che è divenuta la norma. Fortunatamente l'idea di un film del genere è venuta ad uno spagnolo che si può permettere una sotterranea, ma aperta, vena critica all'intero panorama che circonda il nostro Paul, tanto che spaventano di più i dialoghi con l'esperto di ostaggi americano che quelli con il rapitore. Gli episodi si susseguono frenetici grazie agli sforzi del regista che mostra un coraggio invidiabile, girando 95 minuti di riprese fisse sul corpo di un solo attore costretto in una location non certo comoda. Così le frecciate ad una politica poco comprensibile si alternano ai momenti di pathos famigliare. Ma non è solo sostanza "Buried". Anche la forma è curata grazie ad escamotage tecnico/narrativi come l'uso di luci di diverso colore, derivate dai pochi oggetti trovati nella bara, un cellulare (azzurra), uno zippo (gialla), una torcia (bianca e rossa) e una barra luminosa (verde). Alcuni momenti di stanca ed alcuni episodi che scivolano pericolosamente verso il trash non scalfiscono la forza di una pellicola che va ben oltre quello che mostra (essendo molto poco) e che, come "Pontypool", rinuncia alla spettacolarità del visivo privilegiando un terrore del raccontato, originaria e sempre efficace figurazione dell'ignoto. I 94 minuti del film forse sono un po' eccessivi per un plot che, a mio avviso , originariamente doveva essere realizzato in cortometraggio, nonostante questo siamo di fronte ad uno dei prodotti più interessanti di una stagione horror che non ha avuto molto da offrire. Il finale che Cortès ci regala un americano non avrebbe mai avuto il coraggio di girarlo, l'ultima impennata di tensione e poi di nuovo il buio

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/03/2012 22.17.48
Visualizza / Rispondi al commento
drobny85  @  19/02/2012 22:26:07
   5 / 10
Non è certamente facile mantenere desto l'interesse dello spettatore quando giri un film in un set limitatissimo come una cassa di legno, aggiungiamo poi che la scelta di non uscire minimamente da quello spazio non è un pregio, bensì un difetto, infatti in questo thriller le disperate comunicazioni con l'esterno avvengono tramite cellulare, ma senza mostrare gli interlocutori.
Suspence prossima allo zero e nessun colpo di scena danno il colpo di grazia ad una pellicola soporifera.

gandyovo  @  30/12/2011 10:05:39
   4 / 10
il commento è che mi sono addormentato.

trickortreat  @  19/12/2011 00:20:20
   7½ / 10
Buried è un film semplice, nel senso che fa uso di un solo personaggio e di una sola location, il tutto soffocato da un opprimente buio mortale. La sfida, quindi, era davvero ardua, ed infine è stata vinta. Cortez dimostra una notevole dimestichezza con la macchina da presa, cercando di non ripetere quasi mai la stessa inquadratura e volteggiando attorno al bravissimo Reynolds nonostante sia imprigionato in una strettissima bara sotto terra. L'obiettivo era quello di angosciare, e ci è riuscito. Finale scontato.

markos  @  14/12/2011 23:14:55
   4 / 10
quanto sarà costato sto film? 3 euro!!!!
si puo essere anche originale...ma è noioso..da non rivedere assolutamente!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  10/12/2011 12:52:47
   6 / 10
Passabile, tiene desta l'attenzione dello spettatore nonostante il set sia decisamente limitato. Bravo Ryan Reynolds, scontato il finale.

Sbrillo  @  01/12/2011 03:34:50
   6 / 10
O.o forse originale l'idea di girare un film completamente in una bara.......ma dopo un pò annoia vedere la stessa scena per 1h e mezza!!! bravissimo l'unico attore del film, ma da solo non basta!!!! un pò di pathos solo nel finale....

JOKER1926  @  27/11/2011 20:32:25
   3 / 10
Il termine "squallido" può illustrare, in linea sommaria, un nuovo aborto del mondo del Cinema.
Dopo pellicole di tutti i colori, scadenti, si inserisce alla lista, "Sepolto", film partorito dalla regia di Rodrigo Cortés.
E' inutile dire che tutta questa corbelleria avviene all'interno di una cassa mortuale, un solo personaggio e quindi un unico contesto, un unica atmosfera: il buio.
Anche i risultati finali de "Sepolto" saranno bui.
Manca la narrazione, manca il pathos, manca praticamente tutto.
La regia è fin troppo convinta di interessare il pubblico, ma non è assolutamente così. Molti spettatori, dopo cinque minuti, potrebbero abbandonare la visione del prodotto. "Sepolto" è estremamente ripetitivo e freddo per appassionare, finale drammatico da buttare via, come tutto il film.
Sepoltura immediata per la pellicola, totale e terminale.

Fratuck89  @  22/11/2011 00:29:55
   5½ / 10
un film abbastanza noioso, ambientato comletamente all'interno della cassa di legno sepolta sotto terra, è da dire però che non è semplice fare un film di questo tipo senza costringere gli spettatori ad uscire dalla sala, per cui do un 5 e mezzo.

Il_Colonnello  @  22/11/2011 00:03:42
   6½ / 10
Buon prodotto, forse a tratti un pò noiso. Va bene per gli "amanti della claustrofobia". Mezzo punto in più per...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

uzzyubis  @  15/11/2011 00:21:36
   7 / 10
Uno dei film più angoscianti che abbia mai visto e per questo, per la sensazione che mi ha trasmesso, do questo voto anche se alcune scelte stilistiche che ha adottato il regista non le condivido ( le sequnze rallentate).
Un buon film considerando che tutto ruota intorno alla sensazione che deve trasmettere allo spettatore quindi la sceneggiatura, in alcuni punti banalotta e trita e ritrita, risulta in secondo piano e non essenziale al punto focale.

kirk h.  @  11/11/2011 16:36:03
   7 / 10
Mi ha davvero colpito, girare un film solo in una bara mi è sembrata una bella idea ma sopratutto il solo e unico attore ha recitato molto bene una parte davvero molto difficile nella quale dimostra speranza, voglia di vivere ma, sopratutto non demorde fino alla fine. Proprio quest'ultima mi ha lasciato di stucco perchè non mi aspettavo una cosa cosi crudele che dimostra come funziona il sistema americano. Vale la pena vederlo
(Alla fine del film mi è venuta in mente una domanda: ma queste "torture" avvengono veramente nei paesi come iraq, afhganistan?)

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  10/11/2011 22:57:10
   8½ / 10
Più che un film, un incubo, con cui Cortés gioca efficacemente con i nervi dello spettatore.Applausi a Ryan Reynolds,bravo in un ruolo tremendo

CyberDave  @  06/11/2011 14:49:03
   4½ / 10
Questo film è un esempio perfetto di come il trailer possa essere fuorviante e lasciarti credere che nel film succeda chisà cosa, invece il nulla.
E' vero che è pretenzioso fare un film per intero dentro ad una bara e devo dare atto al regista che è stato bravo nel non annoiare troppo e tenere sempre un buon ritmo, peccato che col passare dei minuti non accade nulla di concreto. Poi ecco la famosa scena del trailer, dove lui col cellulare chiede come facciano ad avere il suo numero e uno si aspetta quale complotto, invece no una cosa banalissima (non lo metto apposta nello spoiler perchè è giusto dire che il trailer inganna) aveva chiamato già prima, tutto qui, una genialata davvero, complimenti.
Poi il finale abbastanza scontato e basta, un film che non mi è piaciuto affatto anche se particolare, poteva e doveva esserci qualcosa di più nella storia, o per lo meno una spiegazione un pò più inaspettata e meno banale del perchè lui si trovi rinchiuso.

dkdk  @  06/11/2011 02:18:17
   7 / 10
thriller avvincente... un buon lavoro considerato il coefficiente di difficoltà

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  30/10/2011 22:44:23
   6½ / 10
Il grande Sir Alfred Hichcock era un maestro nel raccontare le sue storie in piccoli spazi e allo stesso tempo riusciva a non annoiare mai...sopra una barca,dentro una stanza...
Anche Rodrigo Cortes ci riesce,in parte...Per fare un film del genere bisogna lavorare su di una sceneggiatura di ottimo livello che riesca a coinvolgere continuamente il pubblico!
In effetti i momenti di noia sono rari,legati soprattutto alla prima parte fino alla prima telefonata...
Chiara denuncia contro il sistema Americano nel gestire i sequestri da parte dei terroristi (l'importante è non chiamare i giornali),o del sistema burocratico che ci porta alla sequenza davvero grottesca del licenziamento...
Un buon thriller

francesco81  @  19/10/2011 15:53:43
   2 / 10
Dunque ho visto questo film tanto Acclamato e pubblicizzato ,come un capolavoro della cinematografia internazionale, del regista Rodrigo Cortés suo primo film e spero anche ultimo,forse lo scopo di questo film è quello di impressionare il pubblico in modo diverso con una storia tanto diversa quanto originale?, per me questo film rasenta la noia mortale, è un film con una sceneggiatura inesistente la trama la può scrivere anche un bambino di 6 anni non ci sono contenuti di alcun chè,a parte un Ryan Reynolds una cassa un accendino una lampada farlocca e un cellulare con la batteria infinita!
Forse l'unico vero attore nel film è il serpente spaventato che secondo me recita benissimo la sua parte senza compensi milionari per stare a cazzeggiare dentro una cassa. bocciato.

Liquid Bunny  @  10/10/2011 00:50:41
   7 / 10
Sinceramente ero dubbioso se vederlo o meno, poi mi sono convinto e devo ammettere di aver visto un bel film che mi ha tenuto incollato fino alla fine, e certo nn era facile fare un film dove per tutta la durata si vede solo il protagonista.
Sicuramente da vedere.

Mr.white  @  02/09/2011 17:14:10
   4½ / 10
pubblicità a raffica, bombardamenti di backstage e interviste al regista che si pavoneggia per aver girato un film intero in una bara e che promette un finale da oscar, banner del film su ogni sito tipo gli ultimi film di nicolas cage(vedi l'ultimo dei templari e solo per vendetta)... il risultato è che, come spesso accade, la grande commercializzazione e le importanti operazioni di marketing generano un topolino, almeno per la sostanza del film. Solo alla visione di buried, e al pagamento del biglietto, la tanto osannata e misteriosa "storia in una bara" si rivela per quello che è: un' accattivante esca. Non ho avuto alcuna delle senzazioni di claustrofobia e ansia a cui forse puntava il regista, non ho respirato la paura e la suspence che un film del genere doveva trasmettere. Il finale poi è stato la cosa più deludente(e telefonata), soprattutto per come era stato presentato. Mi dispiace ma sono altri i finali da ricordare.

Marbleface  @  26/08/2011 17:54:41
   1 / 10
noioso

5 risposte al commento
Ultima risposta 08/03/2012 09.43.01
Visualizza / Rispondi al commento
guidox  @  25/08/2011 02:03:03
   6 / 10
sicuramente, anche solo per curiosità, è un film che vale la pena vedere.
è ambizioso, ma va nella giusta direzione, però paga qualche leggerezza di troppo sulla sceneggiatura.
ed è proprio quella l'assurdità: riesci a fare un film senza imbrogliare lo spettatore con dei trucchi (i flashback ad esempio potevano essere una via di fuga), poi però ti perdi in situazioni che potevano essere curate molto meglio e avrebbero fatto di questo film una chicca notevole.
un po' di ripetitività ci sta, visto che ci impronti tutto un film sul tema, ma su alcune scelte a mio parere viene fuori troppa ingenuità.
comunque si guarda bene e resta impresso, anche se ripeto, ti lascia anche perplesso.

Ironkarlo  @  10/08/2011 09:46:08
   7 / 10
a me non è dispiaciuto, e al contrario di quanti dicono non annoia.
Certo ci si aspetta un altro finale, cmq è da vedere.

James_Ford89  @  09/07/2011 02:04:02
   8 / 10
Per girare un film intero con un solo attore e in una bara, ci vogliono delle @@ enormi. Come si evince dal grafico, è un film che si ama o si odia. Per me non è assolutamente un flop, anzi.
Difficilmente di questi tempi si sente una tensione così intensa in un thriller/horror. Come sottolineato da alcuni, però, il senso di claustrofobia è quasi totalmente assente (tranne in alcune scene) e seppur non ci siano molti temi su cui dibattere, Cortes non riesce neanche a mandare un messaggio chiaro; insomma, rimane tutto un pò in ombra. A risollevare nuovamente è il finale, una perla che ricorderò per un bel pezzo. Non penso sia un film che si possa rivedere una seconda volta..perderebbe parecchio.

F. Moro  @  02/07/2011 12:21:22
   6½ / 10
Carino, da vedere però al massimo una volta sola. Abbastanza realistico, a parte alcune scene tipo quella del serpente. Tutto sommato regge, passa e non annoia. La storia seppur ambientata tutta dentro una cassa di legno è ben sviluppata, ben studiata e ti far venire l'angoscia perché pensi: <<M@donn@ e se accadesse a me una cosa del genere?!>>. Il finale avrebbe dato maggior punteggio al film, peccato che già tutti prima di vederlo sanno già come va a finire. Comunque l'ho trovato originale e credibile, dateci un'occhiata se non avete di meglio da fare.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  13/06/2011 09:42:30
   8 / 10
Film sull'incomunicabilità e sulla superficialità dei rapporti tra gli esseri umani.
Quando ci si trova in una situazione estrema, lontana dalla routine, si riesce ad avere un punto di vista laterale che fa prendere coscienza dell'assurdo da cui è avvolta la nostra quotidianità. E' un po' quello che succede quando si ha una malattia.
Tutto ciò è reso perfettamente in un film duro, reso ottimo dal fatto che per un'ora e mezza si svolge dentro uno spazio di 1.5 metri cubi.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Ennesima conferma di un cinema, quello spagnolo, che adoro.

magicrut  @  08/06/2011 11:14:42
   2 / 10
film inutile e noioso, potevano pure trasmetterlo per radio tanto le immagini sono inutili!! storia piatta e scontata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/06/2011 09.43.33
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  13/05/2011 20:59:30
   6½ / 10
Non l'ho trovato scadente come molti l'hanno descritto.
Un buon esperimento sicuramente non rivoluzionario,poichè sono gia state girate pellicole con tematiche analoghe,ma Buried è comunque un buon prodotto cinematografico che si lascia guardare,con un finale a sorpresa non cosi scontato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  08/05/2011 22:24:33
   4½ / 10
Bisogna dire che l'idea era di quelle buone. Ma se all'inizio prevale la curiosità di sapere quello che è successo e quello che succederà con il passare dei minuti si cade nel ripetitivo e il film diventa davvero noioso. Non bastano un bel finale e l'ottima prova di Reynolds per farlo arrivare alla sufficienza.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  06/05/2011 04:05:42
   4½ / 10
Quando il progetto è molto, troppo ambizioso, il confine fra colpo di genio e boiata colossale è molto labile.
Nel caso di Buried rientriamo ampiamente nella seconda categoria. La sceneggiatura è zeppa di buchi e si sviluppa in maniera farraginosa fino a risolversi in un finale deludente e ridicolo. Si tenta di portare all'eccesso un esperimento già tentato in precedenza (vedi la scena della bara in Kill Bill 2 e l'episodio di CSI "Grave Danger" firmato dallo stesso Tarantino) ma il coraggio di Cortés non salva la pellicola dalla totale mancanza di idee.
Tentare di tirare in ballo persino Hitchcock è quantomeno fuori luogo, e non vedo come si possa parlare di atmosfera opprimente, senso di claustrofobia e di immedesimazione totale nel personaggio quando ci si concede senza alcuno scrupolo movimenti di macchina come allargamenti in campo lungo ed ellissi temporali. Per ambientare un intero lungometraggio in una bara e con un solo personaggio (Ryan Reynolds comunque se la cava egregiamente nel ruolo) ci vogliono due palle quadrate e idee efficaci, mentre Cortés, per quanto coraggioso (o forse è meglio parlare di sfacciataggine) non riesce minimamente a costruire un'intera storia dietro l'avvenimento e al di fuori dello spazio filmico e allora cerca goffamente di propinarci dietro le righe una blanda denuncia sociale (le politiche del governo contrarie a negoziare coi terroristi, la meschinità delle aziende che lucrano sulle vite dei lavoratori...)
Al di là di tutto, a me pare solo l'ennesimo esperimento miseramente fallito - come successe con The Blair Witch Project - e confezionato come la rivoluzione innovativa dell'anno (infatti in America se la sono bevuta come dei polli).

cesar return's  @  26/04/2011 18:44:54
   1 / 10
sepolto da un ora e mezza di idiozia pura. un film che non ha nulla neanche ad originalita'. questo è un argomento gia' trattato da altri registi ( tarantino es. ) da evitare.

RedPill  @  25/04/2011 21:34:15
   3½ / 10
Innanzitutto credo sia comunque doveroso premettere che, pellicole come quelle in questione, non siano assolutamente semplici da gestire per un regista; la difficoltà più grossa da affrontare risiede paradossalmente nella semplicità del soggetto stesso, che non lascia molte scappatoie narrative.Per questo motivo e senza alcun pregiudizio mi sono avvicinato al film, per soddisfare quella curiosità, frutto dei problemi legati principalmente alla location, che una storia come questa inevitabilmente comporta.Inizialmente infatti, credevo che Cortes avrebbe furbescamente optato per una soluzione basata principalmente sul fattore flashback, potendo così dedicare ampi spazi ad una ricostruzione degli eventi, esterna all'ambiente in questione.Invece no - e di questo gli va dato merito -, se si esclude una singola e brevissima sequenza nel finale, tutto il resto viene vissuto in tempo reale dal protagonista.Nonostante ciò, la vicenda, non riesce a comunicare la giusta angoscia, il personaggio di Ryan Reynolds non trasmette panico e non ricrea quel "effetto claustrofobia" che avrebbe dovuto accompagnare ogni singolo fotogramma; quella che ne consegue, è di fatto, un'atmosfera meno satura del dovuto, stabile, lineare, troppo "telecomandata", probabilmente figlia di una regia ancora un pò acerba.Regia che, inoltre, a stento riuscirà a mantenere celate le proprie intenzioni, rendendo perciò meno appetibile un epilogo, di conseguenza, facilmente intuibile.Come ormai troppo spesso avviene ultimamente, anche in questo caso, ci si ferma ad una buona idea di base...

John Carpenter  @  24/04/2011 17:31:25
   7½ / 10
Piaccia o non piaccia, c'è da dire che il regista Cortes ha due palle quadre. Soltanto pensare di girare un film di 90 minuti in una cassa da morto è assolutamente FOLLE.
Buried è un bel thriller, claustrofobico e asfissiante come promette di essere, con un'unico attore, l'ottimo Reynolds, e vari colpi di scena che tengono vivo l'interesse per le sorti del malcapitato e alleggeriscono un pò la pesantezza, anche se la tensione rimane sempre alta e si finisce per non rimanere delusi: infatti il finale è spettacolare.
Esperimento riuscito per quanto mi riguarda.

cipcip  @  05/04/2011 22:03:45
   8½ / 10
axelb5578  @  29/03/2011 20:08:06
   6½ / 10
Un buon film,anche se non potrà mai stare al pari di CSI crave danger e Kill Bill.Tarantino è insuperabile.

Azz83  @  27/03/2011 23:51:39
   7 / 10
La recensione spiega bene alcuni aspetti del film e mette sotto la giusta luce ciò che l'occhio deve vedere: effettivamente il senso di claustrofobia non è reso in modo eccellente, e alcune scene, nel tentativo di evidenziare la completa solitudine e lo sconforto provato dal protagonista, mostrano un allontanamento di camera che attenua ancora di più questo senso di claustrofobia. Ma l'intento del film è quello di far accompagnare lo spettatore insieme a tutte le conversazioni che il protagonista intrattiene.
A parte qualche minuto iniziale, il ritmo del film comincia presto a salire fino a un finale interessante.

Sicuramente lo consiglio, anche a chi soffre di claustrofobia.

blaze  @  13/03/2011 21:23:32
   8 / 10
Quando ho sentito parlare di questo film ero perplesso, e la mia perplessità nasceva dal fatto che girare una pellicola di 95 minuti in una cassa doveva sicuramente annoiare giocoforza lo spettatore. Invece Buried-sepolto è un gran film con un'ottima regia ed un protagonista Ryan Reynolds, eccellente, il quale ti fa immedesimare nel suo personaggio fino a farti vivere le sue stesse emozioni permeate dalla speranza di uscirne vivo. Accadrà? Per saperlo guardatelo.

R-Green  @  09/03/2011 13:24:52
   7½ / 10
Film claustrofobico, delirante, pieno di suspense e riflessivo.
Il fatto di avere novantacinque minuti di cinepresa sul protagonista ti permette di immedesimarti in lui in un modo quasi inaspettato, cosa che da al film quel tocco di fascino in più. Lo consiglio a chi vorrebbe uscire per un momento dagli "stereotipi" di un film normale ed entrare in qualcosa che vale la pena di provare.

floyd80  @  02/03/2011 16:55:50
   7 / 10
Questa pellicola è un pugno allo stomaco. Claustrofobica e crudele come poche. Finalmente Reynolds (attore secondo me mediocre) sembra convincente...
Certo qualche sbadiglio qua e la c'è, ma è pur sempre una pellicola di un'ora e mezza girata in una bara.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alan  @  01/03/2011 23:01:39
   1 / 10
Un'ora e mezza della mia vita buttata nel cesso per guardare questo scempio. Ma capolavoro de che?? Ma dove l'avete visto il finale geniale?? Se questo è un gran finale allora consiglio a tutti di guardare Seven, I soliti sospetti e Saw 1, così inizierete a riconsiderare la vostra definizione di "finale capolavoro".
Per non parlare di tutto il resto, a partire dall'ambientazione, pallidissimo omaggio a Tarantino, lui sì maestro nel dare un senso di claustrofobia ed angoscia alle scene sotto terra di Kill Bill e CSI: Grave Danger.
Da dimenticare in fretta

3 risposte al commento
Ultima risposta 14/03/2011 21.32.11
Visualizza / Rispondi al commento
diamanta  @  01/03/2011 02:40:52
   2 / 10
Lo so che adesso mi attirero' le ire di molti... ma a me questo film non è piaciuto per niente, per la prima volta ho avuto veramente la tentazione di alzarmi e andarmene dalla sala...
Vista l'ambientazione già utilizzata in Kill Bill e in un episodio di CSI (Sepolto vivo) di Tarantino ho immaginato che ci fosse la stessa sensazione di claustrofobia e di angoscia... invece solo noia noia mortale... purtroppo occasione mancata...

fairylove  @  23/02/2011 01:16:34
   7 / 10
Film che di mio non sarei mai andata a vedere ma visto che il mio ragazzo voleva sono andata con lui e devo dire che non sono per niente pentita. Un film unico nel suo genere, girato completamente in una cassa di legno, i suoni che si sentono sono il respirare affannato di Paul ( protagonista) dell'accendino e del cellulare e tutto questo è angosciante.. Film bello ma estremamente forte. Finale prevedibile...

Valdak89  @  22/02/2011 17:04:31
   7 / 10
Vista la 'monotonia' di fondo mi immaginavo qualcosa di più noiosetto...ed invece non annoia per niente. Merita sicuramente una visione :)

alastar  @  22/02/2011 08:52:17
   6½ / 10
Dopo attenta riflessione opto per un sei e mezzo,ma devo ammettere che il regista è stato davvero coraggioso.E' vero che in realtà lo spazio della bara è più grande (in una bara vera una persona non riuscirebbe a girarsi in quella maniera e a rannicchiarsi in un angolo),è vero che l'ossigeno sarebbe dovuto finire molto prima considerando che il protagonista si faceva continuamente luce col suo accendino ed è vero che in alcuni dialoghi certi personaggi dall'altra parte della cornetta risultano eccessivamente cinici (classico stereotipo della società americana,vedi il datore di lavoro del protagonista);però il fatto di girare un film ambientandolo interamente in uno spazio ristretto e riuscendo a non far annoiare lo spettatore merita sicuramente un plauso.Per renderlo migliore forse sarebbe stato più avvincente far vedere cosa succedeva effettivamente fuori,ovvero i tentativi (quanto impegnati?) di localizzare la bara,le reazioni dei familiari e conoscenti della vittima ma ovviamente il tutto avrebbe perso l'originalità che contraddistingue il film.

  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astraailo - un'avventura tra i ghiacciangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhi
 NEW
black christmasbrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamente
 NEW
che fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'artefigli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'oro
 NEW
good boys - quei cattivi ragazzi
 NEW
grandi bugie tra amicigrazie a diohole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno più bello del mondoil mio profilo miglioreil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yeti
 NEW
il primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerla belle epoquela famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marele mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetl'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'
 NEW
nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottiploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodroger waters us + themrosa (2019)
 HOT
santa sangrescary stories to tell in the darkse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonsolesono solo fantasmistoria di un matrimoniostrange but trueterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe gallows act iithe informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe new popethe reporttolkientorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padrevasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

995322 commenti su 42571 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net