caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi Chiudi finestra

ALTA TENSIONE regia di Alexandre Aja

Nascondi tutte le risposte
Visualizza tutte le risposte
JOKER1926     7 / 10  13/09/2014 16:05:29Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
"Alta tensione" firmato da una regia che si occupa da vicino dell'horror, Alexandre Aja ricordato, mediaticamente, per "Le colline hanno gli occhi".
Per chi ama le produzioni horror la cosa si fatta difficile negli ultimi tempi, cio per etichettare e carpire la valenza di un film horror si ricorre alla data e al plot. Quasi tutti i film confezionati dal duemila in poi possono essere buttati, poi la trama l'ulteriore e definitivo biglietto di visita, ormai le idee sono arrivate ad un punto di non ritorno, purtroppo.
Il caso curioso, a questo punto, che "Alta tensione" nonostante sia figlio di queste quasi definitive coordinate riesce, in modo quasi miracoloso, a farsi rispettare.
Difficile insomma che un ricercatore del genere ricada da solo nella visione di tale prodotto del 2003, ci vorrebbe un consiglio di qualche terzo, cosa che noi adesso facciamo.

"Alta tensione" praticamente merita di esser visto, gli apprezzamenti non dovrebbero tardare ad arrivare da parte dello spettatore. Ovviamente parliamo di un film impostato su prassi odierne e anche convenzionali ma quello che riesce ad attrare, concretamente, uno stile calmo ed elegante di far cinema, Alexandre Aja in questo caso inattaccabile.
La regia cerca anche di richiamare un po' lo stile degli anni ottanta, piacciono alcune scelte di scenografia e le uccisioni (quella vista dall'armadio) sono notevoli, sicuramente riuscite.
Come recita il titolo, poi, la tensione non viene meno ed accompagna perennemente lo spettatore, un'altra manna la durata che sigilla il tutto in un fazzoletto di emozioni, senza inutili lungaggini.
Audace la regia nel proporre pure un colpo di scena di natura psicologica da non disprezzare, insomma nulla di formidabile ma sommariamente rimane una mossa apprezzabile. Convincono gli attori e le idee seppur non originali e spiazzanti sono gestite in modo accorto e non megalomane; presenti ahim alcuni clich per, nel complesso, "Alta tensione" presenta spunti piacenti.
Ribadiamo il concetto, questo del 2003 resta, sotto svariati aspetti, un film meritevole ed onesto, se lo scopo quello di divertirsi provando un po' di tensione e quindi di lasciarsi guidare da un po' di sana adrenalina e paura, "Alta tensione" diviene perfetto per l'uso.