beloved (1998) regia di Jonathan Demme USA 1998
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

beloved (1998)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BELOVED (1998)

Titolo Originale: BELOVED

RegiaJonathan Demme

InterpretiOprah Winfrey, Danny Glover, Thandie Newton

Durata: h 2.49
NazionalitàUSA 1998
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 1998

•  Altri film di Jonathan Demme

Trama del film Beloved (1998)

Affrancatasi dalla schiavitù, Sethe crede di aver trovato la libertà e la pace. Ma in casa si aggira un fantasma che perseguita i suoi familiari. Neppure il vecchio compagno, tornato dopo un lungo viaggio, riesce ad avere la meglio sull'entità. Che però scompare quando nell'abitazione irrompe una ragazza, Beloved, che si comporta come una bambina. In realtà nasconde un tragico segreto.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,30 / 10 (5 voti)7,30Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Beloved (1998), 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Marga80  @  23/12/2011 16:11:50
   5 / 10
Terribilmente lungo ed esageratamente noioso!
L'inizio pare promettente perchè lascia credere allo spettatore che sarà un film sui fantasmi ma è il proseguo che diventa molto melodrammatico e tirato per le lunghe.

TheLegend  @  15/03/2010 04:28:06
   5 / 10
Sicuramente non il mio film.
Ci ho messo una settimana a finirlo e penso che domani già me ne sarò dimenticato.
Troppo lungo e noioso.

DarkRareMirko  @  17/02/2010 00:06:04
   9½ / 10
Tra i migliori film del dotatissimo Jonathan Demme (Il silenzio delgi innocenti, Philadelphia, The truth about Charlie), che alle basi può vantare inoltre un ottimo ed omonimo romanzo.

Drammatico ma mai zuccheroso, lungo ma mai prolisso, ha fini di denuncia ma comuqnue non è mai un lungometraggio moralista.

Glover e l'irriconoscibile Thandie Newton (che lavorerà di nuovo col regista nel già citato e qualitivamente buon remake The truth about Charlie, che non tutti purtroppo han saputo apprezzare) qui son davvero memorabili, tra le loro migliori interpretazioni in assoluto.

Forse un pò troppo macchinoso ed un pò gigione riguardo l'ondeggiare tra realtà e finzione, tra passato e presente, tra ricordi e ciò che si ha davanti per davvero, ma comunque affascinante, impegnato, solidissimo e mai stancante nei suoi quasi 170 minuti di durata.

Ottima la ricostruzione storica, la regia (proprio d'autore, si sente eccome che c'è Demme dietro la mdp), la sceneggiatura e i fini di denuncia alla schiavitù, per fortuna comunque ora solo un triste passato, o almeno si spera.

Bello, bello, bello.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  09/12/2009 20:58:51
   7 / 10
Un dramma a tinte forti che Demme dirige con affettuoso spirito epico, esaltando la virulenta interpretazione della Winfrey. Tuttavia è inutile negare al film una certa prolissità che non va a vantaggio di un racconto spesso diseguale ma che riesce a chiudere con un finale da brividi. Lode al coraggio di questo regista che è riuscito a filmare una faccia inedità della schiavitù afroamericana, incorrendo con fierezza in un catastrofico flop al botteghino. Merita un recupero.

eleligabue  @  24/05/2009 14:32:15
   10 / 10
Bello. Non solo affascinante per le vicende di questa ex schiava, ma per la forza d'amore e di odio che lega i personaggi e per il mondo spirituale che gli africani si portano dentro..

Toni Morrison è una scrittrice afro-americana e questo si riflette profondamente in 'Amatissima', così come in tutte le altre opere della scrittrice. E' dedicato agli oltre 60 milioni di schiavi morti durante il Middle Passage, la traversata del mare Atlantico compiuta dalle navi negriere con il loro carico di africani ammassati nelle stive in condizioni disumane. L'intento dell'autrice è chiaramente quello di preservare dall'oblio la storia di un popolo umiliato e tormentato per secoli a causa del colore della pelle.
Il libro è basato su una storia davvero accaduta, quella di Margaret Garner che, nel 1856, riuscì a fuggire dalla schiavitù con i suoi 4 bambini…ma quando il padrone cercò di ricatturarli, nella disperazione, la donna tentò di uccidere se stessa e i suoi figli pur di non tornare in schiavitù. Pagina dopo pagina veniamo quindi catapultati nell'America della schiavitù, una realtà forse davvero poco conosciuta.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008723 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net