12 anni schiavo regia di Steve McQueen USA 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

12 anni schiavo (2013)

 Trailer Trailer 12 ANNI SCHIAVO

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film 12 ANNI SCHIAVO

Titolo Originale: 12 YEARS A SLAVE

RegiaSteve McQueen

InterpretiChiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Brad Pitt, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Sarah Paulson, Paul Giamatti, Lupita Nyong'o, Garret Dillahunt, Taran Killam, Michael Kenneth Williams, Alfre Woodard, Chris Chalk, Dwight Henry, Scoot McNairy

Durata: -
NazionalitàUSA 2013
Generedrammatico
Al cinema nel Febbraio 2014

•  Altri film di Steve McQueen

Trama del film 12 anni schiavo

Siamo negli Stati Uniti. Negli anni che hanno preceduto la guerra civile americana, Solomon Northup (interpretato da Chiwetel Ejiofor), un nero nato libero nel nord dello stato di New York, viene rapito e venduto come schiavo. Misurandosi tutti i giorni con la più feroce crudeltà (impersonificata dal perfido mercante di schiavi interpretato da Michael Fassbender) ma anche con gesti di inaspettata gentilezza, Solomon si sforza di sopravvivere senza perdere la sua dignità. Nel dodicesimo anno della sua odissea, l'incontro con un abolizionista canadese (Brad Pitt) cambierà per sempre la sua vita.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,41 / 10 (91 voti)7,41Grafico
Miglior filmMigliore attrice non protagonista (Lupita Nyong'o)Migliore sceneggiatura non originale (John Ridley)
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior film, Migliore attrice non protagonista (Lupita Nyong'o), Migliore sceneggiatura non originale (John Ridley)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 12 anni schiavo, 91 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vale1984  @  27/07/2014 14:29:11
   7½ / 10
gran bel film per il ritmo e la storia, bravi gli attori e ben riuscito. Vicende dure che vengono narrate con realismo. Forse troppo il titolo di migliore attrice non protagonista alla Nyong'o,, brava ma non una performance particolarmente originale. Film comunque interessante e dalla tematica vera.

cort  @  21/07/2014 20:56:05
   7½ / 10
ottima regia e fotografia, ottime interpretazioni, spesso lento(un po troppo) e cruento. effetivamente il fatto che e una storia vera lo rende piu originale della media tra i film sulla schiavitu. consigliato

Prof. E. Zikkio  @  07/07/2014 00:57:39
   6 / 10
...."Voglio una vita, spericolata....
.... voglio una vita come steve mcQueen...
ciò premesso, il regista non si discute ma la frusta rovina la cute....
film epidermico, con tanta voglia di libertà.



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 07/07/2014 13.24.54
Visualizza / Rispondi al commento
Charlie Firpo  @  24/06/2014 09:41:11
   7 / 10
Solito film sulla schiavitù con le solite frustate e tutti i soliti luoghi comuni del tema trattato, senza dubbio il film è fatto e curato bene anche se a tratti è un po' lento e ripetitivo ma ovviamente visto l'argomento trattato gli hanno subito rifilato 3 statuette, perchè quando si tratta di "negri" e schiavitù è di moda sull' onda del politicamente corretto dare il massimo degli onori... francamente fra i film del 2013 ho trovato molto più interessante il lupo di Wall Street di Scorsese o American Hustle,due film decisamente molto più brillanti e virtuosi.

Questo 12 anni schiavo non mi sembra altro che una minestra di Amistad... insomma la solita solfa riscaldata in modo diverso.

pieroscoop  @  07/06/2014 13:51:07
   7 / 10
Allora il film è buono, grande fotografia e molto cruento in alcune scene, ma seppur l'intento è quello di far emozionare testimoniando le atrocità del razzismo, purtroppo non riesce nella sua totalità a farlo.

davmus  @  12/05/2014 10:02:00
   7½ / 10
Buon film, forse percorre tanto canovacci già visti, ma resta comunque da vedersi (oltre ad esser ben costruito)

Alex2782  @  04/05/2014 12:46:47
   7 / 10
Non un capolavoro e non da statuetta come miglior film, ottime interpretazioni di tutti, unica pecca il non accorgersi dei 12 anni trascorsi.

markos  @  02/05/2014 14:57:40
   7 / 10
Buon film, che descrive e racconta gli anni della schiavitù. Piccolissima parte di Pitt. Consigliato

guidox  @  30/04/2014 20:57:04
   7 / 10
dopo aver visto Hunger e Shame, delude questo approccio di McQueen ad un tema del genere, anche se poi ci sono tante buone cose tecnicamente parlando e per quanto riguarda gli attori e la loro ottima recitazione.
troppo stereotipato, manca quell'originalità che fino ad ora era stato la vera forza del regista.
per me la storia si prestava bene per evadere da quei canoni che finiscono per appiattire ciò che si racconta, facendo somigliare fra loro diverse pellicole dalle tematiche simili e invece ci troviamo davanti ad un buon prodotto, con diversi ottimi spunti, ma che non rimarrà sicuramente nella storia del cinema.
pur non essendo d'accordo con chi afferma che sia macchiettistica la messa in scena, devo ammettere che anche a me ha dato l'idea di un politicamente corretto che fa tanto grande produzione acchiappa oscar.
poi non è sicuramente da stroncare, ma nella mia fantasia questo era potenzialmente un film da votone e invece i fatti reali hanno smentito il mio pensiero previa visione.

TheGame  @  27/04/2014 18:07:00
   4½ / 10
La deriva Hollywoodiana di McQueen finisce nella pura formalità, nel manicheo e nel convenzionale, ad hoc per far incetta di farisei lustrini e facili consensi, ma completamente privo dell'intensità indelebile dei suoi precedenti lavori.

Tom24  @  23/04/2014 00:20:26
   7 / 10
Solito film da oscar, senza infamia ne lode.

Trixter  @  21/04/2014 09:39:21
   6 / 10
Film ruffianissimo e politicamente stracorretto, sembra strutturato apposta per vincere l'Oscar. Benchè troppo lungo, 12 anni schiavo è sicuramente ben fatto, ma pecca grandemente in quello che, a mio parere, doveva essere il punto forte: suscitare emozioni. Praticamente nulla per l'intera durata. Se poi si tiene conto dell'esilità della trama allora si rischia pure qualche sbadiglio di troppo. E per i miei gusti anche le interpretazioni non sono state un granchè: Ejiofor buono-buonissimo un pò appannato; Fassbender crudele-cattivissimo, praticamente una caricatura. Oscar regalati.

5 risposte al commento
Ultima risposta 21/04/2014 15.52.48
Visualizza / Rispondi al commento
TheLegend  @  16/04/2014 03:19:10
   7 / 10
Un film buono sotto tutti gli aspetti ma,almeno dal mio punto di vista,incapace di emozionare pienamente.
Oscar come miglior film sicuramente esagerato.

il_drugo  @  11/04/2014 13:28:36
   4 / 10
Film troppo lungo e lento buoni i primi 20 minuti e l'ultimo quarto d'ora.
Interpretazione sufficiente. Tutto il resto il solito clichè acchiappa oscar.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/04/2014 13.35.20
Visualizza / Rispondi al commento
templars194  @  10/04/2014 16:21:32
   6 / 10
Un buon film, mooolto furbo. Trattare un tema così forte garantisce almeno la candidatura agli oscar e, come poi appunto è successo, la vittoria dell'ambita statuetta.
Le interpretazioni sono magistrali, specialmente quella di Fassbender. Brava anche la Nyongo, seppur lontana anni luce dalla sublime interpretazione della Lawrence in American Hustle (la quale avrebbe meritato il suo secondo oscar di fila, tanto è sorprendente la sua bravura interpretativa, specialmente per una 23enne).
L'efficace colonna sonora del talentuoso Zimmer non è male, ma resta quasi identica al tema Time di Inception, composto sempre da lui. Questa cosa mi ha fatto storcere un po' il naso durante il film.

Film di pregevole fattura, ma che mi ha fatto provare davvero pochissime emozioni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2014 03.47.05
Visualizza / Rispondi al commento
DogDayAfternoon  @  06/04/2014 15:19:27
   8 / 10
Molto forte, come è giusto che sia un film che tratta una simile tematica; una storia cruda, violenta, con la giusta dose di drammaticità e che centra in pieno il bersaglio emotivo senza cadere nella rete della facile retorica. La regia e soprattutto la fotografia sono veramente meravigliose, gli intramezzi tra una scena e l'altra con le immagini di tramonti o vedute sono mozzafiato. Ma oltre all'aspetto tecnico anche il cast, senza eccezioni, fornisce una grandissima prova soprattutto il duo Fassbender - Ejiofor. Il difetto forse sta soprattutto nell'inizio del film, dove la successione degli avvenimenti è poco chiara e non si capisce bene perché Solomon da uomo libero sia finito schiavo; anche la liberazione finale è un po' troppo sbrigativa.

Da nostalgico del cinema che fu sono molto contento di aver visto nell'ultimo anno più di qualche film meritevole, speriamo sia la volta buona che il cinema torni ad essere quello che era.

Nota: il tema musicale principale è troppo simile a quello di "Inception" dello stesso Hans Zimmer.

max_1974  @  03/04/2014 21:32:50
   6 / 10
Film "politicamente corretto", anche se non celebrativo come The Butler, che ci mostra come in America, allora come ora, pur tra mille difficoltà (o violenze nel caso della schiavitù) alla fine il "bene", innato nel cuore degli Americani, trionfi.

Del resto però è bene tener presente che, 12 anni dopo la conclusione di questa vicenda, Lincoln abolì la schiavitù nel Sud non tanto per filantropia, ma perché al Nord serviva manodopera nelle fabbriche (lo Schindler dell'epoca).

Il film in generale e un po' tutti i suoi personaggi mancano di spessore psicologico, pur con i suoi colossali buchi di sceneggiatura, come film sulla schiavitù, ho gradito molto di più Django Unchained, per la forte personalità del protagonista (il che rende il film coinvolgente) e l'assenza totale,
invece, di Northup in 12 Anni Schiavo.

E' senz'altro, un buon affresco, ma è freddo e non coinvolge, nonostante l'importanza del tema trattato.

RDN92  @  01/04/2014 16:38:20
   7½ / 10
L'ho trovato non molto differente da qualsiasi racconto riguardante la Shoah in Europa, dal momento che effettivamente questo episodio della storia americana, buio e crudele, si può identificare come una sorta di Olocausto. Una delle scene che più mi hanno convinto di questo, sono quelle in cui l'intera vicenda prende un significato quasi biblico: Il personaggio di Fassbander accusa la razza di colore di essere una pesta, un malanno per i campi, delle bestie, gli inferiori, e questi rispondono augurando ai loro persecutori un autentico castigo biblico. La loro speranza verteva in questo, che un giorno la giustizia divina potesse condannare le infamie di quel tempo, il crimine contro l'umanità che l'uomo bianco stava compiendo. In questo è decisivo il ruolo di Brad Pitt, il quale esprime proprio suddetto concetto, contrapponendolo alla giustizia terrena che lasciava che tutto ciò accadesse legalmente. Non il capolavoro acclamato da molti, ma sicuramente un film sensazionale, che ti prende. Scene molto crude quelle riguardanti le torture che subivano gli schiavi, alla maniera di un lager nazista. Fassbander strepitoso, un villain che si lascia facilmente odiare.

djciko  @  30/03/2014 03:28:07
   7½ / 10
Gran bel film sulla crudeltà umana. Impeccabile in tutto, tranne che negli ultimi 3 minuti. La fine poteva essere fatta meglio, è un po' banale. Per il resto, caldamente consigliato.

atreides  @  28/03/2014 12:33:05
   6 / 10
è ben fatto ma nulla più, mi sembra che al giorno d'oggi basti poco per gridare al capolavoro, se si pensa che è una storia vera si stà male nei panni del protagonista,se lo si giudica nell'ottica del film, beh si è visto di meglio.

perryperry1  @  27/03/2014 03:32:26
   8½ / 10
crudo,intenso e coraggioso

più ti immedesimi,più vivi i personaggi e la realtà di un periodo storico contraddittorio e bipolare all'estremo

indubbiamente debole la mancanza di temi nuovi rispetto ai film del filone schiavismo

the saint  @  26/03/2014 11:44:45
   5½ / 10
con un cast del genere era difficile sbagliare....

magistrali Paul Dano e Fassbender!! è un film molto crudo, ma a mio avviso non un bel film anzi.., ripeto la bravura degli attori è la vera protagonista!
Se veniva girato da sconosciuti non se lo filava quasi nessuno!

durante il film mi dicevo: ora succede qualcosa me lo sento, invece...
solo frustate!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/03/2014 21.08.20
Visualizza / Rispondi al commento
Burdie  @  23/03/2014 01:45:09
   7½ / 10
kako  @  21/03/2014 20:55:09
   8 / 10
Devo dire che mi aspettavo un capolavoro di livello sublime e quindi sono stato lievissimamente deluso, ma ciò nonostante ho visto un gran bel film. Crudo, duro, realistico e drammatico, una denuncia forte e non levigate su una realtà che non è stata abbastanza raccontata e denunciata. Sicuramente non originale, ma intenso e coinvolgente, ti fa immedesimare adeguatamente. Il fatto che non lo eleva a capolavoro assoluto è il mancare di qualche guizzo geniale così come di una maggiore emotività, oltre a un ritmo che ogni tanto cala eccessivamente, detto che comunque non ci si annoia mai e anzi le vicende coinvolgono costantemente. Il cast è ottimo, costellato di grandi nomi in ruoli di maggiore o minore peso ma tutti validi. Emergono la straordinaria interpretazione di Fassbender (praticamente alla pari con Jared Leto per quanto mi riguarda nella sfida Oscar), in un personaggio che è il migliore della pellicola e l'ottima prestazione nella sua drammaticità di Lupita Nyong'o (anche se l'Oscar lo preferivo a Jennifer Lawrence) e bravo il protagonista, seppur non eccelso. Quindi un film di alto livello, da vedere assolutamente, inferiore per quanto mi riguarda (sempre parlando di Oscar) ad American Hustle e Gravity (forse quest'ultimo avrebbe meritato veramente la statuetta più ambita), ma che spicca per l'importanza del tema e il coraggio con cui si denunciano certe situazioni.

crimal9436  @  21/03/2014 09:37:13
   7½ / 10
La trama è cruda, gelida, come la lama di un coltello.
Fotografia sontuosa, buona l'interpretazione degli attori e Oscar meritato a Petzy, probabilmente l'unico meritato.
Alcune scene memorabili.
In complesso un bel prodotto.
Estraniandoci poi dal film vorrei commentare in due parole anche il tema: estrema vergogna. Come abbiamo potuto? Come espiare le colpe che tutti abbiamo ereditato sulle spalle?

StIwY  @  19/03/2014 09:32:56
   5 / 10
Ennesima dimostrazione del fatto che vincere un oscar o più di uno non è sinonimo di garanzia. Piatto, scialbo, pesante ed eccessivamente lungo. La storia non appassiona e non suscita emozioni, annoia e nulla offre se non la rabbia di trucidare gli autori delle scene violente. Non adatto per chi soffre di sonnolenza

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  17/03/2014 23:24:38
   8 / 10
Film sulla schiavitù eccellente.
Ho trovato la fotografia favolosa, le scene volutamente "lunghe" sono azzeccatissime.
Meritato l'oscar come miglior attrice non protagonista a Lupita Nyong'o.

maitton  @  17/03/2014 13:31:51
   8 / 10
non mi e'sembrato un capolavoro, ma tecnicamente e'impeccabile.
in particolare il montaggio, mi ha letteralmente conquistato.
grande film per un cinema d'altri tempi.

-Uskebasi-  @  14/03/2014 02:43:27
   8½ / 10
Steve McQueen + Ejiofor + Fassbender + Cumberbatch + Dano + Giamatti + Pitt. Somma da paura alla quale non inserisco Lupita Nyong'o solo perché fino a qui sconosciuta.
E' il film che ti aspetti di vedere, ecco l'unico limite che ha. Non aggiuge niente al tema, ma tecnicamente è mostruoso. Sontuoso e impeccabile.
La scena dell'impiccagione è già leggenda, ed è quella dove si riconosce più chi dirige. Anche quella delle bambole di Patsey o del canto liberatorio con "Roll Jordan Roll" non scherzano per niente.

Garal  @  13/03/2014 23:21:36
   7½ / 10
Devo dire subito che questo genere non mi va a genio. Eppure questo film mi ha coinvolto facendomi anche riflettere. La violenza di certe scene è l'unico mezzo per colpire lo spettatore, come in effetti sono stato colpito io. Bravi, molto bravi gli attori (anche se continuo a pensare che Pitt fatichi meno degli altri colleghi).
Oscar meritati, l'unico difetto è l'eccessiva lunghezza di molte sequenze, che si potevano tagliare e che avrebbero comunque fatto effetto.

slint  @  12/03/2014 14:44:16
   9 / 10
tema ormai sfruttatissimo,ma molto bello..anche se non sono d'accordo per il miglior film.

marimito  @  12/03/2014 00:11:19
   8½ / 10
Strepitoso, di questo film mi è piaciuto tutto, dalla fotografia alla regia, agli interpreti, ogni cosa ha dato senso e spessore alla sceneggiatura che ahimè è tratta da una storia vera. Oscar meritatissimo. La sua visione dovrebbe essere obbligatoria, perché solo chi non dimentica il passato non ne ripete gli errori.

polbot  @  11/03/2014 22:00:57
   8 / 10
Un film ben confezionato. Adatto per l'Academy... comunque da premiare lo sforzo di parlare di schiavitù, che purtroppo nel mondo non è stato ancora debellato.. anche molto vicino a noi. Un male che incombe sempre

antoeboli  @  11/03/2014 01:15:17
   7½ / 10
Gli oscar ripartono da quel Django Unchained che basava sul concetto della schiavitu buona parte della trama. Il buon Pitt , vede che l argomento può funzionare e prende un libro qui sconosciuto e lo trasforma in un film con ben 9 nominations .
Agli americani è sempre piaciuto esagerare , anche se qui l han fatta grossa , perchè chiunque ammetterà dopo avero visto 12 anni schiavo , che molte di queste candidature erano proprio piazzate li senza lode ,come i costumi , la scenografia o il montaggio .
Parlando del film , mi è particolarmente piaciuto e commosso ,seppur tratta un tema fin troppo abusato nel corso dei secoli , che viene trattato bene , viste le numerose scene crude , e la regia risulta ragionata e senza fronzoli .
Tra le cose che mi son piaciute sicuramente gli attori , tra cui spicca un ottimo Fassbender , che però l oscar non lo ha beccato , ed è un vero peccato perchè il suo personaggio è dannatamente spietato , con momenti in cui lo guardi e pensi sia più un pazzo che un uomo consapevole delle proprie azioni .
Non capisco invece tutto questo clamore attorno a Lupita Nyongo al suo primo lavoro serio al cinema , che ha vinto la statuetta in quelle che sono due,tre frasi nel film , dove il resto del lavoro lo fanno le sue enormi corde vocali, cosi come il protagonista hanno un ruolo , che non spicca oltre alla media dei filmoni di oggi .
Nota triste anche la trama che si mi è piaciuta , ma viene sfruttata male , con personaggi a cui io avrei dato un ruolo più ampio (vedi spoiler ), o comunque un finale , bello commovente ma che ti lascia quel qualcosa addosso , come incompletezza .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7219415  @  11/03/2014 00:05:03
   7 / 10
Oskarsson88  @  10/03/2014 23:46:52
   7 / 10
Chiaramente è un film di alto valore morale e ben girato, con scene anche forti, anche se dal punto di vista dell'intrattenimento l'ho trovato un po' troppo pesante (d'altronde il tema...) però non mi ha preso appieno. Resta un film comunque di valore.

lapensocosì  @  10/03/2014 03:27:02
   8½ / 10
Forte! In sala appena riaccese le luci, di solito ritorna il rumore, stavolta invece un silenzio rispettoso.Eravamo un gruppo numeroso di amici e solitamente a luci accese subito ci si scambia commenti a caldo, stavolta non un fiato fino a fuori la sala, e anche fuori le parole faticavano ad uscire.
Sinceramente frega poco che ci siano altri film che trattano lo stesso argomento: un buon film è un buon film, punto!

adrmb  @  09/03/2014 19:50:44
   6½ / 10
Attirato soprattutto dai riconoscimenti vinti, dico di averlo trovato esattamente come me lo aspettavo: una storia cruda ma anche potente (che già all'origine forse premeva a coinvolgere emotivamente il pubblico) nella quale il regista ha preferito evidenziare le dure condizioni degli schiavi (le scene più riuscite, a mio parere, rimangono quelle incentrate sulla violenza corporea, penetranti) piuttosto che la psicologia dei personaggi (tutti forse semplicistici, soprattutto il bianco buono interpretato da Brad Pitt). Ma alla fine rimane un prodotto "normale" ecco, per quanto sia curato nelle interpretazioni attoriali e scenografie.

Non sono state tre ore buttate via; tuttavia difficilmente lo rivedrei.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  09/03/2014 12:21:37
   7 / 10
Non era facile girare un film su di una storia vera e drammatica come questa senza riempirlo di retorica... McQueen ce l'ha fatta e c'era da aspettarselo, basta vedere i suoi precedenti lavori. Racconti asciutti che mostrano la realta' nuda e cruda senza inutili giri di parola, proprio come nel caso di "12 anni schiavo".
La prova del cast aggiunge valore alla pellicola.
E pensare che Chiwetel Ejiofor ha cominciato la sua carriera proprio con "Amistad"...

BeeMiller  @  08/03/2014 23:33:26
   10 / 10
Un film catartico che a fine pellicola lascia inebetiti e toccati nel profondo. Non sono riuscito a trovarci un difetto: è studiato in ogni minimo dettaglio.
Spero che in due righe sia stato abbastanza convincente da indurvi ad andarlo a vedere, merita davvero di essere visto.

AMERICANFREE  @  08/03/2014 22:55:14
   7½ / 10
condivido la media di filmscoop, molto toccante e semplice allo stesso tempo, Grandissimi gli attori, avrebbero meritato tutti gli oscar! da vedere

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  08/03/2014 16:11:11
   7½ / 10
Sostenuto da splendide interpretazioni e da una impeccabile cura scenica, è un film dall' impianto classico discontinuo. Comodamente fruibile la componente galleggiante, netta nel suo intento; lusinghiera quella più sommersa, discrepante nella sua sensibilità. Si potrebbe dire che S.McQueen stavolta ha voluto accontentare un po' tutti, non cinefili, cinefili ingordi, cinefili schifignosi. Così come si potrebbe notare che un racconto come questo, per sua stessa sostanza, deve aspirare ad un' ampia accoglienza.
Due scene di sesso, fondamentali, due "stupri" nella semioscurità. Virgolette necessarie per il breve disperato contatto strappato a Solomon da una donna sconosciuta, non per il rapporto consumato fra Epps e Patsey - sebbene mortifichi entrambi.

Jim17  @  08/03/2014 11:57:52
   8½ / 10
Non a caso vengono consegnati gli oscar ad un film , 12 Anni schiavo è la conferma del cinema che viene meritatamente premiato , rivelandosi una vicenda commovente e tragica che attraversò l'America prima della guerra civile. L'interpretazione eccelsa degli attori , in particolar modo del protagoniste ci permette di comprendere in toto la grave situazione cui dovettero sopportare i neri americani durante quel periodo . Il film stesso riesce a suscitare nell'osservatore , paradossalmente, un senso di colpa per l'appartenenza a quella razza bianca che ha brutalmente perpetuato tali barbarie.

ricsec77  @  08/03/2014 11:31:58
   10 / 10
Alla fine del film ero pietrificato e non ho parlato per un bel pò, cercando dentro di me la parte migliore che forse fino ad oggi ho tralasciato e messo da parte in molte situazioni in cui cen'era bisogno. Film fantastico. Narrazione attenta ed esaustiva. Lo rivedrei in continuazione.

A.L.  @  07/03/2014 23:53:03
   8 / 10
Film di lodevole coraggio che propone riflessioni sull'uomo, la sua natura e la storia. Buona regia e attori straordinari.

Alex toro  @  07/03/2014 10:47:48
   8 / 10
Che altro dire di 12 anni schiavo?bello bello e crudo,tristemente tratto da una storia vera merita le 3 statuette OSCAR,consigliato a tutti !

Matteoxr6  @  06/03/2014 17:30:08
   6 / 10
Il voto sarebbe stato senz'altro molto più alto se fosse stato girato almeno quindici anni anni fa o più.
È carino e ben confezionato, ma non aggiunge nessun elemento nuovo (tecnico, narrativo, prospettico) rispetto a precedenti film come "Il colore viola", per esempio. Il finale con

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Sicuramente sufficiente.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/03/2014 12.59.11
Visualizza / Rispondi al commento
TonyStark  @  06/03/2014 12:26:00
   8 / 10
film duro, un pugno nello stomaco, che non deve intrattenere ma deve portare lo spettatore a riflettere sconvolgendolo emotivamente. bellissima la regia di McQueen, una lentezza apparente ma che serve a soffermarsi per pensare su cosa si stia vedendo. Fassbender moustrosamente bravo, anche il resto del cast è su buoni livelli pur non toccando vette di eccellenza. Film non per tutti, se volete azione e intrattenimento è appena uscito il nuovo 300.

kanon1981  @  06/03/2014 11:57:39
   9 / 10
Film forte e toccante.
Grandi interpretazioni soprattutto Ejiofor ,Fassbender e Nyong'o.
Riesce a trasmettere tutti i sentimenti di una pagina così nera della storia statunitense e soprattutto, secondo me, riesce nell'intento di mostrare come nello stesso paese ci fossero posizioni così diverse su una tematica tanto delicata, quasi da farli sembrare due paesi diversi.
Musiche di Zimmer sempre sopra le righe.
Per me quasi un capolavoro.

Strix  @  06/03/2014 03:41:10
   7½ / 10
è un tema già stratrattato quindi non troppo originale (a maggior ragione se poi è una storia vera) ma è stratrattato in maniera buonissima.
Il cast è all'altezza del compito, Fassbender è mostruoso (ma che ve lo dico a fare?); la tipa che interpreta la schiava merita l'oscar tranquillamente; bravo il protagonista ma meno degli altri due appena citati.
Anche la regia è eccelsa nonostante alcune inquadrature, come altri hanno detto precedentemente, si dilungano un po' troppo, portando lo spettatore alla noia.
Tutto sommato, una gran bella opera, ma non un capolavoro.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/03/2014 15.34.04
Visualizza / Rispondi al commento
paride_86  @  05/03/2014 00:03:13
   9½ / 10
Una bellissima storia - purtroppo vera -, dei grandi attori, una bella fotografia e delle emozioni che ti stringono lo stomaco...tutto questo è "12 anni schiavo".
Oscar meritatissimo.

alfrar  @  04/03/2014 21:47:57
   7½ / 10
Film godibile, senz'altro uno dei migliori della stagione.

gemellino86  @  04/03/2014 20:40:32
   8 / 10
Bel film sulla schiavitù razziale con una prima parte decisamente migliore della seconda che è un po' lenta e noiosa. Non so se meritava i 3 oscar ma a me è piaciuto. Bravo Fassbender.

NixMos  @  04/03/2014 12:49:55
   6½ / 10
Fatto bene, meglio Fassbender del protagonista, che un pò inespressivo. Ma superate le emozioni date dalla visione di violenza, abbandoni, ingiustizie e riconciliazioni, ci si rende conto che il film è un pò convenzionale. Non aggiunge nient'altro ad una delle tante storie già raccontate sulla schiavitù dei neri d'America. Era più d'impatto la prima mezz'ora di Amistad di Spielberg...

ketch  @  04/03/2014 01:06:03
   8 / 10
bel film che ti fa passare egregiamente il tempo dedicato alla visione...molto ben recitato e trama coinvolgente

jimdellacanapa  @  03/03/2014 18:43:19
   8 / 10
Un'opera preziosa,un gioiello di misura filmica,mai una sbavatura,d'accordo non è il film più bello della storia del cinema ma il risultato è ottimo da molti punti di vista.
La composizione formale è sicuramente degna di nota,la cura del dettaglio è maniacale,sono infatti ottime sia le riprese in esterni sia quelle in interni,nelle prime si hanno inquadrature di ampio respiro,nelle seconde l'adesione ai corpi è la giusta soluzione adottata da un regista intelligente che sa oltremodo usare il primo piano come pochi,il talento è indiscutibile,basta vedere il lungo e meraviglioso incipit,un pezzo di bravura da applausi,ma molti sono i momenti destinati a restare nella memoria grazie anche alla bravura degli interpreti,tutti perfettamente in parte, Ejiofor è perfetto nella parte del protagonista,i cattivi poi sono così abominevoli che ci si chiede come sia possibile che sia potuto esistere gente del genere,Giamatti ,Dano e Fassbender sono tre esseri che incarnano perfettamente il male nelle loro varie sfaccettature,il primo mette al primo posto il profitto e se ne frega dei sentimenti altrui,il secondo è un sadico violento disposto a tutto ,il terzo si nasconde dietro ad un fanatismo religioso che gli permette di compiere gli atti più abominevoli senza per questo doversi sentire in colpa,tre interpretazioni notevoli,come splendida risulta essere la colonna sonora,Hans Zimmer si dimentica dei cavalieri oscuri di Nolan e realizza musiche poetiche e commoventi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

horror83  @  03/03/2014 16:56:00
   8 / 10
Vedendo il trailer avevo alte aspettative per questo film e diciamo che per l'80% sono state esaudite ma c'è un 20% che non mi permette di dargli un voto più alto. (anche se l'8 è un gran bel voto, ma io pensavo che fosse un film da 9, o addirittura da 10).
Allora i pregi sono: tecnicamente buono, una buona regia, e si vede che è un film molto curato. Le ambientazioni sono bellissime. E' stato ricreato bene il periodo storico degli Stati Uniti dell'800, e del periodo della schiavitù. Con le differenze tra bianchi e neri molto marcate, es. i padroni avevano delle abitazioni sfarzose ed erano ricchi, mentre i neri erano schiavi, poveri e vivevano nelle baracche. Di come gli schiavi non valessero niente, non avessero diritti ma solo doveri, di come i padroni li trattavano peggio degli oggetti solo perché la legge permetteva di comprarli e possederli come oggetti, sia per il proprio profitto economico ma anche per qualsiasi cosa volesse il padrone (rapporti sessuali non consenzienti, o altre cose),

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E' un film che ti fa vedere cosa è stata la schiavitù, e ci sono anche delle scene abbastanza forti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bene ora passo al 20% negativo: prima di tutto ci sono delle inquadrature che durano un pò più del necessario, e fanno perdere il ritmo del film (non dico che facciano risultare il film noioso ma smorzano il ritmo), e poi ho provato poca empatia per il protagonista, e anche per gli altri personaggi. Quando si parla di un argomento così orrendo come la schiavitù, e il razzismo, secondo me non bisogna dimenticarsi di far provare allo spettatore l'empatia. Cmq rimane sicuramente un buon film, e il discorso che ha fatto il personaggio di Brad Pitt è giustissimo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gli attori sono molto convincenti nelle loro parti (sia i carnefici che le vittime). Meritato l'Oscar come miglior film, e l'Oscar come attrice non protagonista a Lupita Nyong'o. Buone le musiche!
Da vedere!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/06/2014 17.17.49
Visualizza / Rispondi al commento
john doe83  @  03/03/2014 12:47:52
   7½ / 10
Bel film, belle le musiche e molto bravi gli attori. Quello che mi ha colpito di più è stata la regia, con lunghe inquadrature statiche... particolare devo dire.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  02/03/2014 12:38:30
   10 / 10
Non sarà il voto che merita, ma me ne fòtto. Non comprendo come si possa pensare che sia un film pro-Obama, ma tralasciando il fatto che non aggiunge nulla di nuovo sul tema (ma quale film aggiunge punti di vista nuovi su tematiche storiche già toccate in precedenza?), raramente sono stato cosi toccato da un film da dover distogliere lo sguardo. E non credo avrò il coraggio di rivederlo mai più.
McQueen è insistente nella sua esposizione del dolore e della violenza sull'essere umano, persino nei dettagli. Svuotato di qualunque retorica facilona, questo film è eccezionale, parla alla pancia più che alla testa, ma lo fa con sguardi personali e sentiti.
The Help al confronto è il nulla assoluto, lasciamo perdere.
Fassbender fa impressione.

14 risposte al commento
Ultima risposta 05/03/2014 23.49.37
Visualizza / Rispondi al commento
barone_rosso  @  01/03/2014 22:34:03
   6½ / 10
Non è un brutto film, è anche molto realistico e ben interpretato. Il problema è che non aggiunge nulla di nuovo all'argomento, che è già trito e ri-trito. Complice anche il fatto che è tratto da una storia vera, non riesce a catturare lo spettatore con la trama che, ahimè, sa già benissimo come andrà a finire. La conclusione poi è veramente troppo sbrigativa e volutamente strappalacrime. Mi spiace vedere un bel film e poi iniziare a dimenticarlo dopo mezz'ora, perchè non si è saputo distinguere dalla massa.

simonssj  @  01/03/2014 09:52:15
   8 / 10
Bel film ma non convincente fino in fondo, sicuramente per i temi trattati fa il suo lavoro e lo fa bene; bravi tutti gli interpreti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ste88  @  01/03/2014 01:16:25
   8 / 10
Non è un 8 pieno, tuttavia è un film di livello.
Un po' troppo sbrigativo il finale a mio avviso, avrei gradito qualche risonanza da parte del protagonista dopo quello che gli era successo.

bm_91  @  27/02/2014 12:28:47
   7 / 10
Film piuttosto duro che mostra la terribile realtà degli schiavi neri, costretti a sopportare crudeli ingiustizie e sevizie. Ben interpretato.

piripippi  @  26/02/2014 23:45:24
   7½ / 10
è una bellissima e purtroppo storia vera, dopo the butler ennesimo film che tratta il razzismo. il film è struggente e bello e un po crudo ma tecnicamente ed emotivamente parlando perfetto.bravissimo l'attore principale. il finale era molto prevedibile ma ripeto purtroppo è una storia vera. un film da vedere ma l'oscar non so se lo darei

BrundleFly  @  26/02/2014 13:04:35
   7½ / 10
Un film un po' furbetto sotto molti punti di vista, tra cui 9 nomination agli Oscar forse eccessive.
Non si può negare che sia però ben girato e che alcune scene si lascino ricordare (vedi il pianosequenza durante la fustigazione della schiava che era andata a prendere il sapone).
Per il resto diciamo che mi aspettavo qualcosina di più, soprattutto dal punto di vista della sceneggiatura e della caratterizzazione dei personaggi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2014 15.17.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  26/02/2014 11:02:52
   7 / 10
Negli ultimi anni la lobby democratica pro Obama ha riportato in sala le pellicole sulla discriminazione razziale che da un pò non si vedevano.
Non solo abbiamo avuto un'aumento nella produzione ma anche nella loro promozione, candidando agli Oscar film imbarazzanti come The Help o il recente ruffiano The Butler (Tarantino è un caso a sè e quindi non verrà considerato).
Visti i precedenti ,"12 anni schiavo", non prometteva di meglio e, pur essendo eccessive le nomination ricevute, va detto che nel filone è un film che ha il pregio di colpire e farsi ricordare.
Steve McQueen non perde il gusto della provocazione e nel cercare di scuotere il pubblico ma purtroppo, nemmeno in un certo accademismo che ha da sempre contraddistinto in negativo la sua breve filmografia.

Va riconosciuto però, che la grande bravura degli attori coinvolti con interpretazioni veramente sentite, fanno del film un vero colpo nello stomaco.
Purtroppo non manca , il solito manicheismo che fa dei proprietari terrieri sadici schiavisti dediti allo stupro, all'alcool, al gusto della tortura.
McQueen cerca di mitigare questo dualismo satana-santino introducendo il personaggio di Benedict Cumberbatch ma subito dopo sembra di nuovo farsi prendere la mano e tornare sulla vecchia strada, tanto da farci rimpiangere il Lonardo di Caprio di Django.
Inoltre l'eccessivo rigore stilistico e la fedeltà narrativa fa si che il film non sempre sia del tutto coinvolgente e alla scena finale si arriva abbastanza stanchi.

In questa sede non si vuole mettere in dubbio le atrocità della vita nei campi e della schiavitù, semplicemente si sottolinea come il cinema non sia mai riuscito ad uscire da una certa semplificazione e da un film con tante nomination all'Oscar ci si aspetterebbe qualcosa di più.

Luca401  @  26/02/2014 09:39:45
   6½ / 10
Insipido.

2 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2014 10.10.59
Visualizza / Rispondi al commento
uito  @  26/02/2014 08:07:41
   7 / 10
quanto basta per ricordare una tra le peggiori piaghe del genere umano....fin dove può' spingersi il cinismo e l' odio...un vero pugno nello stomaco....ma c'è la speranza ...quella che ti fa sopravvivere...

NutriaDanzante  @  25/02/2014 19:22:42
   6½ / 10
Buon film ma personalmente non eccezionale come mi sarei aspettato.
Se dipendesse da me darei l'oscar a McQueen piuttosto che al film stesso.
Non mi ha coinvolto e sinceramente, che sia vera o meno, la storia è sempre la stessa. Mi ricorda Django Unchained di Tarantino, con la sola differenza che questo è terra terra mentre Tarantino ha portato il tutto all'assurdità e all'esagerazione. Sembra forzato, ecco.
In fin dei conti abbiamo già visto sin troppi film negli ultimi anni legati al tema della schiavitù, questo è l'ennesimo che entra a far parte del gruppo.
Tecnicamente invece mi è piaciuto molto: scenografie, Hans Zimmer per la colonna sonora, fotografia. E' tutto ben coordinato. Ma la storia non mi ha lasciato niente forse perchè dopo Lincoln e Django e Les Miserables, che comunque trattavano il tema della miseria, dell'anno scorso ne avevo già abbastanza. Non era passato molto tempo alla fine.

BlueBlaster  @  25/02/2014 01:20:22
   7 / 10
Un buon prodotto senza dubbio che racconta, per l'ennesima volta, la piaga della schiavitù che afflisse gli States nell' 800...
Bravissimo Chiwetel Ejiofor come pure il resto del cast, anche se Fassbender continua a non piacermi nonostante il suo personaggio sia piuttosto riuscito.
Steve McQueen dirige molto bene sapendo colpire lo spettatore e fotografando ottimamente la cornice di quella società!
Eccellenti le musiche di Zimmer ancora una volta...ed ampio merito pure a costumi e scenografie da Oscar...senza dubbio qualche statuetta il film la porta a casa.
La vicenda, tratta dall'autobiografia di Solomon Northup, ha dell'incredibile ed è davvero triste...merita certamente la nostra attenzione anche se certi momenti sono ostentati o tirati per le lunghe.
Il ritmo non è certo il fiore all'occhiello di questa produzione che si fonda più che altro sulle riflessioni e sul "visivo" più che sui dialoghi!
Ottimo film ma ho un limite personale verso queste storie che mi paiono, ancora una volta, fatte per farci (anzi fare agli americani) la paternale.
Finale toccante, non c'è che dire............

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  24/02/2014 20:22:42
   8 / 10
McQueen si conferma come un grande regista dal tocco incisivo quando si tratta di raccontare la sofferenza fisica e spirituale dell'uomo.
"12 anni schiavo" è un film forte con scene disturbanti che più che creare empatia nello spettatore a tratti lo colpevolizzano delle ingiustizie narrate nella storia.
Bella la fotografia, ottima colonna sonora.
Cast incredibile in cui Fassbender giganteggia.

maxwin  @  24/02/2014 11:24:28
   7 / 10
Un buon film, ottima regia, lungo ma con conseguente empatia da parte dello spettatore in cui viene riversato il vero dolore della schiavitù.
Consigliato

PHOENIX85  @  24/02/2014 11:18:49
   2 / 10
a me questo film non e' piaciuto per niente,l'idea di base e' buona ma risulta freddo,vorrebbe far commuovere ma non ci riesce,molto noioso e tremendamente lungo

3 risposte al commento
Ultima risposta 10/03/2014 04.09.15
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  23/02/2014 00:00:30
   8 / 10
Il nuovo film di McQueen, oramai unico vero erede di Francis Ford Coppola, mi ha devastato. Siamo di fronte a un grandissimo cineasta che mette a nudo le sue capacità tecniche e formali per parlare del tema della schiavitù, ed è facile per questo parlare di notevole impatto emotivo sugli spettatori. Mi sembra che "12 anni schiavo" operi una sorta di continuità, meno enfatizzata ma altrettanto cruda, con il Django di Tarantino, come se la messa in scena della crudeltà umana possa avere una sua ambivalenza personale. Il magnifico piano-sequenza di Solomon appeso a un ramo davanti all'indifferenza della storia - immagine che qualcuno ha trovato compiaciuta e troppo sadica - o la lettera bruciata che diventa polvere, dissolvenza di un fuoco che svanisce e si spegne quanto la speranza, sono prove del notevole lirismo dell'autore. Il punto è che tutto ciò rischia di denutrire, o perlomeno svuotare, il messaggio sociale del film, affidato a simboli di libertà universale, come nel caso del personaggio di Pitt, guardacaso molto vicino alla filosofia liberale di un certo Abraham Lincoln.
L'incontro con i Nativi Americani, in una sequenza tanto suggestiva quanto eccentrica, diventa peraltro un furbo espediente per raccontare le lotte etniche nella storia di una nazione. Il film, insomma, non è perfetto, perché si cristallizza troppo sulla sua etica, distinguendo un po' troppo blandamente i buoni dai cattivi (emblematico il cinismo spregevole di Giamatti, in un cameo formidabile).
Però ha diversi meriti. La regia è capace di raccontare la crudeltà in un delirio d'onnipotenza che fa del personaggio di Fassbender un bastardo intrigante e psicolabile. Sono convinto che McQueen abbia visto il Salò di Pasolini, dove la remissività delle vittime si affidavano al canto doloroso della morte e al dolore della perdita rispetto ai rispettivi rancori.
McQueen mostra la sua personale idea di cinema, ed è così radicata nel suo svolgimento da segnare una tappa importante, e tutto sommato nuova, in un tema tanto sfruttato negli ultimi anni. Egli agita fantasmi di liberazione anziché di annientamento (fa pensare all'orrore negato dell'epilogo di Balla coi lupi), ed è come se respirassimo questa Libertà anche oggi, che il mondo civile non ha voluto ancora cogliere

Sbrillo  @  22/02/2014 19:52:19
   9 / 10
Non mi aspettavo un film cosi crudo, drammatico e intenso....
Il regista ha il pregio di farci toccare con mano la sofferenza dei protagonisti e quello di non cadere nella retorica affrontando un tema delicato come l'America schiavista del 19 secolo...!!!
Non mi meraviglio di cosi tante nomination....e se vincesse miglior film dell'anno non sarebbe di certo uno scandalo!!!
Promossi in blocco tutti gli attori....ottima la fotografia...insomma tanto di cappello per McQueen....Chapeau!

Izivs  @  22/02/2014 18:30:45
   6½ / 10
L'abominio della schiavitù descritto in maniera fedele. Tuttavia il film non emoziona coma altri grandi film del genere. Ottimi gli attori.

5 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2014 10.08.01
Visualizza / Rispondi al commento
Manticora  @  22/02/2014 18:00:13
   8½ / 10
Steve McQueen si conferma come uno dei registi più interessanti sulla piazza, al di là il suo essere afroamericano mostra ancora una volta di saper raccontare storie drammatiche e scomode, senza scadere nel sentimentalismo e nella retorica, vedi Amistad di Spielberg. L'ossessione è il suo archetipo, in Shame era la sessuofobia, in Hungher l'ossessione per una battaglia politica, qui per la libertà dalla schiavitù. Raramente un film ha saputo sdoganare una delle pagine biù infami della storia umana in maniera così forte. McQueen Colpisce lo spettatore con la NORMALITA DELLA BARBARIE, come la banalità del male, un uomo che prevarica un altro solo per il colore della sua pelle non è più brutto, più bello, più forte o più convinto, è SOLO PIU DISUMANO NELLA SUA NORMALITA, che nel caso di Benedict Cumberbatch sfocia nell'ipocrisia, nel caso del Giudice nell'indifferenza, e nel caso di Fasbender , nell'ossessione che porta alla crudeltà. Chivetel Ejiofor si prenota per l'oscar, mi spiace per Di Caprio, idem Bale, ma il suo Solomon Northup ha la forza dell'uomo disperato, schiavo mai domo, che vuole vivere, non sopravvivere. La sua è un interpretazione asciutta, sinceramente invece Fasbender forse gigioneggia un pò troppo, l'oscar come attore non protagonista è comunque alla sua portata.Brad Pitt ha una particina, ma il suo discorso è chiaro ed efficace, ciò che è giusto per un uomo, lo è anche per una altro. Paul Dano interpreta un personaggio odioso, stupido e volubile, ma quasi tutti gli schiavisti del sud sono rappresentati come quello che erano, rappresentanti di una mentalità retrogada e ottusa, che alla fine si è scontrata con l'abolizionismo, una necessità morale. Le canzoni sugli schiavi e degli schiavi danno ancora più forza al tutto, al di là della violenza, delle prevaricazioni, tutto ciò è stato, e Steve McQueen fà bene a ricordarcelo, straordinaria anche Lupita N'yongo, nella parte di Pets. Un film da vedere assolutamente, per riflettere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/02/2014 18.53.46
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento luca986  @  22/02/2014 13:32:37
   7½ / 10
Niente di originale, ma film riuscito. Regia semplice. Lo rivedrei. Michael Fassbender ottimo.

debaser  @  22/02/2014 10:04:24
   6½ / 10
Deludente come film. I personaggi risultano lontani e non si prova empatia per loro.Insieme a The Butler paiono uno spot elettorale per il governo in carica .Non possiede ne la poesia de Il colore viola o la recitazione di The Help. Bravissimi Fassbinger e la Nyong'o. Ma molti personaggi rimangono poco sviluppati come quello di Pitt a tratti del tutto insignificante eppure cosi' importante per la storia.

Invia una mail all'autore del commento SPIZZDAVIDE  @  21/02/2014 01:51:00
   8 / 10
Niente di originale che non si fosse già visto , lo ammetto !
Ma questo film ha il merito di coinvolgere il pubblico , riuscendo a descrivere , in tutta la sua crudezza , un epoca "buia" quale quella dell'americha schiavista del 19* secolo.
Ottime le interpretazioni !

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 T
1303 - 3d
 NEW
2047 - sights of death
 T
22 jump street
 T
3 days to kill
 T
365 paolo fresu, il tempo di un viaggio
 T
adhd - rush hour
 NEW
afflictedana arabia
 T
anarchia - la notte del giudizio
 T
babysittingblue ruin
 T
bologna 2 agosto... i giorni della collera
 T
cam girlcan't stand losing you
 T
carta bianca
 NEW
chef - la ricetta perfetta
 T
controra - house of shadows
 T
dom hemingway
 T
e fu sera e fu mattina
 HOT T
edge of tomorrow - senza domani
 T
era meglio domani
 T
femen - l'ucraina e' in venditafrances ha
 T
gabrielle - un amore fuori dal coro
 T
gebo e l'ombra
 T
ghost movie 2 - questa volta e' guerra
 T
giraffada
 HOT T
godzilla (2014)
 T
goool!
 T
grace di monacoi muppet 2
 T
il magico mondo di oz
 T
in ordine di sparizione
 T
incompresa
 T
insieme per forza (2014)
 T
instructions not included
 NEW T
io rom romantica
 T
io vengo ogni giorno
 T
jersey boys
 T
la gelosia
 T
la madre (2014)
 R T
la pioggia che non cade
 T
la ricostruzione
 T
le cose belle
 T
le meraviglie
 T
le origini del male
 T
le week-end
 T
l'estate sta finendo
 T
mademoiselle c
 T
mai cosi' vicini
 T
maicol jecson
 HOT T
maleficent
 T
maps to the stars
 T
non dico altroonly lovers left alive
 T
padre vostro
 T
pane e burlesque
 T
paranormal stories
 T
per nessuna buona ragione
 T
pinuccio lovero - yes i can
 T
piu' buio di mezzanottepoliziotto in prova
 NEW T
provetta d'amore
 T
quel che sapeva maisie
 T
ragazze a mano armata
 T
resistenza naturalerio 2096 - una storia d'amore e furia
 T
rompicapo a new york
 NEW
sharknado 2: the second one
 T
sogni di gloria
 T
song of silence
 T
st@lkerstories we tellsurrounded
 HOT R T
synecdoche, new york
 T
the best man holiday
 T
the big wedding
 T
the congress
 T
the dark side of the sun (2011)
 T
the gambler
 T
thermae romae
 HOT T
transformers 4 - l'era dell'estinzione
 T
tutta colpa del vulcano
 T
tutte contro lui - the other womantutte le storie di piera
 T
un amore senza fine
 T
un insolito naufrago nell'inquieto mare d'oriente
 NEW T
una notte in giallo
 T
walesa: uomo di speranza
 T
we are the best!
 HOT R T
x-men - giorni di un futuro passato

869812 commenti su 30965 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net
Division: Workless