caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi Chiudi finestra

CROSSING OVER regia di Wayne Kramer

Nascondi tutte le risposte
Visualizza tutte le risposte
JOKER1926     7½ / 10  10/06/2010 17:16:37Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
"Crossing Over" Ŕ una pellicola che merita tantissimo, non ha avuto un clamore eccezionale ma nonostante tutto presenta fra gli attori due icone importanti come Ford e Liotta, il tema trattato (quello dell'immigrazione) attuale e sotto alcuni aspetti estremamente beffardo, caotico e drammatico.

"Crossing Over" sbaraglia ogni possibile critica intorno ad esso presentando cospicue dosi di drammaticitÓ collimanti in un profondo e pessimo alone cupo ove la sofferenza e le problematiche hanno un odore stagnante e cronico; varie storie, vari personaggi, narrazione sviluppata attraverso episodi strettamente concatenati esaltati attraverso una dinamica esplosiva; tutto reale e poca retorica, anzi il film riesce pure ad attaccare elegantemente l'America criticandola sotto determinati aspetti.

Sul piano tecnico comunque Trovo una bellissima e sontuosa fotografia, una grande colonna sonora e un intero cast sempre all'altezza della situazione, ovviamente Liotta impeccabile in un ruolo pesante e compatto, invece (stile Clint Eastwood) Ford uomo giusto e saggio ma che inevitabilmente nasconde i propri "crucci" fatali ai fini del gioco.

Complimenti a Wayne Kramer per aver confezionato un film di impatto, crudo e mentalmente violento, "Crossing Over" riesce ad emozionare ad incantare il pubblico dall'inizio alla fine, attraverso storie incredibili e spasmodiche come quella del supermercato o quella della ragazza accusata di terrorismo passando attraverso vicende pi¨ "leggere" ove alberga un senso di serenitÓ e di prospettiva tutto sotto il nome di un problema, l'immigrazione, colmo di diramazioni nel tessuto sociale dell'America (a questo punto da ricordare le simboliche inquadrature dall'alto su Los Angeles) nazione megalomane colma di un falso perbenismo e rea di cose incredibili che quasi sempre sono sapientemente "manipolate".
Invia una mail all'autore del commento wega  13/06/2010 11:51:43Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Ma Ray Liotta è un pugilatore? Mi sfugge..
KOMMANDOARDITI  13/06/2010 20:36:31Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Forse ti ricorda il Jake La Motta di TORO SCATENATO (che capolavoro!!!).
Ray Liotta è il giovane protagonista (assieme a DeNiro e Pesci) del bellissimo QUEI BRAVI RAGAZZI (che capolavoro!!!).

Come vedi Scorsese torna sempre a metterci il suo zampino-ino-ino ;-)
Invia una mail all'autore del commento wega  13/06/2010 21:35:21Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Sì, e ci mancherebbe..ahah..il lapsus non era casuale.
LoSpaccone  13/06/2010 11:37:07Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Secondo te sarebbero questi i film che attaccano l'America? sei ancora nella fase da orsetti del cuore...
E' un film didascalico, di mestiere, come tanti altri, ordinato ma che non fa altro che un elenco di possibili situazioni sull'immigrazione.
E poi che ne sai tu che riesce ad incantare il pubblico? forse incanta te...