1981: indagine a new york regia di J.C. Chandor USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

1981: indagine a new york (2014)

 Trailer Trailer 1981: INDAGINE A NEW YORK

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 1981: INDAGINE A NEW YORK

Titolo Originale: A MOST VIOLENT YEAR

RegiaJ.C. Chandor

InterpretiOscar Isaac, Jessica Chastain, David Oyelowo, Alessandro Nivola, Albert Brooks

Durata: h 2.05
NazionalitàUSA 2014
Generethriller
Al cinema nel Febbraio 2016

•  Altri film di J.C. Chandor

Trama del film 1981: indagine a new york

A New York durante l'inverno del 1981, uno degli anni statisticamente pi¨ violenti della storia della cittÓ, un immigrato e la sua famiglia tentano di espandere il proprio business e di sfruttare le opportunitÓ che si presentano loro. Il dilagarsi di violenza, decadenza e corruzione, li trascinerÓ in un vortice che rischia di distruggere tutto ci˛ che hanno fino a quel punto costruito.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (16 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 1981: indagine a new york, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  15/11/2016 17:25:04
   6 / 10
Storia di violenza e di ambizione sullo sfondo di una Grande Mela fredda e distaccata. La parabola del self made man immigrato che pesta i piedi a competitor spregiudicati e che nasconde qualche scheletro nell'armadio non ha certo un grande appeal; la fotografia asettica ( direi insolita per New York ) e l'eleganza della coppia protagonista - specialmente la Chastain - la tengono quantomeno in linea di galleggiamento.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  15/07/2016 12:26:02
   6½ / 10
Una tensione poco visibile ma costante nell'ambiente che circonda i protagonisti di questa storia. Un uomo che prova in tutti i modi di mettere in piedi un azienda in quell'America dominata dalla criminalita'.
Si è scelto uno stile freddo, che puo' non piacere, ma senza dubbio il fascino e il carisma del protagonista riescono a tenere sempre viva l'attenzione.
Incredibile la scelta dei gangster... sicari imbranati che fuggono dietro la polizia, che sparano senza intento omicida o boss che si pentono delle loro malefatte pronti a rimborsare il maltolto. Una scelta controcorrente che ha pagato in incassi e distribuzione.
Ottima la fotografia.

guidox  @  10/07/2016 11:06:49
   5 / 10
deluso sotto ogni aspetto da questo film, pur ammettendo la buona prova degli attori, specie quello della coppia protagonista.
di una lentezza fine a se stessa, piuttosto noioso e senza spunti veramente interessanti.
bocciato.

Trixter  @  06/07/2016 09:24:47
   7 / 10
Ecco un film molto misurato, pastellato ed elegante. Atmosfere ovattate e rarefatte, il freddo penetra nelle ossa e, a tratti, s'insinua nella narrazione, algida e sfocata. Molto bravo il protagonista, decisamente ben calato nella parte, altrettanto può dirsi per la bella Chastain, ambigua ma caratterialmente forte. La trama non mi è parsa particolarmente originale, tuttavia è sviluppata in maniera ariosa e, sia pur a tratti lenta, mai noiosa. Insomma, un buon film che, sicuramente, potrà non piacere agli amanti dell'azione ma che personalmente ho trovato interessante ed appassionante.

fabio57  @  29/06/2016 10:17:11
   6 / 10
Film ambizioso, ma in sostanza poco incisivo, didascalico e a tratti lento, La storia non è molto originale, i personaggi sono troppo stereotipati, il protagonista sembra avere un'unica espressione, meglio la Chastain, oltre che bella anche brava.Insomma su questo tema ho visto di meglio.

davmus  @  23/06/2016 18:18:19
   5 / 10
Lento e noioso!

wicker  @  30/04/2016 19:19:42
   7 / 10
Bene Isaac e la Chastain in questo simil trhiller dalle atmosfere molto rarefatte e dal "taglio" scenografico tipico dei movie anni '70
Bella l'idea di virare sul giallo molte delle sequenze negli interni ,così da accentuare ancor di più i colori pastello così in voga in quegli anni.
Trama lineare,ma molto originale ,col protagonista che non si piega alla corruzione e alla violenza in netta contrapposizione con l'ambiente circostante.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Burdie  @  11/04/2016 12:26:06
   5½ / 10
...un ritmo anni 80...forse 70...'na palla!

jason13  @  29/03/2016 00:59:10
   6 / 10
Resta un po' di delusione perche' il film non ha mai un momento di slancio...tutto lineare e abbastanza noioso...alla fine merita comunque la sufficienza ma di certo lo si dimentichera' prestissimo.

dagon  @  28/02/2016 21:48:08
   6 / 10
Un titolo italiano ingannevole che cerca di spacciare per poliziesco/detective story un film che non lo è affatto. Non mi ha particolarmente colpito, anche se è ben fatto e ben interpretato, con un Isaac che in più di qualche momento Pacineggia.

TheLory  @  28/02/2016 14:33:36
   7 / 10
Ogni tanto esce qualche piccolo-grande film in grado di dare un senso alle sedie, che non sono più solo un complemento d'arredo il cui unico scopo è quello di essere riscaldato dalle terga dell'animale bovino-uomo, bensì diventano uno strumento idispensabile per godersi uno spettacolo che arricchisce l'animo ricettivo del magnifico homo sapiens.
Certo, la sedia si scalda ugualmente, direte voi! Ma non è questo il punto. In genere la sedia non fa la differenza, una vale l'altra, ma per conto mio, devo dire che in casa ho la mia preferita. La sedia favorita tra tutte, la regina, unica e insostituibile.
Sto andando fuori tema, torno al film.
La sceneggiatura è abbastanza originale e la recitazione molto positiva. Non è un film che rimarrà nella mente come un capolavoro, ma un onesto thriller (ma forse più drammatico), che si lascia seguire con la curiosità di scoprire l'epilogo delle sorti dei protagonisti, perchè la spirale verso il basso sembra che debba inghiottirli tutti.
Mammamia, che periodare sbilenco ha il mio commento... ci do il taglio, che qua posso solo peggiorare ciao

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/02/2016 19.58.06
Visualizza / Rispondi al commento
-Uskebasi-  @  28/02/2016 03:29:07
   7½ / 10
Thriller anomalo con protagonista un personaggio che predica bene e razzola meglio, uno che punta solo al successo e per raggiungerlo percorre un'unica strada, quella più corretta. Siamo nell'anno più violento della storia di New York, per Abel Morales non sarà facile rimanere pulito tentando la scalata, le pressioni psicologiche di una moglie eticamente opposta e l'accanimento (un filo esagerato) che subisce la sua compagnia di certo non aiuteranno, eppure l'uomo dimostra in più occasioni la sua integrità morale. Quelle che sembrano frasi fatte mano a mano si mostrano come lezioni, non c'è mera apparenza, solo verità e purezza.
Un grande Oscar Isaac, ma questa non è una novità, la vera sorpresa e star di recitazione qua è Elyes Gabel, mostruoso nella sua troppo piccola parte nei panni di Julian, l'unica vittima del cupo e grigio mondo messo in luce da Chandor e, forse, la prova dell'unico errore di Morales.

gandyovo  @  23/02/2016 16:48:44
   6½ / 10
Sicuramente un film ben diretto con i personaggi decisamente a proprio agio nella parte con buona recitazione. Bella anche la fotografia. Forse e solo forse, il bianco e nero avrebbe dato un tocco in più a film C'è effettivamente una tensione latente e sopita che talvolta esce fuori ma in fin dei conti il film non mi ha lasciato molto.

Thorondir  @  21/02/2016 18:58:16
   7½ / 10
Chandor gira un film sul capitalismo e l'impossibilità di "scalare" la società verso l'alto senza l'aiuto di metodi eticamente ineccepibili. La storia stenta a decollare e si rimane in una sorta di noir d'atmosfera che affascina ma che a tratti risulta macchinoso nell'oliare tutti i suoi ingranaggi. Isaac e la Chastain fanno il loro (sporco) dovere e il film funziona per il messaggio che vuole trasmettere, sebbene possa risultare eccessivamente "lento" per coloro che amano esclusivamente action ed esplosioni.

Chandor torna indietro al 1981, ma il suo racconto è estremamente attuale. L'odissea della violenza, il sogno americano che nasce ed ha radici nel sangue e nella ripulsa della legge (si torna a Gangs of New York di Scorsese, ma anche a Il petroliere di Anderson), per un film che se avesse avuto il coraggio di lasciare da parte un pizzico di verbosità in favore di più pathos e cuore, forse avrebbe reso ancora più struggente e coinvolgente il racconto di Chandor. Comunque regista da tenere d'occhio. Sulla distribuzione italiana stendiamo un velo pietoso.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  05/01/2016 21:20:31
   7½ / 10
In Italia si prevede uscirà tra 1 mesetto circa, ad 1 anno dall'uscita negli States, il motivo di questo ritardo ritengo sia stato un certo timore, ingiustificato (di questi tempi sta accadendo anche ad 'Enemy' di Villeneuve), che ha dissuaso i distributori italiani dal metterlo in sala a causa dell'apatia che invade il thriller, che sebbene sia ben confezionato (la fotografia vale il film), ha tutto al posto giusto ed una delle attrici più in voga del momento, sostanzialmente emoziona poco.
Un Oscar Isaac che da un momento all'altro può trasformarsi nel più efferato gangster di New York ma che invece mantiene un controllo invidiabile, repulsa ogni attrazione dal gangsterismo alluso da una moglie meno passiva agli eventi e più incline alla legge del taglione, a corrompersi fomentando il marito come novello Macbeth, uomo saldo nelle sue convinzioni, Isaac ha la faccia giusta, belloccio dagli abiti firmati, una coppia che vive di apparenza e crede che il sogno americano sia perseguibile senza sporcarsi le mani, metafora di questo cambiamento si trova nel finale con lui che chiude il buco di una cisterna di petrolio (senza svelare altro).
Chandor si muove elegantemente provando a districarsi tra i cliché, giocarsela sui toni freddi è una buona ancora di salvataggio a meno che tu non sia Scorsese, mentre la Chaistain mette a segno un'altra grande prova.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  05/05/2015 20:48:07
   8 / 10
Il protagonista di A most violent year vive una situazione paradossale, cioé far prosperare la sua impresa in maniera corretta ed onesta nell'anno di maggiore esplosione criminale di New York. Un uomo che è l'incarnazione del sogno americano, di origini ispaneche che ha lavorato duramente ed è alla vigilia del salto definitivo, il passo avanti decisivo per dominare il mercato. Tutto il film si regge sulla resistenza etica di un singolo individuo di fronte ad un contesto che sta perdendo ogni etica, dove criminalità ed affari si confondono.
Per la caratterizzazione dei personaggi, bravissimi sia Isaac che la Chastain per misura ed equilibrio, e per ricostruzione scenografica mi ha ricordato i grandi classici degli anni 70, Lumet in particolare e qualcosa di Friedkin. Un film apparentemente freddo, forse fin troppo misurato, ma efficacissimo nel rendere tangibile una tensione sotterranea che si alimenta per esplodere improvvisamente in magnifiche sequenze come quella dell'inseguimento. C'è la costante sensazione di essere sempre sul filo del rasoio, di una completa perdita di controllo. A most violent year è un film molto bello, l'ennesimo esempio di come il sogno americano del self made man sia un'illusione costellata di compromessi etici e morali duri da digerire.

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/05/2015 22.42.09
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lola
 NEW
charlie says - charlie dicechristo - walking on waterclimax (2018)crawl - intrappolatidaitonadi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstone
 NEW
gretahotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
il re leone (2019)
 NEW
il signor diavoloin fabricjuliet, nakedkinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mai
 NEW
la rivincita delle sfigatel'angelo del crimine
 NEW
l'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)
 NEW
mademoisellemaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroid
 NEW
pop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from home
 NEW
submergencetesnotathe boy 2the deepthe elevator
 NEW
the lodgethe mirror and the rascalthe nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capassowake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990985 commenti su 41911 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net