bagdad cafe' regia di Percy Adlon Germania 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

bagdad cafe' (1987)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BAGDAD CAFE'

Titolo Originale: OUT OF ROSENHEIM

RegiaPercy Adlon

InterpretiMarianne Sńgebrecht, CCH Pounder, Jack Palance

Durata: h 1.48
NazionalitàGermania 1987
Generecommedia
Al cinema nel Luglio 1987

•  Altri film di Percy Adlon

Trama del film Bagdad cafe'

Jasmin Ŕ una grassa signora tedesca che, durante un viaggio turistico negli Usa, viene abbandonata dal marito. Trova alloggio in uno sgangherato motel, chiamato Bagdad, di cui Brenda Ŕ la regina. All'inizio Jasmin prova repulsione per il luogo e per i suoi abitanti, ma poi, lentamente, entra in sintonia con loro. Scaduto il visto di permanenza, Jasmin deve tornare in Germania, ma ormai il suo cuore rimane lý, al Bagdad CafÚ.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,67 / 10 (18 voti)7,67Grafico
Miglior film stranieroMiglior film dell'unione europea
VINCITORE DI 2 PREMI CÉSAR:
Miglior film straniero, Miglior film dell'unione europea
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Bagdad cafe', 18 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

dils  @  03/12/2012 11:12:07
   7½ / 10
Bagdad cafè è un film che non avevo mai sentito nominare, con la mente sgombra senza nessuna aspettattiva e nessun feedback sono rimasta assolutamente stupita. Cio che mi ha immediatamente colpito è stata la regia di Adlon surreale e volutamente amatoriale, con un fortissimo richiamo ai film dell'avanguardia tedesca degli anni '20. La scelta della protagonista con la sua fisiognomica è stato un'altro aspetto importante nella valutazione della pellicola, i tratti somatici di Jasmin la sua espressione costamente attonita sono a dir poco calzanti e inseriscono un elemento grottesco al tutto, insieme agli altri personaggi pittoreschi che ruotano intorno al Bagdad cafè..La storia di queste due donne apparentemente opposte culturalmente e etnograficamente si sviluppa attraverso il sentimento comune di una disperata solitudine che culminerà in profondo desiderio di cambiamento interiore e in una bellissima e duratura amicizia.

Arizona  @  03/05/2012 01:05:16
   7½ / 10
L'alto potere evocativo di immagini e tema musicale vi porterà in un'ambientazione surreale, popolata da strani personaggi e dalla loro solitudine. Film delicato che racconta con la lentezza delle poesie l'amicizia e l'integrazione razziale.

PaulTemplar  @  28/10/2011 13:11:07
   9 / 10
Leggendo alcuni commenti, mi rendo conto del perchè del successo di Vanzina e Muccino.
Bagdad cafè è uno splendido esempio di film sulla tolleranza della diversità, sui buoni sentimenti che non diventano mai melensi.
Una gran prova registica e di un cast variegato ma assolutamente da elogiare per la capacità interpretativa.

SKULLL  @  03/10/2011 06:13:02
   5 / 10
Avrebbe potuto essere di gran lunga migliore, se i realizzatori non avessero fatto di tutto per renderlo tiepido tiepido.

isaber  @  18/08/2011 20:21:34
   8 / 10
Film stralunato e originale sull'amicizia tra due donne, con qualche virata nel grottesco. Un piccolo gioiello da riscoprire (e probabilmente il miglior film di Percy Adlon). Bravissima la Sagebrecht.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  12/05/2010 01:46:59
   8 / 10
Deliziosa commedia interrazziale assolutamente da non perdere

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  05/05/2010 00:02:08
   8½ / 10
Splendido confronto tra culture diverse, "Bagdad café" del tedesco Percy Adlon (già autore dell'apprezzato e dimenticato "Sugarbaby") è una deliziosa e applauditissima commedia interraziale che mette in scena, con ironica tenerezza, la bizzarra amicizia tra due aliene in un deserto che è un luogo dell'anima. L'antagonismo iniziale delle due protagoniste è trattato con grande intelligenza fino alla maturazione finale in cui l'accettazione è ormai completa, in uno spettacolare e commovente trionfo di solidarietà al femminile sulle note della celeberrima "Calling you".
Interpreti meravigliosi, memorabile la pingue e vitale Sagebrecht.
Semplicemente un film da amare, esempio di un cinema piccolo, radioso e fuori dagli schemi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  30/05/2009 23:37:10
   7½ / 10
Film dolce ed emozionante diventato un cult ormai degli anni 80. Un attrice perfetta per il ruolo molto graffiante e appassionante. Un gradevolissima storia che non smette mai di pulsare magia. Strani e curiosi i personaggi della vicenda. A me è piaciuto.

topsecret  @  29/10/2008 17:09:48
   7 / 10
Il film è godibile, forse un po' noiosetto nella parte in cui cantano, ma è un film delicato incentrato sull'amicizia e l'amore. Ai fans di Van Damme forse non piacerà.

sweetyy  @  14/08/2007 14:45:41
   8 / 10
Semplice,magico ed emozionante...
Non ho mai sentito parlare di questo film ma incuriosita dalla trama e dai commenti positivi ho voluto vederlo e l''ho gradito molto.
Peccato solo per il finale un pò tagliato.

Dick  @  20/07/2007 17:41:33
   8 / 10
Film semplice, ma allo stesso proprio godibile con dei simpatici personaggi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  28/06/2007 09:43:57
   8 / 10
La storia di affinità nate dalla casualità di un incontro è raccontata con una inusuale delicatezza che s'innalza a vera e propria poesia grazie alla suggestiva fotografia che ci offre diapositive mozzafiato dei tramonti infuocati nel deserto dell'arizona e a una colonna sonora da brivido per quanto è bella.

Una favola in cui la solitudine è cancellata dalla solidarietà e dall'amicizia, dove la disponibilità allo scambio interculturale sembra la cosa più naturale di questo mondo, una favola appunto, come sottolinea il sottotitolo. Ma quanto è piacevole la sensazione positiva che ti senti dentro, dopo!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  30/05/2007 23:30:25
   8½ / 10
Girare film minimalisti credo sia la cosa più difficile in assoluto, in pochi riescono a farlo e Adlon è uno di questi. Un regista dimenticato, dimenticato anche da questo sito che non cita altri suoi piccoli gioielli come Sugar Baby.
Bagdad cafè è un film che non si dimentica, la prima volta lo vidi poco più che bambino e se dopo quasi 15 anni nè ricordo ancora la sensazioni e lo stato d'animo che mi trasmise ancora ingenuo in cui nemmeno riuscivo a capire le tematiche trattate, vuol dire che siamo in presenza di un regista che sa lavorare sulle immagini e le evocazioni.
Pur essendo un film minimale può essere sottoposto a molte chiavi di lettura, in primis sicuramente le barriere culturali e razziali che ci rendono tanto diversi ma alla fine siamo uguali.
Basta trasferirsi nel Limbo il Bagdad Cafè, fuori dallo spazio e dal tempo e ci si rende conto che il contatto umano con il prossimo è l'unica ancora di salvezza.
Così entra la SOLITUDINE tematica molto amata da Adlon.
Consiglio non solo di vederlo ma di recuperare anche qualche film di questo regista dimenticato dal 1993 e che oggi si dedica a tv e teatro Francia e Germania.
FILM poeticamente lento e rilassante, una favola per distrarsi e riflettere

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR agentediviaggi  @  14/03/2007 15:41:25
   7 / 10
Buona pellicola del cinema europeo che descrive un mondo marginale ed appartato.
La grassa signora tedesca abbandonata dal marito nel deserto, il motel popolato da personaggi strambissimi a cominciare dalla padrona afroamericana, la stessa ambientazione in un posto sperduto e insignificante richiama l'idea di marginalità. Notevole Jack Palance e ottima la canzone leit-motiv per un film minimalista che non racconta eventi eclatanti, ma descrive un mondo a parte con toni leggeri e divertiti.

Invia una mail all'autore del commento AcidZack  @  19/01/2007 13:01:13
   6½ / 10
Tematiche importanti, e scene inconsuete. Sicuramente non scontato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/01/2007 22:52:39
   8 / 10
Io l'ho trovato semplicemente meraviglioso, credo che pochi film siano riusciti negli anni ottanta ad aprirmi il cuore come questo film, apologo straordinario sull'amicizia e sull'integrazione razziale, con due mondi opposti (l'afroamericana burbera e la grassona e spaesata tedesca) che trovano magicamente una forte affinità comune.
Straordinari gli attori, a cominciare dalla Sagerbracht, senza dimenticare l'eccentrico Palance in un ruolo terribilmente autoironico.
Struggente il tema musicale ("calling you").
Poetico, commovente, divertente, intelligente e mai volgare: un film che forse oggi appare lievemente datato, ma ancora capace di raccontare una piccola grande storia che è già nella storia dei cult contemporanei

badovino  @  06/10/2006 18:46:42
   9 / 10
Un film con pochi tratti che possano renderlo normale. L'intera storia è raccontata con uno stile tra il surreale e il realismo magico. Una donnona tedesca viene abbandonata dal compagno in viaggio negli Stai Uniti e si ritrova a dover affrontare simpatici e antipatici personaggi in un decadente motel che sembra qausi sperduto nel deserto e dimenticato da qualsiasi anima. Le uniche anime che ci vivono sembrano delle anime dannate, nel senso buono della parola. Ognuna sembra avere problemi esistenziali...ma alla fine la signora grassa e gli abitanti dello strano motel riusciranno ad intendersi e a trovare un fortissimo legame d'amicizia...la vita seppur difficile e claustrofobica può e deve essere vissuta swempre e comunque, grazie anche al sostegno di qualcuno che ti sta accanto. Ma è anche vero che è questo un film sui rapporti che si instaurano tra diverse culture e mentalità. E il bello è trovare un punto d'incontro tra queste.
Affascinante la colonna sonora che fu un successo all'epoca e mantiene tutto il suo fascino misterioso tutt'oggi.

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  07/08/2006 10:48:04
   7 / 10
Storia di una donna che viene abbandonata dal marito in un luogo desolato, trovando alloggio in un motel popolato da personaggi assurdi, davvero ai margini della società. Un piccolo trattato per immagini sulla fusione e l'incontro tra culture differenti, che lascia un sapore di ottimismo (ce n'è bisogno) alla fine della visione.
Indimenticabile soprattutto il bellissimo tema musicale portante: "I am calling you" composto da Bob Telson (che da solo varrebbe 10).

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecosa sarÓcreators: the pastdivorzio a las vegaselegia americana
 NEW
fino all'ultimo indizio
 NEW
girl power - la rivoluzione comincia a scuolagreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil talento del calabroneimprevisti digitalila nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldlasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)maledetto modiglianimankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondopalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2range runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliwe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turn

1015002 commenti su 45013 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net